Sei un professionista? Scopri il servizio di fornitura preventivi!

Cinisello: col fotovoltaico l’ospedale risparmia 30 mila euro l’anno

Ultimo aggiornamento: 20-7-2011
Voto:4/5 (7695 voti)

L’Ospedale Bassini di Cinisello Balsamo , hinterland di Milano, è ora dotato di una nuova fonte di energia pulita e rinnovabile che contribuirà a ridurre i suoi costi energetici di circa 30 mila euro l’anno.

Si tratta di un nuovo impianto solare fotovoltaico, di quasi 200 Kwp di potenza e posto sui tetti dell’edificio. Sistema di auto produzione energetica eco-compatibile che metterà a disposizione dell’ospedale circa 200 mila Kwh di energia pulita l’anno contribuendo per circa un terzo del fabbisogno energetico dell’intera struttura ospadaliera.

L’impianto fotovoltaico, inaugurato lo scorso 18 luglio alla presenza dei tecnici e delle istituzioni coinvolte, è stato realizzato dallo Studio Sauro per conto della Società Carbotermo spa di Milano, società aggiudicataria dell’appalto, usufruendo, tra l’altro, di un contributo regionale messo a disposizione nell’ambito del programma regionale “Ospedali Fotovoltaici”. Lo Studio ha curato la progettazione esecutiva dell’impianto, oltre alla direzione di cantiere, e Carbotermo ne curerà la gestione per i prossimi 20 anni.

L’installazione fotovoltaica, nei 30 anni di funzionamento previsti, produrrà circa 200 Mwh di energia pulita l’anno, paragonabili a circa 70 volte la quantità di energia elettrica consumata mediamente da una famiglia di 4 persone.

Tra i benefici economici fruiti dall’Azienda Ospedaliera, oltre ad un risparmio di circa 30 mila euro l’anno sulle bollette elettriche attraverso l’utilizzo del 100 per cento dell’energia elettrica prodotta dai numerosi moduli fotovoltaici, vi è la riscossione di un canone di concessione di 16 mila 500 euro l’anno per la cessione del tetto alla Carbotermo che gestirà per i prossimi 20 anni il funzionamento e la manutenzione dell’impianto solare.

Per ciò che concerne i costi di realizzazione dell’impianto, invece, è stata scelta la formula del finanziamento “tramite terzi”, ovvero un accordo contrattuale con un ente “terzo”, in genere una Esco (Energy Saving Company), che fornendo i capitali necessari alla realizzazione dell’impianto, riscuote in cambio un canone pari ad una parte del risparmio economico conseguito a seguito dell’installazione dell’impianto solare fotovoltaico.

Il costo per la realizzazione dell’impianto è stato in totale circa un milione e seicento mila euro, costo interamente sostenuto dalla società Carbotermo che, in quanto soggetto titolare dell’impianto, usufruirà dei benefici del Conto Energia 2010 e degli altri eventuali benefici derivanti dallo Scambio sul Posto o dalla Vendita.

La società, che ha realizzato e preso in gestione l’impianto per i prossimi 20 anni, solleva di fatto l’Azienda Ospedaliera da qualsiasi onere di gestione e manutenzione dell’impianto.

Tra i benefici ambientali, oltre al nullo impatto paesaggistico sul territorio (occupando, di fatto, solo superfici già occupate: il tetto dell’ospedale), la sensibile riduzione delle emissioni inquinanti per la produzione di energia elettrica. L’impianto solare fotovoltaico contribuirà infatti a ridurre le emissioni di Co2 in atmosfera di circa 110 mila Kg l’anno, quantità pari al biossido di carbonio emesso da mille viaggi in auto tra Milano e Roma.


“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.