Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

I migliori pannelli fotovoltaici , come distinguerli ?

5 novembre 2012
Voto:4/5 (5 voti)

Chi vuole installare un impianto fotovoltaico sul tetto del proprio edificio si trova oggi davanti a tantissime offerte più o meno economiche, più o meno di qualità.

Esistono dei criteri minimi da considerare per distinguere i migliori pannelli fotovoltaici ?
Sul mercato si trovano oggi tante possibili soluzioni: dall’impianto con soluzione “chiavi in mano” (dal sopralluogo preliminare alla gestione burocratica per l’accesso al conto energia), fino al kit fotovoltaico completo, pre-confezionato, da acquistare e far installare da un tecnico.

Parlando, invece, dei soli pannelli fotovoltaici ci si trova di fronte ad una moltitudine di marche, modelli, tipologie. Il mercato offre oggi veramente un’ampia possibilità di scelta ed è sempre più difficile scegliere il miglior rapporto qualità-prezzo.

L’ottimale rapporto qualità prezzo, la scelta dei migliori pannelli fotovoltaici in rapporto ad un giusto prezzo, è garante di una buona riuscita dell’investimento: più i pannelli produrranno energia pulita, più si avrà un migliore rendimento dell’investimento, prima si ammortizzeranno le spese sostenute per la realizzazione dell’impianto. Il massimo rendimento nel tempo dei pannelli fotovoltaici sarà quindi una prerogativa essenziale nella scelta dei componenti del proprio impianto fotovoltaico.

Oggi si trovano marchi cinesi ed asiatici decisamente a buon mercato. Si trovano anche marchi decisamente più costosi ma altrettanto di migliori pannelli fotovoltaiciqualità provenienti dall’ Europa (in particolare Germania e Spagna) e dell’America. A tal proposito ricordiamo che il conto energia favorisce con incentivi maggiori gli impianti realizzati con componenti prodotti in Europa, i cosiddetti “Made in EU”. Questo almeno fino a quando il quinto ed ultimo conto energia rimarrà in vigore.

Dunque…

 

I migliori pannelli fotovoltaici , come riconoscerli ?

Esistono dei criteri minimi da considerare per distinguere i migliori pannelli fotovoltaici ?

Senza entrare in considerazioni troppo tecniche possiamo sicuramente individuare alcuni criteri utili che possono aiutare a distinguere la qualità di un pannello fotovoltaico da un altro.

Ci sono alcune caratteristiche tecniche dei moduli fotovoltaici che sono pressoché presenti in tutte le soluzioni presenti sul mercato, soluzioni compatibili con la connessione in rete e con l’accesso al conto energia. Già questo è sicuramente un primo grosso spartiacque: la certificazione necessaria per accedere al conto energia. In tal senso molti standard minimi di qualità sono già ottenuti in moltissimi pannelli presenti sul mercato, perlomeno quello europeo.

Un primo fattore è per esempio l’ affidabilità e l’anzianità della casa costruttrice. Questa è in realtà una considerazione che va fatta “a monte”, ancora prima di vedere le caratteristiche tecniche del tipo di pannello. Un marchio grande, affidabile, riconosciuto a livello internazionale, con una storia alle spalle, è la prima garanzia di qualità, se non altro per l’esperienza maturata. Una realtà ben strutturata garantirà una solida assistenza ed un solido supporto nel tempo, fattore fondamentale visto che un pannello dura circa 25-30 anni.

Non meno importante è l’osservazione della scheda tecnica del produttore, come strumento di confronto fondamentale.

Cosa confrontare ?

Qui le considerazioni possono essere tante, anche molto tecniche, però alcuni elementi utili  possono essere considerati anche dai meno addetti ai lavori:

– la garanzia contro i difetti di fabbricazione

– la garanzia sulle prestazioni nel tempo (10, 20 o 30 anni)

– il coefficiente di temperatura, ovvero il calo di rendimento del pannello in relazione alla temperatura

– altri fattori come la resistenza meccanica (per es. il peso di una eventuale abbondante nevicata, grandine, o la forza del vento)

 

Un’altra serie di fattori utili a distinguere i migliori pannelli fotovoltaici, fattori che esulano le schede tecniche di prodotto, sono:

– la provenienza di fabbricazione dei pannelli (unità di produzione o assemblamento situate in europa garantiranno migliore assistenza, supporto e garanzia di prodotto);

– i metodi di fabbricazione: processi automatizzati, standardizzati, e con numerosi controlli sono sinonimo di alta qualità dei prodotti

Ultimi due “elementi di qualità” importanti almeno tanto quanto i precedenti, che devono essere determinanti nella scelta, sono:

– l’eticità dei processi produttivi dei pannelli: le aziende europee (o americane), sono quelle che per legge devono garantire i migliori standard produttivi, dal punto di vista delle condizioni lavorative e di produzione. A tal fine alcune case produttrici si sono dotate di certificazione per la tutela dei diritti dei lavoratori (SA 8000);

– lo smaltimento e riciclo dei moduli a fine vita, ovvero l’adesione del produttore ad un sistema di ritiro, smaltimento e riciclo dei pannelli fotovoltaici, sistema a carico del produttore e non dell’acquirente dei pannelli:  ci sono consorzi, tipo PvCycle Ceres o Ecolight,  che già operano per conto dei produttori di pannelli fotovoltaici per il ritiro e smaltimento degli impianti a fine vita.

 

 

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.