Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Strade fotovoltaiche: sogno o realtà?

11 settembre 2013

Immagina un pianeta in cui, a rotazione, la metà illuminata rifornisce di energia pulita la metà oscurata.

Questo uno degli slogan del progetto americano Solar Roadways , a real solution, progetto la cui idea principe è la rivoluzione energetica pulita attraverso lo sfruttamento delle infrastrutture già esistenti, prime fra tutte: le strade.

Pensando al globo o ad ogni singolo paese, le strade rappresentano una vastissima superficie esposta al sole e sfruttabile dai sistemi fotovoltaici.

Già anni fa, quando si iniziava a parlare di riscaldamento globale, in America già si pensava alla possibilità di ricoprire le strade, vastissime superfici già occupate e ulteriormente sfruttabili, di pannelli fotovoltaici per produrre energia pulita, ed anche per la mobilità sostenibile. Bisognava solo trovare un sistema sufficientemente resistente e adatto a sopportare il peso degli autoveicoli di passaggio.

Fu così che già nel 2009 si realizzò, commissionato dall’americana “Federal Highway Administration”, il primo prototipo di pannello fotovoltaico adatto all’applicazione su strada: il “Solar Road Panel” che fu poi gradualmente testato e perfezionato.

 

strade fotovoltaiche

 

Qualche mese fa la società Power Roadways ha lanciato un modello di pannello fotovoltaico per costruire vere e proprie strade fotovoltaiche: si tratta di un pannello fotovoltaico quadrato, di 3,7 metri per lato, larghezza standard delle corsie stradali negli Stati Uniti.

Ciascuno di questi grandi pannelli fotovoltaici quadrati, calcolando una esposizione media di 4 ore al giorno di sole, possono produrre minimo 7,6 kwh di energia pulita al giorno con un’efficienza di conversione di circa il 15%.

Grazie a questi prototipi di pannelli per strade fotovoltaiche, di cui ve ne sono anche in Spagna (progettati dalla società Tecnalia) ed in Olanda, le strade potrebbero dotarsi di segnaletiche luminose, o di sistemi di riscaldamento anti-ghiaccio o di impianti di illuminazione autonomi. La costruzione delle strade fotovoltaiche e la vendita alla rete dell’energia elettrica prodotta, diventerebbe inoltre un investimento in grado di ripagarsi attraverso l’energia che producono.

Nonostante l’idea innovativa del progetto ed i progressi fatti fin’ora, le strade fotovoltaiche, prima di prendere piede, devono ancora affrontare e superare alcune criticità ed alcuni limiti.

Tre fra tutti sono:

  • la resistenza dei materiali al peso dei veicoli ed all’usura provocata dal loro passaggio
  • l’aderenza dei veicoli ai pannelli fotovoltaici utilizzati come manto stradale
  • l’efficienza di conversione, limitata dal surriscaldamento dei moduli e dal basso livello di areazione.

Dunque, strade fotovoltaiche: sogno o realtà?
In parte l’idea di sfruttare le immense  superfici stradali per produrre energia pulita è già realtà, sono solo prototipi in fase di test, ma tra non molto tempo potremmo vedere “eleganti” strade illuminate che producono elettricità dal sole.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.