Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Breve guida al Quarto conto energia per l’incentivazione del solare fotovoltaico

18 maggio 2011

A quale periodo è riferito il regime di incentivazione redatto dal quarto conto energia?

In totale regola gli incentivi al fotovoltaico per il periodo che va dal 31 maggio 2011 al 31 dicembre 2016.

Il periodo che va dal 31 maggio 2011 al 31 dicembre 2012 è indicato come periodo transitorio verso le tariffe effettive del quarto conto energia (anch’esse decrescenti nel tempo), sviluppate secondo criteri differenti. Questo per dare gradualità al processo di ridefinizione delle tariffe incentivanti. Infatti dal 2013 non c’è più la sola divisione tra impianti fotovoltaici posti su edifici e “altri” impianti solari fotovoltaici, ma c’è un ulteriore criterio di distinzione:

  • da un lato c’è una tariffa riconosciuta per la parte di energia immessa in rete. Questa è la tariffa onnicomprensiva
  • dall’altro lato c’è una tariffa riconosciuta per l’energia autoconsumata. Questa è la tariffa autoconsumo

Quali obiettivi nazionali previsti per il 2016?

Il decreto prevede un obiettivo indicativo di potenza fotovoltaica totale installata a livello nazionale di circa 23 Gigawatt. Ad oggi, secondo dati gse, siamo a poco più di 5 Gw di potenza fotovoltaica installata

Quanto peserà a livello finanziario il nuovo regime di incentivazione del fotovoltaico?

Il costo indicativo cumulato annuo previsto dagli incentivi è all’incirca di 6-7 miliardi di euro.

Pari a circa 108 euro per abitante l’anno, ovvero circa 30 centesimi di euro al giorno per abitante.

Come sono categorizzati gli impianti solari fotovoltaici nel quarto conto energia?

I tipi di impianti fotovoltaici incentivati sono essenzialmente 3:

  • il generico impianto o sistema solare fotovoltaico composto dai classici moduli fotovoltaici piani e inverter
  • l’ impianto fotovoltaico integrato con caratteristiche innovative . Questo utilizza moduli non convenzionali e speciali componenti fotovoltaiche sviluppate appositamente per sostituire componenti architettoniche degli edifici
  • l’ impianto o sistema solare fotovoltaico a concentrazione . E’ un impianto composto principalmente da un insieme di moduli in cui la luce solare è concentrata tramite sistemi ottici, sulle celle fotovoltaiche

C’è poi l’impianto solare fotovoltaico con innovazione tecnologica, tipologia non meglio definita.

Una distinzione importante è invece quella tra piccoli e grandi impianti fotovoltaici

Come sono definiti i piccoli impianti fotovoltaici ?

Sono gli impianti fotovoltaici realizzati con una delle seguenti caratteristiche:

  • quelli installati su edifici devono avere una potenza non superiore a 1000 kW
  • gli altri impianti fotovoltaici devono avere una potenza non superiore a 200 kW e devono operare in regime di scambio sul posto
  • ogni tipo di impianto fotovoltaico di potenza qualsiasi realizzato su edifici ed aree delle Amministrazioni pubbliche

Tutte le altre tipologie di impianti solari fotovoltaici, tutte quelle che non rientrano nelle casistiche sopra riportate, sono classificati come grandi impianti.

I piccoli impianti possono beneficiare di un premio abbinato all’uso efficiente dell’energia.

Quali sono e come vengono incentivati i grandi impianti fotovoltaici?

I grandi impianti sono quelli che:

  • sono installati su edifici ad hanno potenza superiore al Megawatt, oppure
  • tutti gli altri (per es. a terra) che hanno potenza superiore ai 200 Kwp

I grandi impianti fotovoltaici , per gli anni 2011 e 2012, hanno l’obbligo di iscrizione ad un registro apposito redatto dal Gestore dei Servizi Energetici (Gse) e, una volta conclusi, devono presentare a Gse una certificazione di fine lavori allegando una perizia asseverata. I grandi impianti che entrano in esercizio entro il 31 agosto 2011 accedono direttamente alle tariffe incentivanti. Gli altri grandi impianti fotovoltaici che entrano in esercizio nel 2011 2012 devono essere iscritti al registro grandi impianti (che è anche una graduatoria) e accedono alle tariffe incentivanti solo se rientrano nelle soglie di potenza incentivabili stabilite dal decreto per ciascuno dei periodi di riferimento indicati.

soglie di potenza incentivabile per i grandi impianti

soglie di potenza incentivabile per i grandi impianti

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.