Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

I prezzi degli inverter per il fotovoltaico

22 luglio 2013
Voto:4/5 (6 voti)

Un segmento importante del mercato delle installazioni fotovoltaiche è quello degli inverter. Spesso non si tiene abbastanza conto della loro incidenza di prezzo, anche se, come per i pannelli fotovoltaici, hanno prezzi via via inferiori, man mano che la diffusione del fotovoltaico prosegue la sua corsa.

In questo articolo puoi vedere quali sono i principali produttori mondiali di inverter.

Quali sono i prezzi indicativi degli inverter e quali le tendenze per il 2013? Visto il peso, che comunque hanno, sul costo complessivo e sulle prestazioni dell’impianto fotovoltaico è importante far anche per gli inverter, come per i pannelli fotovoltaici, le giuste valutazioni anche in considerazione dei loro prezzi di vendita.

Per inciso, la filiera italiana degli inverter rappresenta una delle più attive  realtà a livello mondiale sia per know-how tecnologico che per quota di mercato.

Nonostante il ribassamento dei prezzi degli inverter non sia paragonabile a quello riscontrato per i moduli fotovoltaici, tra 2012 e 2013 il trend dei prezzi è stato decisamente decrescente: i dati di un rapporto del Politecnico di Milano parlano di una contrazione media complessiva del 21% da inizio 2012 fino al 2013. Questo sui prezzi di vendita. Sui prezzi di produzione dichiarati dai produttori, invece, si è avuto un calo del 19%, che sta ad indicare già una certa maturità tecnologica delle produzioni.

prezzi inverter fotovoltaico

 

Prezzi e trend per diverse taglie di inverter

Il calo dei prezzi di vendita degli inverter residenziali, quelli con taglie inferiori ai 5 kw, è stato del 28%, con un calo del costo di produzione di circa il 22% fino al 2013. Tale differenza ha portato per i produttori ad un dimezzamento della marginalità di guadagno che è passata dal 18,5% di un anno e mezzo fa, al 9% a inizio 2013.

Indicativamente i prezzi di mercato per queste categorie di inverter sono scesi nell’anno passato da circa 0,28 €/watt a 0,20 €/watt.

Per gli inverter di taglie più grandi, quelli tra i 5 ed i 10 kw di potenza utilizzati in genere per applicazioni industriali o artigianali fino a 20 Kw, i prezzi sono diminuiti nel corso dell’ultimo anno di circa il 16%, con una riduzione del costo di produzione medio del 12,5% (secondo quanto dichiarato dai produttori).

Indicativamente i prezzi di mercato degli inverter di questa taglia è sceso nel corso dell’anno passato da 0,19 a 0,16 €/watt.

Per gli inverter di taglie maggiori, quelli tra i 10 ed i 100 Kw, utilizzati in genere per impianti fotovoltaici fino ai 100 kw, i prezzi di vendita sono calati, infine, di circa il 16%, a fronte di un calo del costo di produzione medio di circa il 14%. Per questo segmento di mercato il margine di guadagno per i produttori si è assestato intorno al 13% (inizio 2013).

Indicativamente i prezzi degli inverter tra 10 e 100 Kw sono passati, nel corso dell’anno passato, da 0,18 a 0,16 €/watt.

 

Inverter e concorrenza asiatica

Un breve cenno sulla competizione asiatica riguardo la produzione e vendita degli inverter.

Qui abbiamo già visto quali sono state le conseguenze della concorrenza asiatica per i pannelli fotovoltaici.

La concorrenza asiatica, al contrario di quanto succede per lo smercio dei pannelli fotovoltaici, non appare ancora, qui, come un’effettiva minaccia per i produttori occidentali, almeno per quanto riguarda la “piazza” europea. Qui, infatti, la qualità e la garanzia di un servizio di assistenza post-vendita sembrano essere ancora degli elementi distintivi e dei punti di forza dei produttori “Made in Europe”. Sono questi, pare, gli elementi distintivi, i veri differenziali competitivi, su cui puntare.

Ad oggi i produttori asiatici, infatti, che hanno da poco la propria offerta di inverter fotovoltaici per il mercato europeo, sembra trovino maggiori spazi d’azione sui propri mercati interni che registrano, comunque, tassi di crescita sempre maggiori.

 

Fonte: Solar Energy Report 2013 – Energy Strategy Group

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.