Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Save the date: Intersolar Europe, 9-12 giugno 2015

22 aprile 2015
  - Articolo scritto da  Daniela Z.

Produzione energetica con Diesel e Fotovoltaico: sempre più vicini e integrati? Sembrerebbe di sì visti i lauti investimenti in questo campo. Anche di questo si discuterà dal 9 al 12 giugno 2015 a Monaco di Baviera nella fiera Intersolar Europe 2015, organizzata da “Bavaria orientale per il trasferimento tecnologico” (OTTI), dalla “Associazione tedesca dell’industria solare” (BSW-Solar) e dalla “Alleanza per l’elettrificazione rurale” (ARE),  per discutere, tra l’altro, di fotovoltaico off grid e soluzioni ibride.

Ne abbiamo parlato recentemente: il “Fotovoltaico più Diesel” è la soluzione ideale in molti contesti rurali e periurbani, soprattutto in ogni area lontana dalle reti elettriche “centrali”. Infatti i moduli fotovoltaici in supporto ai generatori diesel (inquinanti ma programmabili) garantiscono un importante risparmio di combustibile ai tradizionali generatori.

I sistemi fotovoltaici hanno avuto un calo di prezzo davvero ragguardevole in questi anni: addirittura -75% rispetto a solo 5-6 anni fa.

fiera intersolar monaco germania

Per questo motivo il solare è un investimento sempre più interessante e conveniente anche e soprattutto nei contesti totalmente distaccati dalle reti elettriche. Neanche il calo del prezzo del petrolio (seppur temporaneo ed assolutamente instabile) sembra poter interrompere l’ascesa del fotovoltaico.

I sistemi ibridi “fotovoltaico più diesel” stanno conquistando sempre più terreno: in Bolivia, ad esempio, sarà operativa a breve la centrale ibrida più grande al mondo: centrale elettrica basata su questo tipo di integrazione e sull’accumulo elettrico che permette di utilizzare energia solare anche in condizioni di irraggiamento nullo.

Tutto questo e molto di più sarà discusso a Intersolar Europe 2015, che si qualifica come Fiera di riferimento internazionale per l’industria del solare e della sua filiera. Questo evento è il luogo ideale per presentare sistemi innovativi, occasione di confronto e discussione tra fornitori di servizi, grossisti e produttori. Il successo del 2014, con oltre 42 mila visitatori, prospetta un’ottima partecipazione anche per il 2015.

Cosa potrà vedere il visitatore di Intersolar Europe 2015? Sicuramente le ultime innovazioni del settore del solare e delle fonti rinnovabili: l’ampia offerta legata all’off-grid domestico, commerciale e industriale, “case ibride” orientate all’efficienza ed al risparmio energetico e molte altre tecnologie innovative orientate all’ottimizzazione dell’autoconsumo energetico.

Dalle tecnologie al contesto di mercato. Questo il focus di una delle conferenze  organizzate in ambito fieristico: non solo un punto di vista puramente tecnico, dunque, ma un’immagine globale che mostri la situazione politica, finanziaria e di mercato nei diversi contesti globali sul tema del fotovoltaico cd. “on-grid” e “off-grid”.

Il grande interesse quest’anno è rivolto a quelle aree che fanno ancora affidamento ai tradizionali generatori diesel, i quali non solo inquinano, ma hanno anche elevati costi di mantenimento e approvvigionamento. Dove già esistono dei generatori autonomi, il fotovoltaico e le fonti rinnovabili sono un ottimo investimento per ridurre sensibilmente i costi energetici.

Intersolar Europe 2015 – Monaco di Baviera – 9/12 giugno 2015

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.