Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Conto energia fotovoltaico : tariffe incentivanti 2012

23 dicembre 2011

Aggiornamento: dal 27 agosto 2012 entrano in vigore le nuove tariffe incentivanti del quinto conto energia.

Dal primo gennaio 2012 il decreto del quarto conto energia fotovoltaico prevede il riconoscimento, per chi installa un impianto solare fotovoltaico, di nuove aggiornate tarriffe incentivanti. Le tariffe incentivanti, in concomitanza con la continua e graduale diminuzione dei prezzi delle installazioni chiavi in mano,  sono erogate dal Gse, Gestore dei servizi energetici, al fine di incentivare la produzione di energia elettrica pulita attraverso l’installazione di impianti solari fotovoltaici sui tetti delle proprie abitazioni o capannoni.

Lo Stato mette quindi a disposizione dei nuovi allacciamenti di impianti fotovoltaici incentivi che permettono di rientrare in tempi brevi dall’investimento effettuato, procurando un guadagno netto per l’intero periodo di validità delle tariffe, che è di 20 anni. Le tariffe incentivanti, che non sono mai sottoposte alla tassazione Iva, sono da considerarsi da parte dello Stato come contributi a fondo perduto e sono riconosciute per ogni Kwh prodotto dall’impianto, indipendentemente dall’uso che ne viene fatto (autoconsumato, immesso in rete, venduto al gse, venduto al mercato, ecc…)

La tariffa incentivante può essere:

Alla tariffe incentivante, infine, si aggiungono i benefici:

  • dell’ autoproduzione e autoconsumo istantaneo dell’energia, usufruendo “gratuitamente” dell’energia autoconsumata istantaneamente
  • del meccanismo dello scambio sul posto, che consente di compensare l’energia immessa in rete con i propri consumi immediati (“in tempo reale”), cedendo alla rete dietro compenso l’energia in eccesso. In questo caso il Gse emette il contributo in conto scambio a titolo di rimborso parziale dell’energia prelevata dalla rete nei momenti di non-produzione dell’impianto fotovoltaico;
  • o, in alternativa, del ritiro dedicato, ovvero della vendita indiretta dell’energia immessa in rete al Gse, con prezzi agevolati definiti “prezzi minimi garantiti“. I prezzi minimi garantiti sono riconosciuti all’utente/produttore per ogni Kwh di energia prodotta, non istantaneamente autoconsumata e immessa in rete.

Questi ultimi tre benefici sono valevoli per tutta la durata della vita produttiva dell’impianto: vanno quindi oltre ai 20 anni di erogazione della tariffa incentivante.

Ecco la tabella delle tariffe incentivanti di base per il primo e secondo semetre del 2012

 

Tariffe incentivanti conto energia fotovoltaico - anno 2012 - 1° e 2° semestre

Tariffe incentivanti conto energia fotovoltaico - anno 2012 - 1° e 2° semestre

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


5 Commenti

  1. Articolo correlato: La filiera del fotovoltaico – 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.