Sei un professionista? Scopri il servizio di fornitura preventivi!

Quando viene pagato lo scambio sul posto fotovoltaico

Ultimo aggiornamento: 21-11-2013
Voto:4/5 (7716 voti)

Quando vengono emessi i pagamenti dal Gse per lo Scambio sul Posto?

Chi ha installato un impianto fotovoltaico firmando col Gse la convenzione di Scambio sul Posto, riceverà dal “Gestore dei Servizi Energetici” dei contributi periodici, dei bonifici, sul proprio conto corrente.

I bonifici, che sono a rimborso dell’energia immessa in rete, vengono emessi dall’ente, a titolo di rimborso, in due acconti semestrali ed un conguaglio annuale.

Vediamo brevemente le tempistiche e le modalità di emissione e di pagamento dei bonifici per lo scambio sul posto, cosa diversa dalla liquidazione delle eventuali eccedenze annuali.
Per vedere cosa sono le “eccedenze annuali” consulta la guida completa dello scambio sul posto.
Per richiedere la liquidazione delle eccedenze bisogna fare richiesta al Gse entro il 31 gennaio successivo all’anno di riferimento.

 

Tutte le emissioni di pagamento ed i conteggi sono consultabili direttamente dall’utente dello scambio nel portale web del Gse nella propria pagina di riferimento accessibile con l’inserimento della propria Id e Password: applicazioni.gse.it (area clienti).

Le tempistiche in questione sono due:

  • date di pubblicazione degli importi sul portale Gse
  • date di emissione effettiva dei pagamenti tramite bonifico

 

Quando viene pubblicato il contributo sul portale Gse

quando viene pagato lo scambio sul posto fotovoltaico

Ipotizzando di aver installato l’impianto fotovoltaico il primo gennaio 2013, il Gse pubblica sul portale l’importo del contributo con le seguenti tempistiche:

  • primo acconto per il primo semestre di riferimento: entro il 15 aprile 2013
  • secondo acconto per il secondo semestre: entro il 15 settembre 2013
  • conguaglio dell’anno 2013: 15 maggio 2014

Se installi in periodo successivo, i termini di pubblicazione sul portale Gse saranno, a “rotazione”, 15 settembre 2013, 15 dicembre 2013, 15 aprile 2014, 15 settembre 2014, ecc…

 

Quando viene pagato il contributo dello scambio sul posto

Innanzitutto: il bonifico viene emesso solo se supera la soglia dei 15 € ed è cumulabile fino al raggiungimento di tale soglia.

Ipotizzando l’installazione al 1 gennaio 2013 i bonifici del Gse avranno le seguenti tempistiche:

  • primo acconto: entro il 15° giorno lavorativo di giugno 2013;
  • secondo acconto: entro il 15° giorno lavorativo di ottobre 2013;
  • conguaglio dell’anno 2013: 30 giugno 2014

Per chi installa in periodo successivo, i termini di emissione dei bonifici da parte del Gse saranno, a “rotazione”, 15° giorno lavorativo di ottobre 2013, 15° giorno lavorativo di gennaio 2014, 15° giorno lavorativo di giugno 2014, 15° giorno lavorativo di ottobre 2014, ecc…

 

Riassumendo e ricapitolando…

Riassumendo, per le tempistiche di pubblicazione sul portale, a regime, bisogna ricordarsi delle seguenti date:

  • 15 aprile (acconto)
  • 15 maggio (conguaglio anno precedente)
  • 15 settembre (acconto)
  • 15 dicembre (acconto)

 

Per ricevere i pagamenti effettivi, invece, bisogna tenere presente delle seguenti date (in “giorni lavorativi”), a cui il Gse si deve attenere:

  • intorno al 20 di gennaio (ultimo acconto dell’anno prima)
  • intorno al 20 di giugno (acconto)
  • il 30 giugno (conguaglio anno precedente)
  • intorno al 20 di ottobre (acconto)

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


196 Commenti

  1. Gianfranco, il 12 Marzo 2014 ore 17:45

    Alessandro sei una pietra miliare! grazie

    • Enzo, il 25 Febbraio 2015 ore 21:59

      Salve Alessandro, ho installato il mio impianto da 3 kWh nel mese di giugno scorso ed è attivo da luglio,ho mandato i dati che mi sono stati richiesti dal sito gse ma non ho fatto ancora la registrazione ma continuano ad arrivarmi le utenze come se non avessi installato nulla forse ho sbagliato qualcosa o manca un passaggio? Grazie

      • Alessandro F., il 26 Febbraio 2015 ore 11:24

        senti il gse

        • alessandro, il 6 Febbraio 2017 ore 16:12

          x essere precisi le utenze arrivano comunque come sempre solo ti dovrebbero arrivare piu basse essendo installato lo scambio sul posto ma comunque le bollette ti arrivano sempre

        • Alessandro F., il 6 Febbraio 2017 ore 16:53

          esatto, poi il gse ti “rimborserà” parte delle bollette pagate emettendo il contributo dello scambio sul posto e liquidando le eccedenze (se si è optato di farsele liquidare).

          E’ meglio comunque “puntare” a ridurre il più possibile i prelievi dalla rete, per avere un risparmio “tutto e subito”, anzichè fare affidamento sul meccanismo di rimborso dello scambio sul posto che, a conti fatti, si misura un anno dopo (per via degli acconti, conguagli e liquidazione delle eccedenze).

    • Cinzia, il 16 Aprile 2015 ore 16:09

      buonasera,

      vorrei sapere se qualcuno ha già ricevuto l’acconto relativo al primo semestre 2015 per lo scambio sul posto. Sapevo che il gse doveva comunicarlo entro il 15 aprile ma dal portale non risulta ancora nulla.

      grazie e buona serata

      • lorenzo, il 17 Aprile 2015 ore 14:47

        io ho installato l’impianto esattamente un anno fa. Ho ricevuto un solo bonifico l’ottobre scorso e poi più nulla. Anche io credevo che in questo mese si muovesse qualcosa, ma niente. Ho anche contattato la scorsa settimana il gse tramite il portale, ma non ho ricevuto ancora risposta.

        • Alessandro F., il 17 Aprile 2015 ore 15:28

          se non ricordo male il conguaglio 2014 è entro giugno 2015.
          (gli acconti, inoltre, sono diventati semestrali anzichè trimestrali)

        • Cinzia, il 21 Aprile 2015 ore 10:20

          anch’io come lei ho installato l’impianto ad aprile 2015 ed ho ricevuto un bonifico a ottobre… Essendo una neofita volevo solo sincerarmi che fosse tutto in regola.

          Grazie mille e la terrò aggiornato nel caso ricevessi qualche comunicazione dal GSE.

          grazie mille e buona giornata

        • Alessandro F., il 21 Aprile 2015 ore 16:08

          tutto in regola: da aprile a ottobre sono 6 mesi..

        • Cinzia, il 22 Aprile 2015 ore 15:07

          Il GSE informa che è stata posticipata al prossimo 30 aprile la pubblicazione del primo contributo di acconto per le convenzioni di scambio sul posto attivate entro il 28 febbraio 2015. Invariata la data di pagamento

      • barbara, il 21 Aprile 2015 ore 09:46

        Anche a noi non è ancora arrivato nulla abbiamo installato l’impianto a luglio 2014 e stiamo ancora aspettanto
        è normale?

        • Alessandro F., il 21 Aprile 2015 ore 09:56

          credo di si perchè l’acconto è semestrale.. ti dovrebbe arrivare direttamente il conguaglio entro giugno 2015.. nel dubbio senti gse

  2. lorenzo rossi, il 3 Ottobre 2014 ore 22:24

    non riesco a capire un granchè: Io ho firmato il contratto con il GSE il 26/06/2014. non mi sono ancora registrato al portale e adesso che penso di farlo cerco di capire le tempistiche dei conguagli e dei bonifici. A quanto mi sembra di aver capito, avendo installato il mio impianto quest’anno e non avendo diritto a nessun contributo, dovrei solo aspettare la liquidazione intorno a metà ottobre? Mi chiarisca per favore la mia posizione. La ringrazio Rossi Lorenzo.

    • Alessandro F., il 6 Ottobre 2014 ore 14:38

      al portale gse dovrebbe averti registrato chi ha fatto la richiesta per lo scambio sul posto.
      Il contributo dello scambio sul posto dovresti riceverlo in acconto, ma a questo punto ti conviene aspettare la chiusura dell’anno solare. Il contributo lo riceverai in relazione alla quantità di energia immessa in rete.
      Cerca comunque di autoconsumare Istantaneamente il più possibile, riducendo al minimo le immissioni in rete.
      Per vedere conteggi e tempistiche dei contributi devi loggarti alla tua posizione nel portale del gse.

  3. Elwira, il 14 Ottobre 2014 ore 15:03

    buon pomeriggio Alessandro,
    ho installato il fotovoltaico con SSP a settembre del 2013. a giugno del 2014 mi è stato pagato l’acconto e il conguaglio del 2013. ora ad ottobre riceverò altro acconto di 42 euro (ho visto sul portale GSE). ma come viene calcolato questo acconto? è uguale per tutti? se ho capito bene il conguaglio per l’anno 2014 verrà pagato a giugno del 2015?
    grazie mille per le delucidazioni
    elwira gutowska

    • Alessandro F., il 14 Ottobre 2014 ore 17:47

      L’acconto si basa sulle letture comunicate dal tuo fornitore elettrico al gse.
      Esatto il conguaglio viene emesso entro giugno dell’anno successivo.

  4. egidio, il 20 Ottobre 2014 ore 18:10

    buonasera
    ho installato un impianto fotovoltaico di 4,8 kW
    ho un problema riguardo i pagamenti dello scambio sul posto
    in data 1.04.2012 ho effettuato un cambiamento della “impresa di vendita” da enel servizio a maggior tutela a enel energia ma c’è stato un errore nel comunicare la data del cambiamento…poi successivamente tramite numero verde del GSE ho comunicato la data esatta ma da 2 anni fino ad ora non ho mai ricevuto compensi relativi ai conguaglio dello scambio sul posto..ho provato a contattare telefonare al GSE la risposta è che l’ente distributore non ha comunicato i dati anagrafici dell’impianto e non ha inserito letture e “OPR” ho provato a contattare il distributore questi non sanno di che si parla e mi dicono di contattare il venditore…cosa mi suggerite di fare?
    ringrazio saluti Egidio

    • Alessandro F., il 21 Ottobre 2014 ore 14:40

      io contatterei enel energia (non:enel distribuzione, che si occupa delle connessioni in rete) per far comunicare i dati a gse.
      Verificherei anche con enel maggior tutela (il vecchio venditore) che i dati “di chiusura” ed i “passaggi di consegne” siano stati comunicati correttamente.

      • egidio, il 3 Novembre 2014 ore 21:32

        grazie dell’informazione ..ho contattato entrambi ora sto attendendo una risposta da enel energia spero si risolva l’intoppo e mi paghino i conguagli dell’energia immessa in rete buona serata

        • Alessandro, il 30 Marzo 2016 ore 10:04

          Ciao anche noi abbiamo gli stessi problemi stessa cosa stesse parole ma nessuno ripeto nessuno sa risolvere il problema. Sono 5 anni che nessuno ci paga……..non si lamentassero se poi in Italia nessuno ha fiducia delle innovazioni e siamo sempre sospettosii.o

        • Alessandro F., il 30 Marzo 2016 ore 16:20

          Così è un po’ generico.. chi non paga? incentivi e/o scambio sul posto? Quale conto energia? Hai eccedenze immesse in rete?

  5. lorenzo rossi, il 1 Novembre 2014 ore 15:52

    Buonasera. Il giorno 20 ottobre ho ricevuto l’accredito del primo acconto dal GSE di 41 euro circa. In questa cifra è stato compensato l’importo di 18.03 euro di costi amministrativi. Tale cifra è da considerarsi una tantum oppure è una tassa da pagare annualmente? Grazie mille.

    • Alessandro F., il 3 Novembre 2014 ore 13:37

      dipende a cosa fa riferimento, però dovrebbe essere annuale.

      • lorenzo, il 5 Novembre 2014 ore 19:06

        dice solo “costi amministrativi”

  6. adriano, il 6 Novembre 2014 ore 10:50

    Buon giorno, ho installato l’impianto fotovoltaico nel luglio 2014 , la convenzione con il GSE è stata accettata in ottobre. Chiedo
    – il periodo tra luglio e ottobre verrà conteggiato per i rimborsi?
    – quando dovrei ricevere il primo rimborso? sono trimestrali o semestrali?
    Grazie per le risposte.

    • Alessandro F., il 6 Novembre 2014 ore 16:09

      – Si i rimborsi iniziano a partire da quando hai iniziato ad immettere in rete.
      – alla luce dell’ultima normativa l’acconto è su base semestrale

  7. kristina, il 19 Novembre 2014 ore 11:04

    Una domanda,nella contabilità di un’azienda i bonifici ricevuti dal GSE vanno fatturati? oppure bisogna tener conto solo delle “fatture precompilate” che il GSE stesso manda sul portale?

  8. mimmo, il 6 Gennaio 2015 ore 09:46

    Ho istallsto un impianto nel 2008 in ssp in questi anni non ho mai richiesto di liquidare il surplus di energia vorrei sapere se sara liquidata tutta la PRI.a volta che faccio domanda.

    • Alessandro F., il 8 Gennaio 2015 ore 12:17

      si il credito è riportabile di anno in anno.
      Attenzione, però, che inizialmente c’era il vincolo di consumo entro i (mi pare) 5 anni.
      Oggi se non erro non c’è più alcun vincolo temporale… da verificare.

  9. Orazio, il 8 Febbraio 2015 ore 14:27

    Salve, grazie ai suoi articoli ho finalmente capito chiaramente i meccanismi dello SSP.
    Nel commento del sig. Egidio (vedi sopra il 20 ottobre 2014 ore 18:10) si porta il caso del cambio di gestore, cosa che io ho fatto recentemente.
    Di fatti, dal 1 dic. 2014 sono passato da ENI Gas and Power (con il quale avevo il contratto prima della data di installazione del mio impianto fotovoltaico)ad ENEL ENERGIA (E-light biraria).
    Per quanto detto e per l’esperienza del sig. Egidio visto che io direttamente non ho fatto nessuna comunicazione al GSE, devo forse aspettarmi uno stop dei compensi da parte del GSE (contoenergia + SSP)?

    Grazie
    Orazio

    • Alessandro F., il 9 Febbraio 2015 ore 14:48

      Il Gse riceverà i dati di lettura da Enel Energia.
      Quindi verificherei con Enel Energia che tutti i passaggi per il cambio siano effettuati correttamente.
      In ogni caso il contributo viene emesso da gse con acconti e conguagli, quindi se saltano un bonifico, poi deve venire recuperato a conguaglio.

  10. Egidio, il 9 Febbraio 2015 ore 19:13

    Salve signor Orazio
    nel mio caso sono riuscito a risolvere il problema e le posso dire come deve fare
    bisogna andare sul sito del GSE entrare con il proprio accesso ID e password entrare nella sessione “scambio sul posto”, entrare nella “gestione convenzione” “convenzione esistente” “variazione impresa di vendita” inserire la nuova impresa di vendita cioè nel suo caso la nuova società ENI Gas and Power ed inserire la data del nuovo contratto. con questo passaggio il GSE ha anche un numero verde: 800161616 per qualsiasi chiarimenti si può interpellare loro
    saluti Egidio

    • Orazio, il 26 Febbraio 2015 ore 17:30

      Sig. Egidio e sig. Alessandro,
      grazie per i Vostri commenti entrambi molto utili.
      Ho eseguito la variazione nel portale così come sopra descritto. In effetti abbastanza semplice.

  11. nicola, il 12 Marzo 2015 ore 10:21

    Buon giorno, a luglio 2014 ho installato un impianto da 3kw. Per un ritardo nell’attivazione della convenzione non ho ancora ricevuto il rimborso (che dovrebbe arrivare verso giugno). La mia è più una curiosità relativa al prezzo di vendita dell’energia immessa in rete. la documentazione GSE fornisce una formula un po’ complicata da “tradurre”. Qualcuno è in grado di dirmi, indicativamente, quanto viene pagato 1 kw di energia immessa in rete. Grazie per l’attenzione. Buona giornata

    • Alessandro F., il 12 Marzo 2015 ore 13:11

      il prezzo “puro” dell’energia è intorno ai 0.08-0.10 €/KWh (ma il prezzo può essere molto fluttuante anche di ora in ora).
      L’energia in bolletta viene pagata oltre ai 0.20-0.25 €/kwh.

      Con lo scambio sul posto:

      – l’energia immessa e riprelevata viene pagata il suo valore “puro” più il costo di alcuni servizi.
      Cioè, indicativamente, tra 0.10 e 0.18 €/kwh.

      -l’energia immessa e non riprelevata viene pagata solo per il suo valore “puro” (0.08-0.10).

  12. nicola, il 12 Marzo 2015 ore 14:49

    grazie per la risposta ! Scusate la domanda banale, ma da neofità ho ancora qualche dubbio. Nel prossimo bonifico mi devo aspettare una quota di circa €0.08 x 700kw (immessi in rete fino ad oggi) + €0.10 x 610kw (autoconsumo) ? ho interpretato male quello che mi ha scritto ? O forse mi devo aspettare solo 0.08 * 700kw.
    Fino ad oggi il software di gestione recita Kw prodotti 1352, autoconsumo 610 e immessa 745.
    Grazie ancora per l’attenzione

    • Alessandro F., il 13 Marzo 2015 ore 12:33

      Prego figurati.
      L’immesso in rete viene valorizzato da gse in maniera diversa a seconda se l’energia viene immessa e riprelevata , oppure solo immessa.
      Per l’energia che viene solo immessa (le “eccedenze”) il prezzo è di circa 0.08 €/kwh. Per l’energia immessa e poi riprelevata il contributo è leggermente maggiore (perchè va a rimborsare alcuni servizi pagati in bolletta).

      L’autoconsumo, invece, non viene pagato dal gse, ma è il risparmio netto che hai ad utilizzare la tua energia rispetto ad acquistarla in bolletta. Il risparmio è di circa 0.20-0.25 €/kwh.

  13. Elisa Giambarresi, il 18 Giugno 2015 ore 21:03

    Il 16 u.s. ho ricevuto la Vs.mail in cui si dice di controllare i pagamenti sul Vs. portale, ma come si fa? Perchè non mi viene inviato un allegato nella stessa mail? Non sono molto esperta di computer.
    Grazie per la Vs. gentile collaborazione.
    Elisa Giambarresi

    • Alessandro F., il 23 Giugno 2015 ore 14:25

      probabilmente stai parlando del portale del gse https://applicazioni.gse.it/GWA_UI/ per accedere alla piattaforma devi avere le tue credenziali di accesso che hai te o l’installatore che ti ha messo l’impianto.

  14. adriano, il 21 Giugno 2015 ore 18:30

    ho installato l’impianto fotovoltaico il 16 luglio 2014:ho ricevuto un contributo in conto scambio in dicembre 2014 e un altro in aprile 2015 e il conguaglio nel giugno 2015.
    mi chiedo: il conguaglio puo essere pagato ancor primache scada l’anno solare di effettivo utilizzo dell’impianto?Grazie per la risposta

    • Alessandro F., il 23 Giugno 2015 ore 14:29

      Il conguaglio ricevuto a giugno 2015 è relativo all’anno solare 2014.
      Mentre invece il bonifico ricevuto in Aprile 2015 è un acconto relativo all’anno 2015.

      • adriano, il 3 Luglio 2015 ore 09:01

        grazie per la risposta

  15. Nazzarella Bettinelli, il 1 Luglio 2015 ore 21:52

    Scusate io mi sono iscritta al portale del GSE ma nn sono riuscita a entrare ,ho chiamato il numero verde e mi è stato risposto che ci vuole un programma XP ,mentre io ho vista come posso fare x avere informazioni che riguardano il mio impianto?grazie

  16. lorenzo, il 2 Luglio 2015 ore 22:34

    anche io ho Vista e riesco ad accedere al portale tranquillamente. Innanzitutto l’installatore deve aver registrato il tuo impianto al GSE, poi devi accedere al sito e registrarti. Loro ti forniscono la username e password, mediante la quale potrai accedere alla tua pagina. Il sito non è fatto molto bene, ed è anche poco intuitivo, ma con un pò di pazienza ci riuscirai. Ti spiego come entrare nella tua pagina: Quando avrai fatto il login, ti apparirà la pagina dell’area clienti col tuo nome e cognome. Clicca sul tuo cognome e dopo clicca su SSP. A questo punto sei sulla tua pagina, dalla quale puoi accedere all’anagrafica e alla visualizzazione delle fatture che ti saranno pagate. Per fare ciò clicca su Fatture e pagamenti e poi su ricerca. Ti appariranno tutti i PDF delle fatture che il GSE ti pagherà ogni 6 mesi. Spero di esserti stato utile, buona giornata Lorenzo.

  17. Aniello Pietropaolo, il 10 Luglio 2015 ore 08:35

    Carissimo,volevo un tuo consiglio non riuscendo ad accedere,pur essendo iscritto, al portale per controllate i pagamenti.Poiché mi sembra di non essere il solo gradirei un tuo parere.Grazie

    • lorenzo, il 11 Luglio 2015 ore 10:40

      Aniello, la procedura è quella che ho descritto sopra, di più non saprei dirti. Il portale non è fatto bene, ma con un pò di pazienza vedrai che riuscirai ad accedere.

  18. nicola, il 18 Luglio 2015 ore 12:30

    Buon giorno, ho appena stipulato con la All energy and architecture un contratto d’installazione di un fotovoltaico di 6 Kw con una pompa di calore x una spesa dilazionata decennale x 323 euro mensili, complessiva di 27.000 euro circa finanziati. Promettono tanti vantaggi come detrazioni fiscali 50-65%, rimborsi eccedenze produttive e superamento uso del gas e miglioramento classe energetica. Oltre il costo 0 dell’energia dovrei ricevere un utile? Grazie e cordiali saluti da Nicola Fuccilo.

    • Alessandro F., il 20 Luglio 2015 ore 13:05

      Le bollette diminuiranno tanto quanto auto-consumerai l’energia prodotta. Continueranno ad arrivarti, ma inferiori.
      Con lo scambio sul posto riceverai inoltre un rimborso su tutta l’energia immessa in rete (rimborso che va da 0.04 a 0.15 €/kwh).
      Se vuoi un consiglio chiedi altri preventivi simili a quello che hai già in mano.

  19. gino, il 4 Agosto 2015 ore 08:57

    Nel 2014 ho immesso in rete 5000 kW dai miei due impianti ho ricevuto acconti meno di 100 euro a giugno non ricevo nemmeno anticipo 2015 mi comunicano un meno 150 poi un pagamento di 45euro dice pagato mai arrivato nienteva anche anno scorso ho ricevuto pochissimo

    • Alessandro F., il 19 Agosto 2015 ore 16:31

      con 5000 kwh immessi in rete, mi sembra strano. Verificherei col gse. Si tratta comunque di un acconto. Quanto di conguaglio? Ormai dovrebbe essere arrivato (arriva tra giugno e luglio).
      L’anticipo 2015 non è previsto dalla normativa (magari!).

  20. Lucio, il 28 Agosto 2015 ore 16:55

    che documento va allegato alla dichiarazione dei redditi in caso di rimborso del GSE ? Grazie

  21. Lucio, il 28 Agosto 2015 ore 17:01

    Aggiungo che sono un privato con un impianto da 5,2 KW ed in convenzione di Scambio sul Posto

  22. Lucio, il 28 Agosto 2015 ore 17:10

    a me è arrivato un bonifico di conguaglio, ma senza nessun documento ………… cosa allego alla dichiarazione dei redditi ? sul portale ci sono solo le fatture delle loro spese di gestione che mi fanno due volte l’anno (circa 30 euro). La fattura dovrei emetterla io, in questo caso, visto che sono loro a pagare, ma io sono un privato …… Grazie

    • Alessandro F., il 31 Agosto 2015 ore 09:30

      La fattura, essendo un privato, non serve. Però bisogna dichiarare la somma percepita (non il contributo, ma la sola eventuale liquidazione delle eccedenze) come “altri redditi occasionali”. Non so invece se e cosa bisogna allegare..

  23. Sergio, il 31 Agosto 2015 ore 15:54

    possiedo un impianto fotovoltaico da 3kW attivo dal 15 ottobre 2014; ad oggi mi è arrivato, a maggio 2015, un assegno bancario di 60 Euro senza alcuna spiegazione relativa a quale periodo e a quanti kw messi in rete facesse riferimento.
    Da allora non ho più ricevuto nulla e ho messo in rete circa 1900 kW tra maggio e agosto 2015.
    Quali sono i tempi di emissione degli assegni di rimborso per l’energia messa in rete dai nostri impianti fotovoltaici e non vengono fornite documentazioni a noi produttori in merito ai periodi considerati e ai rispettivi kW sul quale sono calcolati i rimborsi?
    Grazie

    • Alessandro F., il 31 Agosto 2015 ore 16:03

      devi accedere al portale gse inserendo le tue credenziali di accesso. Lì dovresti trovare informazioni su acconti conguagli ecc…
      https : //applicazioni.gse.it/GWA_UI/

  24. fabio, il 18 Settembre 2015 ore 12:29

    Buongiono.vorrei sapere come si fa distinguere i pagamenti da parte del GSE scambio sul posto alle eccedenze,visto che qest`ultime vanno dichiarate sui redditi,cosa allegare per la liquidazione delle eccedenze sui redditi?Non sono esperto perche é meno di un`anno che ho l`impianto fotovoltaico.Grazie

  25. ettore, il 27 Settembre 2015 ore 16:27

    ma con lo scambio sul posto lenergia che produco la consumo anche o la immetto tutta in rete?

    • Alessandro F., il 28 Settembre 2015 ore 09:26

      con il contratto di scambio sul posto l’energia prodotta dal tuo impianto la puoi autoconsumare sul momento (che è la modalità di utilizzo più conveniente), oppure la puoi immettere in rete. In questo secondo caso viene “conteggiata” per calcolare lo scambio sul posto

  26. roberto, il 8 Ottobre 2015 ore 00:30

    Buonasera.
    Volevo chiedere a chi ne è a conoscenza quali sono i periodi di pagamento per lo ssp per l’anno 2015.
    Il mio impianto è in funzione dal dicembre 2009 e per il 2015 ho solamente ricevuto un pagamento SSP a Giugno. Se non erro il pagamento di giugno 2015 dovrebbe essere il conguaglio relativo all’anno 2014. L’acconto per il 2015 avverrà ora ad Ottobre? Ad aprile c’è’ stato un altro acconto? Scusate la banalità delle domande ma sul sito gse non ri riesce come al solito mai a trovare un elenco, una pubblicazione che descriva e che dica quando avvengono gli anticipi e conguagli. In definitiva ad oggi 8 ottobre ho avuto solo un conguaglio a giugno relativo al 2014. Sapete se ad aprile è avvenuto il pagamento di un acconto 2015? e il prossimo acconto avverrà ora ad ottibre? Grazie e scusate.
    Cordiali saluti

    • Luca, il 24 Ottobre 2015 ore 20:30

      Nel mio caso sono regolari; due acconti forfait a Maggio e Settembre liquidati a Giungno e Ottobre. Mi aspetto a Maggio 2016 il sdo 2015

    • Gino, il 30 Ottobre 2015 ore 16:55

      Se sei registrato sul sito del GSE tra i vari manuali c’è anche quello che con 1 tabella ti spiega tutto .

  27. Luca, il 24 Ottobre 2015 ore 20:28

    Buonasera Alessandro,
    ho un dubbio in merito una risposta che GSE ha girato ad un cliente. Il soggetto in questione con impianto FV da 3.5 kWp allacciato Nov2013 ha regolarmente ricevuto i due acconti forfait nel corso del 2014 e il conguaglio a Maggio 2015. Siccome ha circa 1700 kWh di eccedenza ne ha ruchiesto la liquidazione e sul portale è comparsa l’indicazione di una liquidazione pari a 92 € in del conguaglio. Ora è stato accreditato il solo conguaglio. distanza di qualche mese il soggetto ha scritto a GSE il quale ha risposto che sono stati erogati in occasione del congugalio. Gli importi sono di 170 € per lo SSP e 92€ per le eccedenze. Sono arrivati solo i primi per ora. Dagli xls che si scaricano dal portale si verifica come le eccedenze gli siano state calcolate 0.054 €/kWh; ma non ancora accreditati. E’ starna la risposta del GSE, forse non corretta?

    Grazie

    Luca

  28. Lorenzo, il 26 Ottobre 2015 ore 12:03

    Buongiorno, ho un impianto da 3kw installato a marzo 2014. L’anno scorso arrivava a produrre un massimo di 2800 watt, quest’anno ha prodotto mediamente 300 watt meno al giorno, anche quando non e’ stato particolarmente afoso. Possibile che dopo un anno abbia avuto un calo di produzione cosi’ alto? L’installatore ha detto che e’ tutto regolare (anche se non e’ venuto a verificare). Mi devo aspettare un calo costante di produzione?

    • Nicola, il 28 Ottobre 2015 ore 12:25

      Buon giorno, le posso portare la mia esperienza: per un impianto analogo 3 KW installato ad agosto 2014, con esposizione E-O (1,5KW est + 1,5KW Ovest) nel primo anno di vita ha prodotto 3150 KW mantenendo la stessa resa anche per l’anno in corso (anche se il periodo di osservazione è limitato).
      Ago. 2014 366,00 kw – Ago 2015 368.20
      Set. 2014 287.80 KW – Set 2015 282.30
      francamente mi sembra un po’ tantino un calo medio così elevato dopo 1 solo anno di vita.
      Buona giornata

    • Luca, il 2 Novembre 2015 ore 16:15

      Non mi preoccuperei visto il grande caldo estivo. Una T ottimale sono i 23-24 gradi. Valuti piuttosto la produzione di kWh annui di ogni anno. Quello sicuramente un parametro migliore su cui valutare.

      Saluti

  29. fabio, il 10 Novembre 2015 ore 21:48

    Buonasera.ho visto sul portale gse scambio sul posto su ‘fatture pagamenti’ hanno messo un avviso. (*nel caso di FePa la colonna contiene il preliminare di fattura).casa vuol dire FePa.grazie

    • Alessandro F., il 11 Novembre 2015 ore 13:03

      FePa vuol dire Fatturazione Elettronica (non so se è solo per le Pubbliche Amministrazioni o anche per i privati..)

    • ligabue82, il 11 Novembre 2015 ore 14:07

      E’ per tutti gli impianti che devono emettere fattura (quindi non persone fisiche) verso il GSE (pubblica amministrazione).
      Dal 03/11/15 è così…

      saluti

      • fabio, il 12 Novembre 2015 ore 16:18

        Scusa.
        Puoi spiegarti meglio?

        • ligabue82, il 13 Novembre 2015 ore 15:28

          Se il tuo impianto è intestato a persona fisica (quindi con solo codice fiscale), non cambia nulla.
          Se invece sei una persona giuridica (con partita iva), le fatture che prima emettevi nei confronti del GSE (cartacee) adesso sono in formato elettronico (in questo caso invito a parlarne con il proprio commercialista).

          saluti

  30. fabio, il 16 Novembre 2015 ore 14:35

    Grazie della spiegazione

  31. Giovanni Mari, il 29 Novembre 2015 ore 14:54

    Salve ho un impianto da 3 kw installato da maggio 2013 e anche se in modo confuso ho ricevuto vari bonifici ma da gennaio 2015 non mi è arrivato più nulla. Come mai.?

    • Alessandro F., il 30 Novembre 2015 ore 13:35

      Strano, prova a sentire il gse.

  32. boarin fabio, il 11 Dicembre 2015 ore 21:05

    Mi chiamo Fabio vorrei capire come il g.s.e.effettua i pagamenti o un impianto da 19.80 kw e da 30 di giugno 2015 che non ricevo bonifici .il mio impianto e partito 1 gennaio 2011 . fattemi capire devo aspettare fine anno ?

    • Alessandro F., il 14 Dicembre 2015 ore 13:11

      a fine giugno probabilmente hai ricevuto il conguaglio relativo al 2014..
      contatta il gse ..

    • ligabue82, il 14 Dicembre 2015 ore 18:39

      Secondo me ci sono due opzioni:
      1) la prima è che ti hanno fatto un conguaglio e quindi avendo magari in passato ricevuto più soldi (acconti errati) di quelli che in realtà l’impianto ha prodotto, sei andato in negativo e stanno riassorbendo le somme;
      2) ti hanno sospeso l’incentivo per mancato adeguamento alla delibera 243/23 o, più probabilmente, per la mancata comunicazione della dichiarazione antimafia.
      Con le credenziali GSE sarebbe tutto più facile, quindi o contatti il tecnico che ti ha seguito la pratica, o contatti direttamente GSE.

      saluti

  33. boarin fabio, il 14 Dicembre 2015 ore 21:35

    ciao grazie della risposta ma ti volevo dirti che non o scambio sul posto ma tutta vendita infatti fino a giugno o ricevuto il bonifico ,da giugno più niente come mai ?non o mai ricevuto nessuna notizia.

    • Alessandro F., il 16 Dicembre 2015 ore 11:34

      Probabilmente hai scritto mentre ti rispondeva ligabue82. Sopra la sua risposta, ciao.

  34. Fabio, il 11 Gennaio 2016 ore 12:54

    Buongiorno.volevo chiedere se è vero che le fatture emesse dal gse sul proprio portale bisogna tenere la conservazione documentale e deve essere fatta a norma di legge.deve essere fatta su archivio elettronico.Io sono un privato con fotovoltaico poco più di 3 kw con solo scambio sul posto per uso domestico.Voi ne sapete qualcosa?

    • Alessandro F., il 11 Gennaio 2016 ore 14:37

      Sulle spese sostenute devi tenere la fatture.
      Sui bonifici ricevuti da gse, invece, non devi emettere fattura, ma solo indicare in dichiarazione redditi le sole (eventuali) liquidazione delle eccedenze, non il contributo in conto scambio.

    • ligabue82, il 11 Gennaio 2016 ore 14:44

      Se sei un privato (no P.I.) non sei soggetto a fatturazione elettronica…

      saluti

      • Fabio, il 12 Gennaio 2016 ore 13:28

        Ok.grazie a tutti.

  35. galoro enzo, il 11 Gennaio 2016 ore 18:03

    Ho installato un impianto fotovoltaico da 3 kw il 4 novembre 2014 a tutt’oggi ho ricevuto un acconto di 84 euro. Faccio presente che ad oggi l’impianto ha prodotto 4052 kw.
    È regogare tutto questo?

    • Alessandro F., il 12 Gennaio 2016 ore 12:26

      L’impianto ha prodotto 4052. Quanti di questi sono stati immessi in rete?
      Gli acconti dovrebbero essere due semestrali e il conguaglio 2015 deve essere bonificato entro giugno 2016.
      Per sicurezza proverei a verificare con il call center gse

  36. Lucio corro, il 29 Gennaio 2016 ore 18:41

    Buonasera. Si hanno notizie su come dichiarare ( per i privati) gli introiti provenienti dal GSE sulla dichiarazione dei redditi ? Grazie

  37. Angelo, il 28 Febbraio 2016 ore 09:13

    Buongiorno,

    Vorrei sfruttare al meglio il mio impianto FTV da 3 Kw incrementando l’auto consumo, e pensavo di istallare un boiler per scaldare l’acqua tramite l’energia elettrica prodotta dai pannelli. Collegandolo alla caldaia a gas tramite una valvola.

    L’impianto è attivo dal 1 settembre 2015 fino ad oggi ha prodotto. Circa 1400 Kwh e ne ho consumati circa 400 kWh.

    Domanda: Mi conviene l’auto consumo o è meglio bilanciare inviando energia al GSE ?

    Grazie in anticipo a chi mi aiuterà a capire. Angelo.

    • Alessandro F., il 29 Febbraio 2016 ore 11:22

      Di norma, ciò che conviene è l’autoconsumo, anche se l’autoconsumo non esclude l’invio di energia al gse per lo scambio sul posto.
      Nella tua idea, tutto sta a capire quanto spendi per installare il boiler e quanto risparmio puoi ottenere. Bisogna calcolare se “il gioco vale la candela”. Se riesci ad aumentare l’autoconsumo con “investimento zero” (per esempio programmando gli elettrodomestici) è sicuramente meglio.
      Un boiler elettrico è di sicuro più economico delle batterie, ma bisogna capire quanto ti farebbe risparmiare di gas-caldaia.

      • Angelo, il 29 Febbraio 2016 ore 21:24

        Grazie Alessandro per la tua risposta.

        Ho chiesto un paio di preventivi, mi chiedono circa 1000€ per la fornitura e l’installazione di un Boyler di fascia alta e la valvola di collegamento con la caldaia a gas.

        Nonostante la programmazione di lavatrice, lavastoviglie e ferro da stiro, l’auto consumo e di circa il 30% della produzione.

        Staremo a vedere con l’avvento dell’estate come cambieranno i consumi e l’auto consumo.

        Da aprile a settembre 2015 ho speso circa 200€ di gas per acqua calda e cucina.

        Un saluto.

  38. Ezio M., il 12 Aprile 2016 ore 17:16

    Ho un impianto domestico dal 2011, terzo conto, c’è qualcuno che può aiutarmi a capire il senso dei calcoli folli dello scambio sul posto ?
    Ho letto come funziona, ma sul vostro sito non si parla degli “storni” che continuo a vedere calcolati sulla mia posizione. Non si capisce nulla. Quelli del gse dicono che è tutto a posto, ci sono stati degli “errori di trasmissione”, ma io come faccio a capire se è tutto a posto? Ad esempio, io in estate non ci sono, quindi dovrei avere tre mesi di eccedenze, invece ricevo delle miserie, ogni tanto (ma pure i bonifici arrivano a scadenze incomprensibili).
    Dove posso trovare aiuto ? Non riesco a leggere i file csv, ma ho le videate del sito gse (ma qui non si possono postare).
    Grazie delle risposte.

  39. Martino, il 18 Maggio 2016 ore 11:40

    Buongiorno,
    sul gse ho trovato in data 16 maggio l’acconto 2016 ma non il saldo 2015 del conto scambio. E’ normale? In merito alla pubblicazione, non erano entrambe con scadenza scadenza 15 maggio?

    Vorrei inoltre chiedervi, approssimativamente, l’acconto che viene dato in quale percentuale è rispetto al complessivo dell’anno? Cioè… l’acconto che viene dato in corso d’anno ammonta al 50%, di più o di meno, rispetto al totale che verrà chiuso con il saldo?
    Grazie

    • Nicola, il 23 Maggio 2016 ore 14:19

      buon giorno, il mio impianto è attivo da luglio 2014. Ho ricevuto 3 acconti in questi 2 anni, sempre dello stesso importo, al centesimo. La scorsa settimana, sul sito GSE, ho trovato il 3.o acconto (relativo al 2016) e il saldo per l’anno 2015. Tutti pagabili il 22 giugno.

  40. lorenzo, il 19 Maggio 2016 ore 16:16

    Guardando lo scorso anno, mi risulta che il pagamento dell’acconto e il conguaglio dell’anno precedente siano stati effettivamente pagati il mese di giugno. L’acconto fu elaborato in aprile e il conguaglio a maggio, ma il pagamento fu effettuato di giugno. Stiamo a vedere.

  41. marina, il 26 Maggio 2016 ore 17:44

    salve ho installato i pannelli il 5 gennaio 2016 come dovrebbe avvenire il pagamento del GSE?
    dove si possono trovare un po’ di info sui loro pagamenti o quali sono i recapiti del GSE per queste cose?
    grazie

    • Alessandro F., il 27 Maggio 2016 ore 08:52

      Sul sito del gse trovi tutte le info che ti servono.
      Se non l’hai già fatto devi inoltrare a gse (on line) la domanda per lo scambio sul posto.
      Hai anche un’area riservata in cui il gse pubblicherà tutti gli aggiornamenti che ti riguardano (applicazioni.gse.it)

  42. giuseppe, il 2 Ottobre 2016 ore 15:41

    Giuseppe B.
    Io ho installato un impianto fotovoltaico nel 2014 e da allora non ho ancora capito lo scambio sul posto. Ho ricevuto due soli bonifici nell’arco di due anni ,differenti tra loro e nessun conguaglio a fine anno.Non sono mai riuscito ad entrare nel portale per vedere la situazione continuo a chiamare ma non risolvo nulla.

    • Alessandro F., il 3 Ottobre 2016 ore 12:03

      La prima cosa direi è riuscire ad entrare nel portale. Contatta chi ti ha fatto le pratiche di scambio sul posto per farti dare almeno le credenziali di accesso. Parti da qui: https://applicazioni.gse.it/GWA_UI/

      • Alessandro Amadori, il 18 Febbraio 2017 ore 20:06

        Io ho un impianto da febbraio 2015. Diversi acconti e conguaglio di gse. Ma per i kw immessi in rete, non ho mai avuto nulla da enel. A chi mi devo rivolgere ? Grazie della gentile risposta

        • Alessandro F., il 20 Febbraio 2017 ore 11:41

          per questi dovresti, tramite portale gse, comunicare la volontà di ricevere la liquidazione delle eccedenze spuntando l’apposita opzione. In alternativa metteranno le eccedenze (o meglio: il valore delle eccedenze) “a credito” nei conteggi dello scambio sul posto dell’anno successivo. In ogni caso il riferimento è il portale gse.

    • giovanni, il 27 Aprile 2019 ore 09:26

      La raccomandata del GSE è firmata dal Dott.Luca Barberis e così cita.
      Con sentenza del 4 maggio 2012 n.9 dell’Adunanza del Consiglio di Stato,ai sensi degli art.7 e seguenti della Legge 241/90,con procedimento la tariffa spettante di 0,5091 euro/kwh,in base alle richiamate sentenze del Consiglio di Stato,riporta la tariffa spettante a 0,445 euro/kwh e far data 17/03/2015,passerà al recupero della differenza ricevuta in più nel corso degli anni.
      Questa è la situazione di 400 fotovoltaici che nulla ne possono sugli errori commessi dal GSE o dall’ISTAT.
      Per il mio piccolo impianto da 1,92 kwh,ad oggi devo ancora restituire 741 euro.
      Visto come siamo trattati,sto facendo il passaparola a non fare il fotovoltaico,il solo guadagno è di coloro che ci lavorano e non degli utenti.
      Questo sito fa solo pubblicità in materia.Andate su Internet e leggete tutta la sentenza ,capirete.Se ci riuscirò porterò il caso in TV.
      Salute a tutti.

  43. Daniele, il 4 Ottobre 2016 ore 10:03

    Buongiorno
    Ho installato un impianto da 3,924Kw a Maggio 2016
    Ho prodotto fino ad ora 2,3kw ca di questi circa 300/400 autoconsumati
    Vedo sul portale GSE acconto di 48 euro ca.
    E’ vero che l’acconto e’ solo una stima e non e’ fatto sulla produzione effettiva?
    Grazie
    Daniele

    • Alessandro F., il 4 Ottobre 2016 ore 16:08

      Buongiorno Daniele,
      la produzione è misurata in kwh (chilowattora).
      Saranno forse 2.300 kWh prodotti dal tuo impianto in questi 5 mesi?
      L’acconto Gse è un importo anticipato calcolato sulla stima della produzione annuale.
      (un po’ come le bollette del gas: ti addebitano degli acconti durante l’anno, sulla base dei consumi stimati. A fine anno, poi, ti fanno il conguaglio sulla base dei consumi effettivi). Stessa cosa per lo scambio sul posto.

      • Daniele, il 6 Ottobre 2016 ore 12:43

        Si, chiedo scusa, intendevo dire Kwh
        Quindi se ho capito bene se stimo una produzione di circa 3800 kwh di cui 600 autoconsumati (3300 ceduti alla rete) dovrei avere un riaccredito di circa 500 euro tra acconti e conguaglio?
        ciao Daniele

        • Alessandro F., il 10 Ottobre 2016 ore 10:48

          Dipende da quanto prelevi dalla rete. Se prelevi da rete almeno 3.300 kWh, indicativamente il rimborso, è tra i 400 e 500 euro. Dipende anche dalla tua tariffa elettrica (che incide sul CUs).

  44. Vincenzo, il 4 Febbraio 2017 ore 10:26

    Ho un impianto da 6kw/h attivo da giugno 2016..Ho avuto al momento solo 50€..Quando saranno accreditati acconti/conguaglio?Le letture le fa tt il GSE? Grazie

    • gipi, il 13 Febbraio 2017 ore 16:26

      Ciao Vincenzo

      Scusami: Hai almeno letto l’Articolo in testa a questa striscia? Hai magari anche letto il “rimando” sempre contenuto nello stesso articolo?

      Non si può sempre pensare di avere tutto sul piatto d’argento “a richiesta” scrivendo due righe frettolosamente perchè si hanno sempre cose più urgenti da fare.

      Ciao e buone Letture Fotovoltaiche !!!

  45. gipi, il 4 Luglio 2017 ore 15:38

    Ciao a tutti.

    Quanto detto più sotto può interessare tutti coloro i quali hanno un impianto FV sopra i 3 kWp in “SSP” e che normalmente pagano ogni anno al GSE (sotto forma di trattenuta) l’importo di
    36,60 € a titolo di canone per la “Tenuta Conto”.

    Mi occupo della gestione di due diversi Impianti intestati ciascuno a una diversa persona.
    Per entrambi gli Impianti, nella consueta Liquidazione Spettanze (solito piccolo guazzabuglio contabile) del 22 Giugno di quest’anno 2017, non sono stati trattenuti ”alla fonte” i consueti 36,60 € di “Tenuta Conto 2017”.

    Ho fatto presente la anomala situazione al GSE che ha “registrata” la mia Segnalazione/Domanda (vedere sotto) e mi ha assegnato un Numero di Riferimento. Loro (come molti altri votati anima e corpo all’uso intensivo e smodato della esterofilia linguistica), per dire il vero, mi hanno assegnato un bel “TICKET” ?!?!?! .

    Da: Xxxxxx Yyyyyy
    Inviato: 22/06/2017 19:31 
    Oggetto: SSP – ST 

    Utente: Wwwww Zzzzzz Operatore: Convenzione/Pratica: Provenienza email: Sistema Operativo: WinXP Browser: Desktop Messaggio: Riferimento : CONVENZIONE : SSP 00444119 CODICE POD : IT001E0631898981 Oggetto : LIQUIDAZIONE SPETTANZE IN DATA 22 Giugno 2017 Dalla verifica di quanto è stato accreditato sul Conto Corrente presso la Banca di pertinenza ho notato che non è stato trattenuto il consueto IMPORTO PER GESTIONE CONTO (anno 2017) di 30€+IVA 22% = 36,60 €. In pratica sono stati accreditati 651,65 € anziché gli attesi 615,05 €. Immagino che vi sarà una successiva rettifica in occasione del 2° Anticipo SSP del2017 oppure e cambiata qualche regola ??? Ringrazio anticipatamente per la Vs. risposta . Xxxxxx Yyyyyy

    Per il momento non ho ancora ricevuto risposta.
    Poiché dovrebbe trattarsi di un errore da parte del GSE, e dato che Loro trattano i Dati di tutti gli “Amministrati” attraverso programmi di Computer, penso che qualcuno dei loro Programmatori deve averci messo mano per qualche altro motivo e….. ha combinato il “pasticcio”. Dunque, l’ errore segnalato, dovrebbe essere stato diffuso su larga scala.

    Qualcuno dei frequentatori di questo Sito potrebbe controllare i suoi conti e riferire se, anche a lui, è successa la stessa cosa ? .

    • gipi, il 31 Luglio 2017 ore 20:14

      In data 31 Luglio 2017 il GSE mi ha così risposto :
      ——
      Gentile Operatore,
      La informiamo che, in seguito alle novità dovute all’aggiornamento della normativa dello Split Payment, il GSE ha momentaneamente sospeso i processi di fatturazione attiva al fine di aggiornare i proprio servizi informatici.
      La invitiamo pertanto ad attendere l’aggiornamento del sistema informatico e la pubblicazione delle fatture GSE.
      La informiamo che il Suo codice cliente è: XXXXXXX, ed il ticket associato è: YYYYYYY .
      Cordiali saluti
      ——-

      Naturalmente una sapiente pennellata di Inglese non guasta mai!!!!
      Lo “Split Payment” (tradotto) potrebbe voler dire “Pagamento Frazionato (letteralmente: a pezzetti).
      Forse suddivideranno il totale (36,60 €) su ognuno dei 2 Acconti Annuali che vengono pagati per lo SSP ??? . Vedremo….

      Il tutto comunque resta subordinato alla ultimazione della Operazione di Aggiornamento dei Programmi dei loro Computer.

      • giovanni, il 27 Aprile 2019 ore 09:24

        La raccomandata del GSE è firmata dal Dott.Luca Barberis e così cita.
        Con sentenza del 4 maggio 2012 n.9 dell’Adunanza del Consiglio di Stato,ai sensi degli art.7 e seguenti della Legge 241/90,con procedimento la tariffa spettante di 0,5091 euro/kwh,in base alle richiamate sentenze del Consiglio di Stato,riporta la tariffa spettante a 0,445 euro/kwh e far data 17/03/2015,passerà al recupero della differenza ricevuta in più nel corso degli anni.
        Questa è la situazione di 400 fotovoltaici che nulla ne possono sugli errori commessi dal GSE o dall’ISTAT.
        Per il mio piccolo impianto da 1,92 kwh,ad oggi devo ancora restituire 741 euro.
        Visto come siamo trattati,stò facendo il passaparola a non fare il fotovoltaico,il solo guadagno è di coloro che ci lavorano e non degli utenti.
        Questo sito fa solo pubblicità in materia.Andate su Internet e leggete tutta la sentenza ,capirete.Se ci riuscirò porterò il caso in TV.
        Salute a tutti.

  46. Nicola, il 26 Marzo 2018 ore 23:32

    Buona sera Alessandro,
    il codice IBAN che il progettista aveva comunicato ad allora E-distribuzione causa fallimento della banca (Popolare di Vicenza per l’esattezza) è stato cambiato per assorbimento della stessa in Intesa San Paolo.Vorrei comunicare il nuovo codice IBAN ma quando cerco di entrare nell’area clienti, compilando tutti i campi, ovviamente mi viene chiesto un PIN che non ho.
    Come devo fare?.
    Grazie

    • Alessandro F., il 27 Marzo 2018 ore 09:58

      per velocizzare proverei a contattare direttamente chi ha inserito la pratica. In alternativa risolvi direttamente col Gse, sul loro sito c’è il numero del call center.

    • ligabue82, il 28 Marzo 2018 ore 19:31

      Il Pin ce l’ha chi ha inserito la pratica sul portale Enel. Puoi anche richiederne uno nuovo che però arriva sul numero di cellulare inserito in fase di registrazione.
      saluti

      • Nick74, il 29 Marzo 2018 ore 16:54

        Ho già contattato chi ha inserito la pratica…. mi passerà il tutto….. grazie a tutti…..

  47. gipi, il 25 Giugno 2018 ore 11:48

    Ciao a tutti

    Una piccola buona notizia dal GSE !!!!

    Il GSE sembra aver inaugurato un Sistema di Avviso Pagamenti sull’indirizzo di Posta Elettronica degli Utenti.

    Per due miei Impianti, in vista del consueto pagamento a consuntivo dell’anno precedente (2017) previsto per il 21 giugno 2018, il GSE mi ha inviata (con 5 giorni di anticipo) una Notifica con uno scarno resoconto contabile e con varie notizie/avvertenze di contorno.

    Ora, qui, non è possibile disquisire sui dettagli della “Notifica”. Chi la ha ricevuta potrà valutare di quale utilità reale può essere…….

    Secondo il mio punto di vista si poteva fare molto meglio nel dettaglio della parte “contabile”.

    Il mio voto è 4/10. Il GSE deve sicuramente presentarsi agli “esami di riparazione”

  48. lucio, il 2 Novembre 2018 ore 18:33

    ma gli importi pagati da GSE vanno nella dichiarazione dei redditi ?

    • gipi, il 7 Novembre 2018 ore 20:41

      Ciao Lucio

      Se il GSE paga delle ECCEDENZE DI PRODUZIONE allora emette anche una Certificazione di Pagamento per l’importo che viene pagato.
      Tale importo deve essere messo in Dichiarazione dei Redditi e sarà soggetto a tassazione in funzione dello Scaglione di Reddito del quale va a fare parte.

      Di solito per piccoli Impianti sino 3 kWp, ad uso familiare e ben utilizzati, non si generano Eccedenze.

      L’altro pagamento detto “CS”, per l’ammontare del valore in € dell’Energia (kWh) SCAMBIATA CON LA RETE non è soggetto a nessuna dichiarazione (si incassa e basta).

      • Lucio, il 7 Novembre 2018 ore 22:01

        Grazie

      • giovanni, il 27 Aprile 2019 ore 09:25

        La raccomandata del GSE è firmata dal Dott.Luca Barberis e così cita.
        Con sentenza del 4 maggio 2012 n.9 dell’Adunanza del Consiglio di Stato,ai sensi degli art.7 e seguenti della Legge 241/90,con procedimento la tariffa spettante di 0,5091 euro/kwh,in base alle richiamate sentenze del Consiglio di Stato,riporta la tariffa spettante a 0,445 euro/kwh e far data 17/03/2015,passerà al recupero della differenza ricevuta in più nel corso degli anni.
        Questa è la situazione di 400 fotovoltaici che nulla ne possono sugli errori commessi dal GSE o dall’ISTAT.
        Per il mio piccolo impianto da 1,92 kwh,ad oggi devo ancora restituire 741 euro.
        Visto come siamo trattati,sto facendo il passaparola a non fare il fotovoltaico,il solo guadagno è di coloro che ci lavorano e non degli utenti.
        Questo sito fa solo pubblicità in materia.Andate su Internet e leggete tutta la sentenza ,capirete.Se ci riuscirò porterò il caso in TV.
        Salute a tutti.

  49. giovanni, il 8 Marzo 2019 ore 00:11

    Grazie al Consiglio di Stato ,l’Istat GSE sta riprendendosi gli incentivi ricevuti fino al 2014,siamo 4000 poveri tartassati.

    • gipi, il 11 Marzo 2019 ore 17:05

      Ciao Giovanni

      Potresti dare qualche informazione più dettagliata ? Sarebbe molto utile saperne di più……………..

      Già nel recente passato (credo di ricordare che era il 2017) c’erano stati dei “ricalcoli tecnici” sulle letture dei Contatori di ENEL che avevano portato a revisionare i Conti del GSE.
      Tuttavia, dopo poco e dopo le proteste degli interessati, il GSE aveva fatto marcia indietro rimettendo tutto a posto e dicendo che si era trattato di un errore di ENEL che, non si sa perché, si era messa a inviare al GSE rettifiche di letture Contatori per alcuni anni addietro.

      Sarà mica la stessa storia che si ripete ? Tu parli di “CONSIGLIO DI STATO” e quindi dovrebbe essere una cosa diversa.

      FACCI SAPERE !!!

      • giovanni priano, il 18 Aprile 2019 ore 09:22

        Caro Gipi,qui la storia è ben diversa ed interessa tutti gli impianti nati prima del 2014 con il conto energia ed incentivo,
        In sostanza detti impianti erano soggetti ad una rivalutazione dell’Istat,sul KWh e quindi in denaro.Per il mio caso che sono col primo conto energia,il mio cholowatt partito da 0,44 centesimi,era arrivato al 2014 su 0,52 centesimi.
        L’Istat decide di bloccare gli incentivi e ne nasce una causa col TAR della Lombardia,che dura due anni.Il Consiglio di Stato nel 2014 dà ragione all’Istat GSE(non era Bonomo quello delle minigonne) che invia a tutti noi 4000 una raccomandata,in sintesi dato che è di 4 fogli,l’incentivo si doveva restituire attraverso quello che si maturava dal 2014 in poi,ripartendo da 0,44 centesimi..Ad oggi non ho più rivevuto nulla,ho scritto al Consiglio di Stato,All’Istat GSE che con una sola risposta mi hanno minacciato di calunni,alla Scambio sul Posto,al Fotovoltaico GSE,NON rispondono è una vergogna.Ti lascio la mia mail e se mi scrivi ti mando la sentenza del Consiglio di Stato. giovanni.priano@hotmail.it
        Un caro saluto.

      • giovanni priano, il 19 Aprile 2019 ore 23:31

        Oggi il Fotovoltaico GSE mi ha confermato che il debito sul recupero dovrebbe terminare a luglio,questi sono problemi degli impianti fatti prima del 2014.

    • gipi, il 11 Marzo 2019 ore 17:27

      P.S.

      Ho dato una rapida “scorsa” a quanto reperibile su Internet e mi sembra che la faccenda possa riguardare più che altro i Produttori Industriali .

      Ci sono i casi di alcune situazioni definite “ARTATO FRAZIONAMENTO (di Impianti)” e anche di “SBILANCIAMENTO DI PRODUZIONE”.

      Comunque nulla che interessi i Piccoli Produttori Domestici (Impianti sino a 20 kWp).

      Tu potrai precisare meglio, dato che hai anche richiamato una “platea” di 4000 interessati……..

      • giovanni priano, il 18 Aprile 2019 ore 20:27

        I 4000 impianti beffati sono tutti sotto i 20KWp,mi capite o non mi capite?Se fate finta di non capirmi vuol dire che state difendendo l’operato di qualcuno.Chi è costui?

        Chi vuole avere la famosa raccomandata inviata dall’Istat GSE deve solo chiedermela.

  50. Giovanna, il 17 Aprile 2019 ore 20:04

    Leggo di “convenzione con gse” ma la stipula chi installa l’impianto fotovoltaico o il proprietario dell’impianto stesso? Io non ho stipulato alcuna convenzione e ad oggi, trascorso 1 anno, non ho ricevuto alcun rimborso?
    Mi sapete dire cosa devo fare? Grazie

    • giovanni priano, il 18 Aprile 2019 ore 09:23

      Caro Gipi,qui la storia è ben diversa ed interessa tutti gli impianti nati prima del 2014 con il conto energia ed incentivo,
      In sostanza detti impianti erano soggetti ad una rivalutazione dell’Istat,sul KWh e quindi in denaro.Per il mio caso che sono col primo conto energia,il mio cholowatt partito da 0,44 centesimi,era arrivato al 2014 su 0,52 centesimi.
      L’Istat decide di bloccare gli incentivi e ne nasce una causa col TAR della Lombardia,che dura due anni.Il Consiglio di Stato nel 2014 dà ragione all’Istat GSE(non era Bonomo quello delle minigonne) che invia a tutti noi 4000 una raccomandata,in sintesi dato che è di 4 fogli,l’incentivo si doveva restituire attraverso quello che si maturava dal 2014 in poi,ripartendo da 0,44 centesimi..Ad oggi non ho più rivevuto nulla,ho scritto al Consiglio di Stato,All’Istat GSE che con una sola risposta mi hanno minacciato di calunni,alla Scambio sul Posto,al Fotovoltaico GSE,NON rispondono è una vergogna.Ti lascio la mia mail e se mi scrivi ti mando la sentenza del Consiglio di Stato. giovanni.priano@hotmail.it
      Un caro saluto.

  51. Angelo, il 18 Aprile 2019 ore 11:25

    Buon giorno a tutti,

    Vorrei sfruttare al meglio l’energia prodotta dal mio impianto FTV, in quanto il mio autoconsumo si attesta intorno al 30%.

    Anziché impiegare delle batterie che costano 4 – 5000 €, pensavo di affiancare al mio impianto FTV, un AERO GENERATORE – MINI EOLICO con le seguenti caratteristiche:
    – 12 Volt e circa 600 Watt di potenza erogata.
    – Costa 1000 € – fornitura e installazione –
    – che darebbe il meglio in caso di condizione meteo avverse come il vento, pioggia….

    Tenendo presente che:

    – il mio INVERTER accetta in ingresso 300 Volt e Max 9,5 Ampere.
    – vanno elettricamente separati i pannelli dal generatore MINI EOLICO.

    Avete qualche suggerimento in merito ai dc/dc Converter da utilizzare per passare da 12 Volt -> 300 Volt ?

    Grazie, Angelo.

    • giovanni, il 21 Aprile 2019 ore 20:26

      Ottima idea ma…………..
      Il tuo impianto è stato progettato per produrre tot chilowatt all’anno.

      Se con l’eolico,con una turbina,con un gruppo elettrogeno ed altro,superando il valore di progetto,il GSE ti manda a casa gli ispettori e rischi che ti venga tolto quello che oggi ricevi.auguri.

    • giovanni, il 22 Aprile 2019 ore 18:45

      Buon giorno Angelo.

      Ti avevo risposto,si vede che quello che dico non è piaciuto e lo hanno cancellato.
      Vedremo se cancellano anche questo.
      Auguri.

      • gipi, il 23 Aprile 2019 ore 17:16

        Ciao Giovanni

        Sono un semplice scribacchino su questo Sito………….

        Forse la modalità funzionale del Sito ti ha data l’impressione di essere stato “censurato”.
        Tutto può succedere, ma la cosa sarebbe abbastanza inconsueta.

        Ora che i tuoi due interventi, di cui sopra, sono stati pubblicati (a meno che non ve ne fosse un terzo effettivamente censurato) potresti dire come stanno le cose in modo da fugare qualsiasi dubbio ?

        Un grazie anticipato se vorrai chiarire la situazione !

        • giovanni, il 26 Aprile 2019 ore 19:31

          Caro Gipi.
          Vorrei allegare la raccomandata del GSE fatta a noi 400 polli,cerco di fare copia incolla ma non ci riesco.L’ho ricevuta in formato PDF.
          A presto e auguri.

        • giovanni, il 26 Aprile 2019 ore 20:47

          Vorrei allegare la mail e il telefono ma ho il dubbio che il sito li cancelli,proviamo:giovanni.priano@hotmail.it 3475069660

          Fatemi sapere perché se così fosse mi cancello dal sito.
          Saluti.

        • giovanni, il 27 Aprile 2019 ore 09:22

          La raccomandata del GSE è firmata dal Dott.Luca Barberis e così cita.
          Con sentenza del 4 maggio 2012 n.9 dell’Adunanza del Consiglio di Stato,ai sensi degli art.7 e seguenti della Legge 241/90,con procedimento la tariffa spettante di 0,5091 euro/kwh,in base alle richiamate sentenze del Consiglio di Stato,riporta la tariffa spettante a 0,445 euro/kwh e far data 17/03/2015,passerà al recupero della differenza ricevuta in più nel corso degli anni.
          Questa è la situazione di 400 fotovoltaici che nulla ne possono sugli errori commessi dal GSE o dall’ISTAT.
          Per il mio piccolo impianto da 1,92 kwh,ad oggi devo ancora restituire 741 euro.
          Visto come siamo trattati,stò facendo il passaparola a non fare il fotovoltaico,il solo guadagno è di coloro che ci lavorano e non degli utenti.
          Questo sito fa solo pubblicità in materia.Andate su Internet e leggete tutta la sentenza ,capirete.Se ci riuscirò porterò il caso in TV.
          Salute a tutti.

    • gipi, il 23 Aprile 2019 ore 17:28

      Ciao Angelo

      Condivido le considerazioni fatte da Giovanni !

      Comunque tu non è che sfrutteresti al meglio il tuo FV (che rimarrebbe sempre lo stesso) ma, semplicemente, aumenteresti le tue possibilità di Generazione da Energie Alternative.

  52. giovanni, il 28 Aprile 2019 ore 09:27

    Su questo sito pensano solo a fare pubblicità al fotovoltaico e se scrivi qualche cosa contro il fotovoltaica cancellano e non pubblicano.
    Abbandonate il sito.

    Giovanni

    • Alessandro F., il 28 Aprile 2019 ore 22:43

      non mi sembra che quello che scrivi venga cestinato. Hai tempestato anche vari altri articoli di tuoi commenti copia-incolla e sono stati pubblicati (è attivo solo un sistema automatico anti spam).
      Abbandonalo TU il sito. Ciao

  53. giulio roberto, il 15 Maggio 2019 ore 06:13

    con l’arrivo del primo conquaglio è arrivata la delusione più profonda, certo, sapevo già che l’energia prodotta dal mio fotovoltaico sarebbe stata pagata con una tariffa irrisoria, ma, pensavo, consultando i vari calcoli simulati, di ricevere una cifra decente. Purtroppo la realtà è un’altra, l’energia prodotta dai pannelli viene rimborsata con una tariffa veramente ridicola (0,045 circa) mentre quella prelevata in rete vale ALMENO 0,20 euro, 4 volte e mezzo rispetto a quello che viene riconosciuto alla produzione privata. Cosa dire, tanti amici e colleghi mi chiedevano pareri sulla convenienza di investire nei pannelli, bene, ora posso serenamente sconsigliare questa scelta, l’unica soddisfazione potrebbe essere quella di essere coscienti di produrre energia pulita, per il resto, ho la netta sensazione che i frutti dell’investimento privato li raccolgono altri.
    Ci vorranno circa 11 anni per ammortizzare l’impianto, dopodichè, se mi va bene, mi troverò di fronte ad una ardua scelta: spenderò altri soldi per sostituire l’inverter esaurito sperando di ammortizzare la spesa affrontata oppure mi fermo ? credo che mi fermerò

    • giovanni, il 16 Maggio 2019 ore 00:06

      Caro Gulio.
      Come ti capisco,ormai ci siamo dentro fino al collo,l’unico vantaggio è quello di consumare tutto quello che si produce ,pagare le bollette
      e fare una pessima pubblicità a coloro che guadagnano sulle nostre spalle.La colpa è tutta dei politici.

    • ligabue82, il 16 Maggio 2019 ore 12:40

      Hai fatto male i calcoli o hai interpretato male il file GSE di Scambio sul posto.
      Io riceverò 11,5 c€/kWh scambiato, come tutti daltronde…

      • giovanni, il 16 Maggio 2019 ore 14:29

        Ha ragione Giulio,la pagano 4 centesimi,tu che ne ricevi 11,5 è perchè la vendi all’Enel e ci devi pagare le tasse.

        • ligabue82, il 17 Maggio 2019 ore 09:49

          Io non vendo nulla…
          Se non conoscete il funzionamento dello SSP, fareste meglio a restare in silenzio invece di dire baggianate…
          Se volete un aiuto postate i dati del foglio di calcolo GSE e vedrò di aiutarvi. E’ necessario che mi indichiate i prelievi e i consumi, l’OE (onere energia), il CS (contributo scambio).

        • giovanni, il 18 Maggio 2019 ore 00:11

          Bene,facci sapere come fai a ricevere 11,5 cent. di .euro a kwh
          non sarà che ricevi 0,115 euro a kwh?

      • giulio roberto, il 16 Maggio 2019 ore 21:26

        interpretare il file del GSE ? neppure Zichichi ci riuscirebbe, complimenti a te che l’hai decifrato, io sono abituato a fare i conti in modo molto concreto, diretto, 5.400 Kw prodotti, 1.700 prelevati dai prodotti, 3.700 immessi in rete con un incasso di 160 euro, la divisione dice 0,043.
        11,5 centesimi al Kw ? magari !!!!

        cercherò di interpellare il GSE, la differenza tra quello che asserisci tu e quello che risulta a me, è notevole, magari hanno sbagliato

        ciao

        • ligabue82, il 17 Maggio 2019 ore 09:54

          Per chi è del mestiere come me, è di facile interpretazione.
          Dici che hai immesso 3700 kWh, ma non indichi quanti ne hai prelevati dalla rete enel (non dal FTV). Se hai incassato (tra acconti e conguaglio che ti arriverà a giugno) circa 160€, ipotizzo che hai prelevato da rete circa 1400kWh. Confermi? Se è così continuiamo il ragionamento e proverò ad aiutarti a capire. Ma senza dati non posso aiutarvi…

          saluti

      • giovanni, il 18 Maggio 2019 ore 09:33

        Caro Ligabue82.
        Ho l’impianto in Genova da 5,25 kwh entrato in funzione nel 1/1/2009.( 10 anni )
        Ti allego la situazione del 2017:energia prelevata 507 ,energia immessa 6457.
        Contributo 64,68 euro
        Costi amministrativi 36,60 euro con fattura GSE n.826248
        Conguaglio in Contributo conto scambio -17,23

        Cosa mi rispondi?non mi sembra che il trattamento si uguale per tutti,dove sono finiti i 5950 chilowatt ?A chi li hanno regalati?
        Attendo tuoi lumi.
        Grazie.

        • gipi, il 20 Maggio 2019 ore 11:29

          Ciao Giovanni (da Genova – Impianto 5,25 kWp- 2° C.E. – 1 Gennaio 2010)

          Saresti pregato di autodenominarti “Giovanni da Genova” oppure “Giovanni Priano” (se sei la stessa persona) altrimenti si crea una baraonda di Giovanni vari e non se ne esce !
          ——– ——- ——- ——

          Ligabue82 ti dirà la sua. Io mi permetto di dirti la mia…………..

          Cominciamo con il dire che avresti anche potuto dire, per facilitare le cose, che il tuo Impianto, oltre ad essere entrato in funzione il 1/1/2009 appartiene al 2° Conto Energia che ha un “trattamento” del tutto particolare e ormai non ha nulla a che vedere con il trattamento degli Impianti che sono successivi alla data del 1 Luglio 2013 (SSP puro).

          Per il tuo Impianto tu percepisci 2 RITORNI separati :
          Un Ritorno dagli INCENTIVI + un Ritorno dallo Scambio sul Posto (SSP).
          —————————————————————–

          LO SCAMBIO SUL POSTO :

          Per lo SSP vengono fatti calcoli complessi ma che, sostanzialmente, fanno riferimento all’entità dei CONSUMI IN BOLLETTA (consumi in kWh).

          La tua casa che ha il Fotovoltaico, a vedere i valori dello SCAMBIO (che saranno gli stessi che trovi facendo la somma dei kWh delle 6 Bollette 2017), appare pressoché disabitata.

          Se tu consumi così poco, come i 507 kWh/anno che dici, allora lasci alla Rete tutti i 6457 – 507 = 5950 kWh che per il 2017 POTREBBERO essere stati valutati in 5950 x 0,057 €/kWh = 339 €.
          Su questo punto non sono per nulla sicuro in quanto, FORSE, per il tuo Impianto (2° C.E.) questo tipo di “ritorno” non è previsto in quanto tu benefici già dell’INCENTIVO SU TUTTI I kWh PRODOTTI dal tuo Impianto.
          Su questo argomento le notizie reperibili risultano praticamente inesistenti. Al più si accenna ad un “conto in kWh versati e non utilizzati” ai quali si potrebbe attingere (sempre in kWh) attraverso maggiori consumi negli anni successivi ma non oltre il limite di decorrenza di 3 anni…………

          Questo sicuramente non è nelle tue possibilità visti i tuoi consumi al lumicino.
          Direi che i tuoi kWh lasciati alla Rete sono persi totalmente !

          Devo farti notare anche una strana coincidenza che però potrebbe essere un tuo errore di interpretazione :
          Tu dici “Contributo 64,68 euro” ma questo valore, stranamente, è identico a quello dell’Anticipo Semestrale che per il tuo impianto fa proprio 5,25 kWp x 12,32 = 64,68 €

          In linea di principio il tuo ipotetico Saldo del Computo CS 2017 (liquidato a fine giugno 2018) secondo me, avrebbe potuto essere :

          Valore dello Scambio (anno 2017 intero) : 507 x 0,100 = 50,70 € (+)
          1° acconto semestrale 2017 erogato……. : 5,25 x 12,32 = 64,68 € (-)
          2° acconto semestrale 2017 non erogato
          Spese di tenuta Conto …………………………. : 36,60 € (-)
          1° acconto semestrale 2018 ………………… : 64,68 € (+)

          Saldo CS a pagare : 50,70 – 64,68 – 36,60 + 64 68 = +14,10 €

          Tu dici che GSE ti ha conteggiato un – 17,23 € . Io non posso fare conteggi stimati più precisi del GSE, comunque si può dire che la distanza non è molta. Bisogna vedere i dettagli del loro Foglio di Calcolo.

          Tu sei in grado di accedere ai dati del Foglio di Calcolo Elettronico che il GSE ti aveva preparato?

          Se sei in grado allora dovresti comunicarci tutti i dati contenuti nelle caselle delle righe n° 1 e 2 che ti elenco :
          Caselle : C – F – K – N – O – P – Q – R – T – V – W – X – Y – Z – AA – AB – AD.
          ————————————————————

          I TUOI RITORNI DA “INCENTIVO” (2° C.E.)

          Cominciamo con il dire che per il 2° C.E. il grosso del “ritorno”, a compensazione delle Spese di Realizzazione Impianto, deriva dal VALORE DELL’INCENTIVO RICONOSCIUTO E GARANTITO PER 20 ANNI SULLA QUANTITA’ TOTALE DI ENERGIA PRODOTTA OGNI ANNO e tu non dici quanta ne produce il tuo Impianto ma solo quanta viene CONFERITA IN RETE. Comunque la conferisci praticamente tutta.

          Dato che non dici l’entità dell’INCENTIVO che percepisci cercherò di quantificarlo (in base alla bibliografia della quale dispongo) in due possibili valori, a seconda del Tipo realizzativo del tuo Impianto rispetto alla falda del tetto, e sapendo che il tuo Impianto supera il limite dei 3 kWp :
          — Tipo “non integrato” = 0,3724 €/kWh (facciamo conto che questo sia il tuo Incentivo)
          — Tipo “integrato” = 0,4116 €/kWh

          La PRODUZIONE IPOTETICA del tuo Impianto (in provincia di Genova) per l’anno 2017 potrebbe verosimilmente essere stimata in 5,25 x 1250 = 6562 kWh/anno il che si accompagna credibilmente con i tuoi CONFERIMENTI IN RETE che dici essere di 6457 kWh ( la casa pressoché disabitata potrebbe AUTOCONSUMARE qualcosa tipo 6562 – 6457 = 105 kWh/anno.

          Tutto ciò premesso e dato per buono, risulterebbe che tu ricevi dal GSE anche un Ritorno Annuale da Incentivo (calcolato sul TOTALE DELLA PRODUZIONE FV) di :6562 kWh x 0,3724 €/kWh = 2443.69 €/anno.

          Sembrerebbe molto ma non lo è dato che tu, presumibilmente, per il tuo Impianto (pagato ai prezzi nel 2008) potresti aver speso qualcosa come 5,25 kWp x 5000 €/kWp = 28.875 € ma arrotondiamo a 30.000 €.

          Questi 30.000 € te li devi ammortare tutti con il Ritorno da Incentivo ( 2443 €/anno) dato che dallo Scambio sul Posto non puoi trarre fuori praticamente nulla.

      • giovanni, il 19 Maggio 2019 ore 15:04

        Caro Legabue82

        Impianto del 2009 a Genova,primo conto energia.tutto è andato liscio fino al 2014,con incentivi e scambio sul posto.Potenza impianto 1,92 kwh.
        situazione del 2017,conguaglio contributo in conto scambio -4,18.
        sotto soglia 0,05
        prelevata 218 kwh,immessa 2670.
        Dal 2014 non ricevo più nulla,fammi sapere la tua illuminata opinione.saluti

        • ligabue82, il 21 Maggio 2019 ore 22:10

          Prelievo molto basso. Conguaglio praticamente nullo… Hai molte eccedenze, come vedi tutto quadra!
          Puoi vendere le eccedenze e farti rimborsare.

        • gipi, il 21 Maggio 2019 ore 22:32

          Ciao Giovanni o Giovanni Priano (forse meglio : Giovanni Priano da Genova ; Impianto 1,92 kWp – 1° C.E.)

          Per cortesia potresti usare sempre un nome unico !

          A che serve fare domande trabocchetto a “Ligabue82” ?

          Il tuo caso lo avevi già esposto ed era stato detto, DA TE STESSO, che il GSE ti stava trattenendo sulle tue spettanze quanto dovuto a causa di un precedente pasticcio Legale/Amministrativo per cui avevi ricevuto, per diversi anni, pagamenti maggiori del dovuto.

          Hai iniziato a TEMPESTARE su questa “striscia” e su altre in modo disordinato accodandoti a qualsiasi discussione anche senza alcun nesso di causa.

          Su questa striscia hai iniziato a partire dal discorso aperto da “Lucio, Il 2 Novembre 2018 Ore 18:33”.

          Posso capire i motivi della tua irritazione ma anche tu dovresti capire che avevi ricevuto più di quanto ti spettava e ora ti stanno facendo pareggiare i conti.

          Dunque il FV ,in se stesso e nelle sue astruse regole, sarà anche criticabile ma tu (e tutti gli altri nella tua condizione) ve la dovete eventualmente prendere con l’ondivago funzionamento della nostra Giustizia Amministrativa o, ancora meglio, con chi promuove Cause Cavillose che poi alla fine provocano solo sconquassi.
          ————————————————–

          Qualora io non vessi capita la tua reale situazione potrai anche precisare meglio………………….

  54. giulio roberto, il 16 Maggio 2019 ore 13:12

    Difatti, ed è per questo motivo che sconsigliero’ a tutti di farlo, proprio per evitare che anche loro possano sbagliare, ciao

    • ligabue82, il 17 Maggio 2019 ore 09:47

      Mi dispiace che la pensi così… Purtroppo quando non si riesce a capire come funziona, si pensa di aver fatto un investimento sbagliato. Ma io dico: chi vi ha venduto/installato l’impianto non vi spiega come funziona lo scambio sul posto?
      Io sono 14 anni che spiego ai miei clienti (circa 700 ad oggi) come funziona il FTV e lo SSP e NESSUNO si è mai lamentato…

      • giulio roberto, il 20 Maggio 2019 ore 08:00

        vedi, puoi spiegarmi tutto quello che vuoi, potrei anche capire il funzionamento, ma alla fine, risulterà sempre che il Kw da me prodotto mi verrà pagato a 0,045 euro mentre per quello prelevato dalla rete pagherò circa 0,21 euro, ho capito male il funzionamento ? sicuramente si, altrimenti non avrei investito un euro per chi, poi, senza troppi sforzi guadagna sui miei kw prodotti.
        Potresti anche spiegarmi scientificamente che la terra è piatta ma la realtà è che dal satellite, le immagini dicono che la terra è tonda, ho sbagliato, è vero, ho capito male, ma vorrei solo avvertire altre possibili vittime di non avventurarsi in questa avventura senza “ritorni”
        Probabilmente, il tuo calcolo prevede 0,11 euro includendo anche il risparmio sulla bolletta, sono abituato alla sintesi e non alle filosofie infinite e, in pratica, l’ammortamento dell’impianto lo vedrò tra circa 11 anni, salvo imprevisti durante questo lungo periodo, dopodichè, statisticamente l’inverter si guasta, dov’è la convenienza ? l’unica soddisfazione, ripeto, l’UNICA soddisfazione, rimane il pensiero di aver prodotto energia senza emissioni, forse non sarà neppure poco ma affermare che questo è un investimento, rimane solo una bella illusione

  55. NICOLA, il 16 Maggio 2019 ore 14:59

    Ho dato una rapida scorsa al foglio di calcolo fornitomi dal sito del GSE.Ho notato 2 cose: Dal sito risulta che l’acconto quest’anno è sceso a 27 euro (contro i 36 degli anni passati) e sul foglio di calcolo risulta che l’immissione di elettricità in rete per i mesi di luglio e agosto è stata la medesima al millesimo di KWh. ritengo abbastanza improbabile che si possa verificare tale circostanza. Qualcuno ha notato anomalie simili ? Qualcuno conosce il motivo della variazione dell’importo di acconto? Grazie Nicola

    • giovanni, il 17 Maggio 2019 ore 08:38

      Ho notato che in base ai miei rilievi annuali,l’energia prelevata risulta ma quella prodotta è inferiore di 400 kwh. Ho chiesto chiarimenti al fotovoltaico e attendo.

    • ligabue82, il 17 Maggio 2019 ore 09:45

      La variazione dell’importo di acconto è stata stabilita dalle nuove regole tecniche: https://www.gse.it/servizi-per-te/news/ssp-aggiornate-le-regole-tecniche-per-il-calcolo-del-contributo-in-conto-scambio

      Per quanto riguarda l’immissione di luglio e agosto (la medesima), è probabile che enel abbia preso le letture totalizzate nei due mesi e diviso per 2 equamente, perchè magari non è riuscita a prendere le singole letture mensili…

      saluti

    • gipi, il 17 Maggio 2019 ore 16:20

      Ciao Nicola

      Io, con un impianto da 9,6 kWp (sito in Zona Nord), non ho avuto nessuna variazione. Il mio “acconto semestrale” è sempre stato, come di regola, di 118,27 €/semestre compreso questo del 2019.

      Gli acconti vengono calcolati dal GSE con una certa formula e relativamente ad una delle 3 Zone Nazionali di Produttività.
      La formula, ridotta alla sua essenza pratica, fornisce un “numeretto” da moltiplicare per la Potenza Dichiarata di ogni singolo Impianto( kWp).
      Il “numeretto” in pratica rappresenta l’importo in € dell’anticipo semestrale rispetto ad 1 kWp installato.

      Se l’Impianto risulta disattivato per qualche tempo (es. Inverter o altro guasto) e se il GSE viene avvisato del periodo di inattività dell’impianto (sarebbe obbligatorio farlo ma dubito che venga realmente fatto da qualcuno) allora viene fatto un conteggio parametrato ai giorni di effettivo funzionamento nel semestre.
      In questo caso, per un certo semestre, verrebbe corrisposto un anticipo inferiore a quello “pieno”.
      Altri motivi non ne conosco .

      Praticamente :

      Zona Nord : 12,32 x kWp
      Zona Centro : 13,44 x kWp
      Zona Sud : 14,56 x kWp

      Gli anticipi sono maggiori per le Zone con più Insolazione media annuale.

      Nel tuo caso, visto che parli di “anticipo” da 36 € tondi e facendo un conto inverso, si direbbe che, se tu risiedi nella Zona Nord, hai un Impianto FV da 36 / 12,32 = 2,92 kWp

    • gipi, il 19 Maggio 2019 ore 21:55

      Ciao Nicola

      Effettivamente andando a vedere oggi nel mio “conto GSE” ho visto che il giorno 15 Maggio mi è stato assegnato e ridotto l’importo del 1° Acconto 2019 portandolo dai precedenti 118,27 € agli attuali 87,36 € (riduzione del 26,14 %).

      Io ero rimasto indietro, nel consultare il mio conto, al 10 Maggio.

      Tutto è avvenuto in base a quanto spiego, più dettagliatamente, nel mio intervento per “Ligabue82” che potrai leggere un po’ più in basso in questo filone di discussione.

      Nel tuo caso il nuovo conteggio del GSE sarebbe : 2,92 kWp x 9,10 = 26,57 € che loro, per metodo contabile, arrotondano ai 27,00 € che avevi segnalati.

      Alla fine, a consuntivo dell’annualità 2019, comunque riceverai un maggiore “saldo residuo”.
      Non è proprio la stessa cosa di prima ma bisogna adeguarsi………………..

      • Nicola, il 20 Maggio 2019 ore 12:02

        Ciao Gipi, innanzitutto GRAZIE ! Nei tuoi post sei stato estremamente chiaro ed esaustivo. Nel mio post originale ho indicato in un generico 27 euro l’importo anticipato omettendo i decimali. In effetti il mio impianto è di 3 Kw (posizionato al Nord) ed il calcolo da te proposto quadra al centesimo (27,30). Mi auguro, inoltre, che la tua spiegazione in relazione ai valori uguali rilevati per luglio e agosto sia corretta. Purtroppo l’azienda che mi ha installato l’impianto è fallita e con essa anche il software di monitoraggio: non ho più visibilità da remoto della produzione giornaliera (posso accedere solo all’inverter in Wi-fi da casa o atraverso un pc che a casa deve rimanere acceso) e tantomento aille totalizzazioni mensili/annuali. Mi sto guardando attorno per vedere di recuperare un sistema di monitoraggio che non mi mangi quel poco guadagno che rimane. anzi se qualcuno conosce un software economico… accetto suggerimenti. Grazie ancora. Buona giornata

        • gipi, il 23 Maggio 2019 ore 10:21

          Ciao Nicola

          Felice di esserti stato utile (in fondo il mio scopo è solo quello di aiutare i Fotovoltaisti a contenere nel limite del possibile le loro arrabbiature).

          L’Installatore/Venditore “scomparso” è sempre un Classico.
          I Fotovoltaisti lasciati alla deriva pure, non esistono Organizzazioni Umanitarie pronte a salvarli……

          Sull’argomento monitoraggio a distanza & software necessari purtroppo non posso essere di alcun aiuto dato che io opero solo con sistemi di controllo diretto a vista e registrazioni su foglio di carta. Sono completamente fuori da tutto il resto delle diavolerie elettroniche/computeristiche……….

          Per le strane produzioni che ti sono state assegnate per i 2 mesi (Luglio – Agosto 2018), si presume che vi sia stata una manchevolezza nella comunicazione (da parte di “e-distribuzione”) dei dati reali letti sul Contatore alla fine del mese di Luglio.

          Sicuramente il GSE, per poter fare un qualche conteggio (e poterti dare, più o meno, quanto ti spetterebbe), avendo i dati PROGRESSIVI totalizzati a fine Agosto ha fatto la media matematica (però bisogna dire che questo te lo aveva detto Ligabue82 …… io, ora, semplicemente concordo).

          Naturalmente se e quando il GSE riceverà i dati provvederà a fare un calcolo di rettifica e ti aggiungeranno o toglieranno qualche €.
          Stai preparato all’evento se mai succederà, magari anche a distanza di anni, dato che il GSE sicuramente non ti darà nessuna spiegazione………..

  56. gipi, il 17 Maggio 2019 ore 15:38

    CIAO A TUTTI (nell’ordine dei vostri interventi di cui poco sopra)

    Giulio Roberto, Il 15 Maggio 2019 Ore 06:13
    Giovanni, Il 16 Maggio 2019 Ore 00:06
    Ligabue82, Il 16 Maggio 2019 Ore 12:40
    Giovanni, Il 16 Maggio 2019 Ore 14:29
    Giulio Roberto, Il 16 Maggio 2019 Ore 21:26
    Giulio Roberto, Il 16 Maggio 2019 Ore 13:12
    NICOLA, Il 16 Maggio 2019 Ore 14:59

    Come tutti gli anni, verso questa data, i Nuovi Fotovoltaisti, hanno delle sorprese rispetto alle loro attese !
    Poi ci sono quelli che hanno qualche anno di anzianità di Impianto ma non ci si raccapezzano ancora…….
    —————————————————————–

    Sono un Fotovoltaista (dal 2013) come tutti voi e, sicuramente, non sono un entusiasta del Ritorno Economico dell’attuale Sistema SSP.

    Devo concordare con “Ligabue82” : Fate male i conti e vi prendete arrabbiature oltre il giusto.

    Con i nuovi conteggi a chiusura dell’Esercizio 2018, che sono stati pubblicati nei giorni scorsi, nulla è variato sostanzialmente rispetto all’anno 2017.

    Nel mio caso (grosso impianto da 9,6 kWp, che produce mediamente 12.000 kWh/anno,e che NON E’ SFRUTTATO ADEGUATAMENTE) per l’Energia SCAMBIATA (3789 kWh) mi sono stati riconosciuti 475 € che fanno 0,1253 €/kWh (più o meno come per il 2017).

    Ho avuto un notevole aumento della valutazione degli ESUBERI (5671 kWh) che mi sono stati riconosciuti per l’importo di 417 € al valore unitario incredibile di 0,0735 €/kWh. Negli anni passati era stato : ’14=0,0549 ; ’15=0,0629 ; ’16=0,0450 ; ’17=0,0580.

    Dunque i miei Ritorni GSE del 2018 risultano complessivamente 475 + 417 = 892 € .
    La cifra può sembrare alta ma non lo è !!! . Potrei lamentarmi anch’io…………..

    Leggere il Foglio Calcoli del GSE non è sicuramente facile ma con qualche suggerimento e un po’ di pazienza ci si può riuscire.

    Il GSE, da parte sua, non si degna minimamente di proporre anche uno “specchietto riassuntivo/esplicativo” dei risultati contabili. Preferisce farsi subissare di mail, da parte di “clienti” inferociti, rispondendo solitamente con note stereotipate sulla falsariga dei Vaticini della Sibilla Cumana !

    Per Impianti molto più piccoli (3-4 kWp) i “ritorni dal GSE” sono parecchio inferiori ma sicuramente non tanto quanto viene detto (con o senza l’appoggio dei numeri) e comunque vanno paragonati al costo proporzionalmente più basso dell’Impianto che è piccolo.

    Comunque nessuno degli intervenuti ha detto nulla sul RISPARMIO IN BOLLETTA ossia se e quanto ha risparmiato a causa del presumibile minore consumo di Energia fatturato da ENEL nella annata 2018.

    Gli Impianti sono, dal punto di vista del risultato finale della Contabilità del GSE, tutti diversi. Per tutti viene fatta la Contabilità con le stesse formule e parametri ma è praticamente impossibile che i risultati contabili siano identici.
    Ci sono sempre delle piccole differenze tra Impianto e Impianto anche se identici e posti sullo stesso tetto.
    Tuttavia le differenze di risultato Contabile, alla fine, non possono essere sostanziali…………………

    Comunque tutti quelli che hanno scritto potrebbero fornire i dati dei loro Impianti FV e altro.

    Bisogna segnalare : Mese e anno di attivazione Impianto ; Potenza impianto kWp ; Provincia di installazione ; Produzione annua effettiva (kWh) ; Autoconsumo annuo (kWh) ; Consumo annuo fatturato nelle Bollette avendo il FV (kWh) ; Consumo annuo che si aveva prima del FV (kWh).
    Naturalmente se con il FV si sono incrementati anche i consumi dell’Utenza (ad esempio è stato installato un Climatizzatore che prima non c’era, o altri Sistemi Energivori) bisogna segnalarlo fornendo anche indicativamente l’aumento dei consumi sopravvenuti.

    Per chi possiede un Impianto che non abbia ancora compiuto un anno di funzionamento (inteso come Anno Solare dal 1 gen. al 31 dic. del 2018) non è possibile fare nessuna valutazione attendibile.

    • giovanni, il 18 Maggio 2019 ore 00:04

      Ottimo,aggiungerei che chi scrive dovrebbe mettere anche un recapito dato che mi viene il dubbio che queste risposte vengano dal GSE.Io la vedo così.

      • gipi, il 20 Maggio 2019 ore 10:35

        Ciao Giovanni

        Sarebbe sempre utile, per evitare equivoci, che chiunque scrive si indirizzasse precisamente (nomignolo o altro) alla persona alla quale rivolge le sue considerazioni.
        Per esempio come faccio io iniziando sempre con un “CIAO XXXXX”.

        Se ti riferisci a me (come “Gipi”) allora non vedo il motivo dei tuoi sospetti.

        Se leggi bene il mio intervento, avendo già io intuito il tuo alto grado di scetticità, avevo detto :
        — “Sono un Fotovoltaista (dal 2013) come tutti voi e, sicuramente, non sono un entusiasta del Ritorno Economico dell’attuale Sistema SSP.” —

        Comunque che cosa ti potrebbe aggiungere sulla mia credibilità/identità conoscere un qualche mio “recapito” ?

        Se proprio ci tieni a saperlo ti posso dire che risiedo in Provincia di Alessandria nei dintorni di Tortona.

        Qualsiasi contatto diretto tra me e te non potrebbe sicuramente dare nulla di più della discussione sul Forum che, essendo visibile a tutti, può essere molto più utile…….

  57. gipi, il 19 Maggio 2019 ore 21:17

    Ciao LIGABUE82

    Non tanto per te, ma per tutti gli altri Fotovoltaisti imbestialiti si possono dare chiarimenti che forse li faranno stare almeno un po’ meno di cattivo umore !

    All’indirizzo da te indicato :
    https://www.gse.it/servizi-per-te/news/ssp-aggiornate-le-regole-tecniche-per-il-calcolo-del-contributo-in-conto-scambio
    Si può solo leggere un enigmatico “Comunicato” che di pratico non dice nulla, ma fa presagire nuove indefinite sventure monetarie per i Fotovoltaisti…..

    Facendo una ricerca Google “GSE nuove regole del CS” si ritorna sempre allo stesso “Comunicato” dove però, chi lo mette in Rete con l’accompagnamento di considerazioni tanto inutili quanto superficiali, suggerisce che è possibile conoscere il “Testo Integrale” sottoscrivendo una adesione al loro Sito.

    Ora, per evitare questo piccolo ricatto con finalità commerciali, il TESTO INTEGRALE può essere visto all’indirizzo :
    https://www.gse.it/documenti_site/Documenti%20GSE/Servizi%20per%20te/SCAMBIO%20SUL%20POSTO/Regole%20e%20procedure/Regole%20Tecniche%20Scambio%20sul%20Posto_2019.pdf

    Per vedere la Formula di Calcolo dell’Acconto Semestrale vedere alle pag. 21 e 22 e per le Zone vedere a fondo pagina 22.

    Alla visione del sopraindicato “Documento” (edizione al 4° aggiornamento del documento iniziale che risale al 2012) tutti i Fotovoltaisti Frastornati verranno presi dal panico totale.

    Altro che ricorrere all’aiuto del Prof. Zichichi (come suggerito da Giulio Roberto ), nemmeno Einstein ce la farebbe……..
    ————————————————

    Ora non metto in dubbio che tu, ai tuoi Clienti, fornisci una adeguata “formazione” e magari dalle tue parti (Puglia) sono particolarmente intelligenti, di ottima capacità matematica e superiore memoria, ma vogliamo dire che nella quasi totalità degli altri casi la situazione è drammaticamente diversa ?

    Normalmente, chi vende gli Impianti, non spiega un bel nulla di concreto sul Sistema del GSE (SSP) e presenta Prospetti (più o meno complicati/fantasiosi) dai quali risulta sempre che si avrà un risparmio/guadagno al quale una persona normale “non può dire di no per non passare da fesso”……….

    Mi sono fatto la ferma convinzione che se un Venditore di Impianti FV avesse la malaugurata idea di voler erudire l’aspirante Fotovoltaista su funzionamento reale del GSE non piazzerebbe più nessun Impianto !

    Poi ormai ci sono anche tanti Fotovoltaisti Obbligati (case di nuova costruzione) che non sanno assolutamente nulla e si sobbarcano il loro Impianto FV come una sorta di Penale Obbligatoria per poter avere la casa !
    ——————————————————–

    Per quanto riguarda il GSE e le sue relazioni con gli Amministrati è meglio non parlarne !!!

    Mai uno straccio di avviso/comunicazione sui cambiamenti che interessano i Piccoli FV domestici.
    Un loro Amministrato Qualunque mica può perdere tempo a spulciare continuamente la marea di loro Comunicati che riguardano un universo di situazioni generalmente diverse dalla sua.
    ——————————————————

    COMUNQUE, PER QUANTO RIGUARDA LA NUOVA SITUAZIONE DI CALCOLO DELL’ACCONTO SEMESTRALE :

    — 1) La Formula di calcolo rimane quella “classica” di sempre ma sono stati ridefiniti due “parametri” contenuti nella detta Formula in modo da far diminuire, quanto basta alle necessità contabili del GSE, l’entità dell’importo erogato in Anticipo.

    La Formula : CS sem = ((P impianto x “h” x “alfa” x CS medio) / 2 ) x ( N°.giorni attivi semestre / N° giorni del semestre).

    In pratica : kWp impianto x ((“h” x “alfa” x CS medio) / 2) x (183 / 183)
    Esempio 2019 per Impianto da 1 kWp : 1 x ((1000 x 0,14 x 0,13) / 2) x (183 /183) = 9,10 €/kWp

    — 2) E’ stato ridotto il Parametro “h” di 100 ore per tutti. Per le 3 zone di appartenenza degli Impianti (Nord – Centro – Sud) in precedenza i rispettivi valori erano : 1100 – 1200 – 1300 (ore). Ora sono stati portati a 1000 – 1100 – 1200 (ore).
    Questa riduzione sarebbe piuttosto contestabile (almeno per gli impianti “giovani e in buona salute” a partire dal 2013.
    Si presume che abbiano fatto ricorso alla consueta “spalmatura su tutti” per compensare la diminuita produttività degli Impianti più anziani

    — 3) Il Parametro “alfa” è rimasto invariato e il suo valore è : 0,40 x 0,35 = 0,14

    — 4) E’ stato ridotto il Parametro “CS medio annuale” in modo eguale per tutti portandolo dal precedente valore 0,16 €/kWh scambiato a 0,13 €/kWh.
    Questa variazione può considerarsi anche dovuta e logica dato che, con il riassetto delle Tariffe Elettriche ormai praticamente ultimato, si è avuto un effettiva diminuzione del valore del detto CS (Contributo di Scambio) che viene liquidato a Consuntivo Annuale.
    Per menzionare il mio Impianto : una volta il mio CS oscillava intorno ai 16,5 / 17 €/kWh scambiato.
    Ora, già dall’esercizio 2017, è passato a circa 12,5 €/kWh.
    —– —– —– —– —–

    Facendo i conti con la solita Formula e con i nuovi Parametri il raffronto tra la situazione precedente e quella attuale risulta :

    Acconto semestrale per €/kWp di Impianto :

    Fino tutto il 2018 : Nord = 12,32 ; Centro = 13,44 ; Sud = 14,56
    Da inizio 2019 : Nord = 9,10 ; Centro = 10,01 ; Sud = 10,92

    Nel mio caso, con Impianto da 9,6 kWp, sito in Zona Nord, mi pagavano 9,6 x 12,32 = 118,27 €/semestre e d’ora in poi mi daranno solo 9,6 x 9,10 = 87,36 €/semestre.
    Subirò un “taglio anticipo” del 26,14 %.

  58. giovanni, il 20 Maggio 2019 ore 09:22

    Per Ligabue.
    Tutto molto chiaro con formule e commenti,non rispondi alle mie del 18 e 19 maggio dove in sostanza soldi non ne arrivano.

  59. Gerardo Marlonio Roberto, il 22 Maggio 2019 ore 15:27

    Salve e scusate se intervengo con una domanda apparentemente superflua
    Potreste dire quali sono le date dei vari acconti e saldi e conguagli dello SSP?
    Se non sbaglio a Giugno di ogni anno vi è il Saldo dell’anno precedente e l’acconto dell’anno in corso
    L’altro acconto, ovvero il secondo dovrebbe essere a Ottobre. Sbaglio qualcosa? E’ corretto? Grazie a tutti

    • giovanni, il 22 Maggio 2019 ore 23:59

      Le date sono quelle giuste solo che pagano sempre meno.

  60. gipi, il 23 Maggio 2019 ore 11:53

    Ciao Gerardo Marlonio Roberto

    Ogni anno, verso il 10 Maggio, vengono pubblicati i conteggi “C.S.” relativi allo Scambio sul Posto (SSP) dell’ultima annata.
    Dopo il 20 di giugno viene pagato il dovuto

    Il “dovuto” risulta essere : il SALDO “C.S.” della ultima annata + Valore degli EVENTUALI Esuberi di Produzione della ultima annata + 1° Acconto annata in corso – Canone di tenuta del “Conto” GSE (36,60 €) per la annata in corso qualora l’Impianto sia Potenza maggiore di 3,00 kWp.
    Per gli Impianti fino a 3,00 kWp tondi non si paga nessun Canone.

    Il 2° Acconto viene solitamente “pubblicato” ad inizio Ottobre e poi pagato negli ultimi 10 giorni di Novembre.

    Attenzione perché in taluni casi, nei quali l’Impianto non risulta avere sufficiente “scambio” (Impianto inutilizzato dal proprietario per gran parte dell’anno), il secondo acconto non viene erogato !!!

  61. gipi, il 26 Maggio 2019 ore 19:29

    Ciao Giovanni Priano da Genova
    (Impianto 1,92 kWp – 1° C.E.)

    Mi interesserebbe capire con certezza la tua reale Situazione Amministrativa di Impianto a prescindere dal contenzioso sull’Incentivo che ti è stato “smagrito” sfrondandolo dagli adeguamenti ISTAT.
    ———————————————————————-

    Tu hai detto, nel tuo intervento :

    Giovanni, Il 19 Maggio 2019 Ore 15:04

    Caro Legabue82
    Impianto del 2009 a Genova,primo conto energia.tutto è andato liscio fino al 2014,con incentivi e scambio sul posto.Potenza impianto 1,92 kwh.
    situazione del 2017,conguaglio contributo in conto scambio -4,18.
    sotto soglia 0,05
    prelevata 218 kwh,immessa 2670.
    Dal 2014 non ricevo più nulla,fammi sapere la tua illuminata opinione.saluti
    ———————————————————————–

    Lasciamo da parte la risposta che hai avuta da Ligabue82 !

    Dai dati temporali a mia disposizione, risulterebbe che il 1° C.E. è finito a fine Agosto del 2007 e poi è entrato in vigore il 2° C.E. che è durato sino a verso la fine del 2010.

    Forse sbaglio io ma, se si prende per buona la data (2009), il tuo impianto sarebbe del 2° C.E.
    Altrimenti se è veramente del 1° C.E. dovrebbe essere del 2007 e non oltre.
    Dato poi che, in un altra “striscia” di discussione, avevi detto che l’Incentivo “iniziale”assegnato era stato d 0,445 €/kWh si avvalorerebbe l’effettiva appartenenza al 1° C.E. per il quale era stato assegnato proprio questo preciso valore 0,445
    Potresti chiarire questo aspetto della PRESUNTA discrepanza tra anno e N° del C.E. ?
    ——————————————————————————-

    Se tu sei veramente del 1° C. E., e come si vede sei anche in regime di Scambio sul Posto (SSP), allora avresti anche fatto bene a dire su quale quantitativo di kWh ti viene riconosciuto l’INCENTIVO.
    Per quanto credo di sapere io, SUL SOLO 1° C.E., PER CHI HA OPTATO PER LO SCAMBIO SUL POSTO, l’INCENTIVO viene riconosciuto SOLO SUI kWh AUTOCONSUMATI.
    Solo a partire dal 2° C.E. l’INCENTIVO era stato esteso a TUTTA LA PRODUZIONE DELL’IMPIANTO.
    QUALE E’ LA TUA REALE SITUAZIONE ?

    Sempre se le mie informazioni sono corrette, per gli appartenenti al 1° C.E., in un secondo tempo e dopo la istituzione del 2° C.E., era stata data facoltà di OPTARE per la VENDITA TOTALE DI TUTTA LA PRODUZIONE IMPIANTO tramite il GSE (ovviamente rinunciando allo Scambio sul Posto).
    ——————————————————————————-

    Se le cose stanno così, MA TU DOVRESTI DARNE CONFERMA, allora nel tuo caso, nel quale sembra che tu NON AUTOCONSUMI E NON SCAMBI PRATICAMENTE QUASI NULLA (la tua casa si direbbe disabitata), avresti dovuto optare per la VENDITA TOTALE DI TUTTA LA PRODUZIONE IMPIANTO (quella che risulta lasciata alla Rete).

    Per farti una idea di come (sembra) potevano stare le cose a suo tempo puoi vedre su Wikipedia :
    https://it.wikipedia.org/wiki/Conto_energia

    Vi potrai leggere varie informazioni sull’argomento ma, in particolare per il tuo caso di 1°C.E., riporto quanto risulta più interessante per te :

    ——- I privati possono essere intestatari di impianti da 1 a 20 kWp, installati su suolo o tetto di proprietà, esclusivamente nel caso di concomitanza del punto di consegna con il punto di prelievo, ossia solo nel caso di applicazione di scambio sul posto a livello fisico.

    Il beneficiario percepirà 0,445 €/kWh da parte del GSE limitatamente a quanto reso disponibile alle proprie utenze, OSSIA SOLTANTO LA PARTE DI PRODUZIONE AUTOCONSUMATA VIENE INCENTIVATA. Il meccanismo di scambio sul posto consente di operare un saldo annuo tra l’energia elettrica immessa in rete dall’impianto medesimo e l’energia elettrica prelevata dalla rete: sulla base di tale saldo avviene il calcolo e l’erogazione dell’incentivo totale.

    L’energia elettrica immessa in rete e non consumata nell’anno di riferimento costituisce invece un credito, IN TERMINI DI ENERGIA, che può essere utilizzato nel corso dei tre anni successivi a quello in cui matura. Al termine dei tre anni, l’eventuale credito residuo viene annullato.

    POTRA’ USUFRUIRE DELL’INCENTIVO SU TUTTA L’ENERGIA PRODOTTA SE RINUNCIA AL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO.
    L’EVENTUALE ECCESSO DI PRODUZIONE NON AUTOCONSUMATO (in questo caso però l’eccesso è quello istantaneo e non quello calcolato a fine anno) può ESSERE RIVENDUTO A UN GESTORE (Enel o società analoga), alle tariffe fissate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas(AEEG), riportate più avanti. In tal caso però è necessario possedere partita IVA.
    DAL 1° LUGLIO 2010 ANCHE I PRIVATI POSSONO VENDERE SU RICHIESTA L’ECCEDENZA DI PRODUZIONE. ——-

    Mi sono preso la briga di evidenziare con scrittura maiuscola quello che potrebbe interessarti !

    Tieni presente che, anche leggendo con la massima attenzione lo scritto di qui sopra e tutte le altre varie “informative” che circolano, il tutto risulta sempre scritto talmente male che, di norma, le interpretazioni sono sempre almeno 2 e del tutto opposte (realmente un comune mortale non ci capisce mai una benemerita “mazza”).

    Comunque potresti sentire il GSE, se lo ritieni di tua convenienza, per cercare di sapere quale risulta la LORO INTERPRETAZIONE e se puoi ancora “optare”per POTER USUFRUIRE DELL’INCENTIVO SU TUTTA L’ENERGIA PRODOTTA E LASCIATA ALLA RETE RINUNCIANDO ALLO SCAMBIO SUL POSTO.

    • giovanni, il 27 Maggio 2019 ore 09:35

      Ciao Gipi.
      Sei sempre molto chiaro e giustamente lo sarò anch’io.Premetto che gli impianti sono due e quindi la casa essendo abitata io sopravvivo con l’impianto da 5,25 kwh.
      Quello da 1,92 kwh è registrato GAUDI’ 22/09/2006,quindi primo conto energia con incentivo e scambio sul posto,quello da 5,25 kwh è registrato GAUDI’ in data 1/1/2009..Per quello da 1,92 kwh ,nel 2014 il valore del mio chilowatt era di 0,54 centesimi.alla data del 22/09/2006 era partito da 0,448 e fino al 2014 era stato rivalutato dall’Istat GSE e come tu saprai il Consiglio di Stato ha dato ragione al GSE.In sostanza non doveva rivalutare il kwh. Quindi stanno recuperando quello che ho ricevuto dalla differenza tra 0,54 e 0,448,quindi molti soldini.Su entrambi gli impianti mi pagano le eccedenze.Qui ti elenco i pagamenti al 21/06/2019,per il 1,92 kwh euro 17,47 + 309,03—–per il 5,25 kwh euro 47,78 + 787,97.
      Tieni presente che in queste cifre ci sono le eccedenze del 2017 e del 2018

      • gipi, il 28 Maggio 2019 ore 18:04

        Ciao Giovanni Priano da Genova
        (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

        Finalmente ricapitolando:

        Tu sei Giovanni Priano (GE)
        — Hai una casa sulla quale hai fatto installare i 2 Impianti di cui si parla.
        — I due Impianti sono in “conti C.E.” diversi e con Contabilità GSE distinta per ciascuno.
        — Per entrambi gli Impianti usufruisci (separatamente per ognuno) del Servizio SSP
        —————————————————————————

        Rimangono ancora alcune domande senza risposta :

        — 1) I 2 diversi Impianti sono quindi del tutto indipendenti tra loro e OGNI IMPIANTO è dotato di una propria coppia di Contatori ENEL (un Contatore per l’INVERTER e uno per lo SCAMBIO con la Rete) ???
        Questo perché, per quanto ne so io, in ragione della particolarità del Trattamento Contabile di cui usufruisce l’Impianto del 1° C.E. questo non può essere accorpato ad altri dei successivi C.E. (2°-3°-4°-5°).

        — 2) L’IMPIANTO PICCOLO, da 1,92 kWp 1° C.E., sembrerebbe inutilizzato o comunque connesso solo ad una PICCOLA PARTE SEPARATA della Rete di Casa che ha consumi bassissimi. E’ così ???

        — 3) Per l’IMPIANTO PICCOLO, ti avevo già chiesto :
        —- “Per quanto credo di sapere io, SUL SOLO 1° C.E., PER CHI HA OPTATO PER LO SCAMBIO SUL POSTO, l’INCENTIVO viene riconosciuto SOLO SUI kWh AUTOCONSUMATI.
        Solo a partire dal 2° C.E. l’INCENTIVO era stato esteso a TUTTA LA PRODUZIONE DELL’IMPIANTO.
        QUALE E’ LA TUA REALE SITUAZIONE ? “—-

        Non mi pare che tu abbia chiarito questo aspetto e quindi riformulo diversamente la domanda :
        PER L’IMPIANTO PICCOLO L’INCENTIVO TI VIENE RICONOSCIUTO SOLO SUI kWh CHE AUTOCONSUMI ?
        QUANTI SONO I kWh CHE AUTOCONSUMI ?.
        Per cortesia potresti precisarlo chiaramente!
        —————————————————————————–

        Tu dici anche :
        —- “Qui ti elenco i pagamenti al 21/06/2019,per il 1,92 kwh euro 17,47 + 309,03—–per il 5,25 kwh euro 47,78 + 787,97.
        Tieni presente che in queste cifre ci sono le eccedenze del 2017 e del 2018 “ —-

        In precedenza avevi detto (parlando del solo Impianto Piccolo) :

        Caro Legabue82
        Impianto del 2009 a Genova,primo conto energia.tutto è andato liscio fino al 2014,con incentivi e scambio sul posto.Potenza impianto 1,92 kwh.
        situazione del 2017,conguaglio contributo in conto scambio -4,18.
        sotto soglia 0,05
        prelevata 218 kwh,immessa 2670.
        Dal 2014 non ricevo più nulla,fammi sapere la tua illuminata opinione.saluti

        IO DICO : SE MESCOLIAMO TUTTO INSIEME NON NE USCIAMO PIU’ ………

        Bisogna parlare di UN SOLO IMPIANTO PER VOLTA E ANCHE DI UN SOLO ANNO PER VOLTA.
        IO DIREI DI LIMITARCI ALL’ULTIMO ANNO 2018, INIZIANDO DAL TUO FV PICCOLO.
        ————————————————————————

        Dunque tu consulta il “Foglio di Calcolo CS 2018” che il GSE ti ha preparato per il tuo IMPIANTO PICCOLO e fammi sapere i dati numerici scritti nelle colonne del “foglio” indicate tra parentesi (i dati sono alle righe 1 e 2 delle colonne indicate).

        Naturalmente io suppongo che tu sappia come fare per accedere al tuo “Foglio di Calcolo CS”……

        Altrimenti la situazione si complica !

        –(Q) : Credito CEI/OE Anno calcolo (€)
        –(T) : Contributo CS (€)
        –(V) : OE (€)
        –(W) : CEI (€)
        –(X) : Min (CEI/OE) (€)
        –(Y) : CUS (centesimi di €)
        –(Z) : Energia Scambiata (kWh)
        –(AA) : Energia Prelevata (kWh)
        –(AB) : Energia Immessa (kWh)
        ———————————————————————————-

        Vedi bene TUTTI i vari punti di domanda che ti ho formulati, a partire dall’inizio di questo scritto, e cerca di dare per ognuno una risposta chiara e precisa.
        Vediamo se, poco alla volta, si riesce a venirne a capo………….

        • giovanni, il 29 Maggio 2019 ore 09:15

          Numero Convenzione POD Anno Tipologia Impianto Riconoscimento CAR/FER valorizzato a prezzo di mercato Incentivato(Y/N) Decorrenza convenzione Scadenza convenzione Numero benestare Produttore Zona di mercato Flag storno Benestare storno Credito anno precedente Credito riportabile Credito anno precedente Liquidato Credito CEI/OE Anno calcolo Credito Liquidabile (SI/NO) nell’anno di calcolo Versione Calcolo Contributo CS (Euro)
          SSP00001326 IT001E03803346 2018 FER NO Y 01-gen-09 01-gen-99 201828338337P PRIANO GIOVANNI NORD N 128,47 0 0 208,1243346 SI 1 124,559

          Dettaglio Mensile del OE = Onere Economico dell’ energia prelevata dalla rete

          Mese Gestore di rete Trattamento misura Misura energia prelevata netta per misura monoraria(kWh) Misura energia prelevata F1 (kWh) Misura energia prelevata F2 (kWh) Misura energia prelevata F3 (kWh) Misura energia prelevata F4 (kWh) Versione misura PUN medio mensile (cEuro/kWh) Prezzo PUN F1 (cEuro/kWh) Prezzo PUN F2 (cEuro/kWh) Prezzo PUN F3 (cEuro/kWh) Prezzo PUN F4 (cEuro/kWh) Valore OE (Euro) Formula numerica Formula testuale
          1 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 410,624 98,736 160,528 151,36 0 1 0,055963 0,053976 0,041813 0 20,51903778 OE = (98,736 * ,055963) + (160,528 * ,053976) + (151,36 * ,041813) + (0 * 0) = 20,519037776 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          2 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 300,448 73,92 119,392 107,136 0 1 0,065604 0,061483 0,047878 0 17,31948342 OE = (73,92 * ,065604) + (119,392 * ,061483) + (107,136 * ,047878) + (0 * 0) = 17,319483424 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          3 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 91,776 15,488 36,48 39,808 0 1 0,063677 0,063094 0,047722 0 5,187615872 OE = (15,488 * ,063677) + (36,48 * ,063094) + (39,808 * ,047722) + (0 * 0) = 5,187615872 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          4 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 0 0 0 0 0 1 0,053882 0,056152 0,043674 0 0 OE = (0 * ,053882) + (0 * ,056152) + (0 * ,043674) + (0 * 0) = 0 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          5 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 4,72 1,936 2,784 0 0 1 0,059088 0,060499 0,045609 0 0,282823584 OE = (1,936 * ,059088) + (2,784 * ,060499) + (0 * ,045609) + (0 * 0) = ,282823584 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          6 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 49,248 4,62 8,788 35,84 0 1 0,062397 0,059999 0,052087 0 2,682343432 OE = (4,62 * ,062397) + (8,788 * ,059999) + (35,84 * ,052087) + (0 * 0) = 2,682343432 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          7 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 66,56 5,808 6,96 53,792 0 1 0,066648 0,066502 0,057747 0 3,956272128 OE = (5,808 * ,066648) + (6,96 * ,066502) + (53,792 * ,057747) + (0 * 0) = 3,956272128 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          8 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 30 2,904 3,48 23,616 0 1 0,069928 0,071573 0,06403 0 1,964277432 OE = (2,904 * ,069928) + (3,48 * ,071573) + (23,616 * ,06403) + (0 * 0) = 1,964277432 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          9 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 84,4 11,44 11,52 61,44 0 1 0,082819 0,079891 0,069838 0 6,1586404 OE = (11,44 * ,082819) + (11,52 * ,079891) + (61,44 * ,069838) + (0 * 0) = 6,1586404 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          10 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 92,745 22,264 14,32 56,161 0 1 0,080723 0,079022 0,065539 0 6,609547691 OE = (22,264 * ,080723) + (14,32 * ,079022) + (56,161 * ,065539) + (0 * 0) = 6,609547691 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          11 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 32,492 23,1 8,112 1,28 0 1 0,076518 0,069719 0,057751 0 2,407047608 OE = (23,1 * ,076518) + (8,112 * ,069719) + (1,28 * ,057751) + (0 * 0) = 2,407047608 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          12 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 61,744 15,884 24,804 21,056 0 1 0,07465 0,069644 0,057977 0 4,133954088 OE = (15,884 * ,07465) + (24,804 * ,069644) + (21,056 * ,057977) + (0 * 0) = 4,133954088 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)

          Dettaglio Mensile del CUS = Somma delle componenti variabili riconosciute per l’utilizzo della rete

          Anno Mese da Mese a Potenza impianto Tensione Scaglione minimo Scaglione massimo Energia Scambiata (kWh) Energia Immessa (kWh) Energia Prelevata (kWh) Tipologia cliente Tipologia Tariffa domestica Valore cus annuale (cEuro/kWh) Valore cus reti annuale (cEuro/kWh) Valore cus ogs annuale (cEuro/kWh) Valore Cus mensile (cEuro/kWh) Valore Cus reti mensile (cEuro/kWh) Valore Cus ogs mensile (cEuro/kWh) Coefficiente K Limite annuale
          2018 1 12 1,92 BT S1 S1 1224,757 2361,853 1224,757 A NR
          Mese misura Mese anagrafica Anno GdR Misura energia immessa Misura energia prelevata Nome file misure GdR Versione misura utilizzata nel calcolo Nome fle anagrafiche GdR Versione anagrafiche GdR Tipologia cliente Tipologia Tariffa Domestica
          1 1 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 76,999 410,624 1184424_SSP_MIS_001_201801_20180214_201633_697.csv 1 1189550_SSP_FORN_001_201801_18022018_000324.csv 1 A NR
          2 2 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 116,998 300,448 1229547_SSP_MIS_001_201802_20180314_142032_714.csv 1 1215657_SSP_FORN_001_201802_08032018_000416.csv 1 A NR
          3 3 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 269,999 91,776 1273446_SSP_MIS_001_201803_20180413_141803_710.csv 1 1283316_SSP_FORN_001_201803_18042018_000234.csv 1 A NR
          4 4 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 385 0 1318140_SSP_MIS_001_201804_20180513_094335_712.csv 1 1330242_SSP_FORN_001_201804_18052018_000444.csv 1 A NR
          5 5 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 405 4,72 1389198_SSP_MIS_001_201805_20180614_204619_737.csv 1 1410404_SSP_FORN_001_201805_18062018_000005.csv 1 A NR
          6 6 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 462,999 49,248 1449310_SSP_MIS_001_201806_20180713_082923_723.csv 1 1456627_SSP_FORN_001_201806_18072018_000461.csv 1 A NR
          7 7 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 207,997 66,56 1488474_SSP_MIS_001_201807_20180813_075230_697.csv 1 1497200_SSP_FORN_001_201807_18082018_000143.csv 1 A NR
          8 8 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 254 30 1528764_SSP_MIS_001_201808_20180913_104232_760.csv 1 1535516_SSP_FORN_001_201808_18092018_000266.csv 1 A NR
          9 9 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 159,999 84,4 1568675_SSP_MIS_001_201809_20181013_082938_747.csv 1 1575923_SSP_FORN_001_201809_18102018_000259.csv 1 A NR
          10 10 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 5,01 92,745 1610343_SSP_MIS_001_201810_20181113_102149_714.csv 1 1620912_SSP_FORN_001_201810_18112018_000270.csv 1 A NR
          11 11 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 11,328 32,492 1641554_SSP_MIS_001_201811_20181213_075557_773.csv 1 1645891_SSP_FORN_001_201811_18122018_000265.csv 1 A NR
          12 12 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 6,524 61,744 1673162_SSP_MIS_001_201812_20190123_140324_757.csv 1 1668109_SSP_FORN_001_201812_18012019_000061.csv 1 A NR

          Dettaglio Mensile del CEI = Controvalore economico dell’energia immessa in rete

          Mese Gestore di rete Trattamento misura Energia immessa Misura energia immessa netta per misura monoraria(kWh) Misura energia immessa netta F1 (kWh) Misura energia immessa netta F2 (kWh) Misura energia immessa netta F3 (kWh) Misura energia immessa netta F4 (kWh) Coefficiente perdita ki Versione misura Misura energia immessa lorda misura monoraria (kWh) Misura energia immessa lorda F1 (kWh) Misura energia immessa lorda F2 (kWh) Misura energia immessa lorda F3 (kWh) Misura energia immessa lorda F4 (kWh) Livello di tensione Prezzo medio mensile zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F1 zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F2 zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F3 zonale (cEuro/kWh)
          1 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 76,999 59 6,999 11 0 1,052 1 81 62,07 7,36 11,57 0 BT 0,055518 0,051821 0,041507
          2 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 116,998 85 16,999 14,999 0 1,052 1 123,08 89,42 17,88 15,78 0 BT 0,066149 0,06032 0,047697
          3 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 269,999 201,999 39 29 0 1,052 1 284,04 212,5 41,03 30,51 0 BT 0,066067 0,063247 0,048556
          4 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 385 218 74 93 0 1,052 1 405,02 229,34 77,85 97,84 0 BT 0,05385 0,054268 0,04275
          5 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 405 242 83 80 0 1,052 1 426,06 254,58 87,32 84,16 0 BT 0,058654 0,05761 0,043372
          6 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 462,999 278,999 92 92 0 1,052 1 487,07 293,51 96,78 96,78 0 BT 0,062677 0,057978 0,048683
          7 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 207,997 147,999 35,999 23,999 0 1,052 1 218,81 155,69 37,87 25,25 0 BT 0,066635 0,063675 0,055457
          8 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 254 161 41 52 0 1,052 1 267,21 169,37 43,13 54,7 0 BT 0,068804 0,067582 0,061804
          9 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 159,999 101 40,999 18 0 1,052 1 168,32 106,25 43,13 18,94 0 BT 0,085137 0,079029 0,0692
          10 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 5,01 3,783 0,011 1,216 0 1,052 1 5,27 3,98 0,01 1,28 0 BT 0,08391 0,079437 0,065889
          11 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 11,328 5,973 2,509 2,846 0 1,052 1 11,92 6,28 2,64 2,99 0 BT 0,078048 0,069116 0,057639
          12 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 6,524 2,372 1,339 2,813 0 1,052 1 6,86 2,5 1,41 2,96 0 BT 0,074453 0,067506 0,057661
          Ciao GIPI.
          Per l’impianto da 1.92,credo mi chiedessi questa situazione dello scambio sul posto.A chiarimento,nella palazzina ci sono 2 appartamenti,quello col 1,92 è disabitato parzialmente.
          Saluti.

        • giovanni, il 29 Maggio 2019 ore 09:26

          Caro GIPI.Ti allego i tabulati del 5,25.SalutiNumero Convenzione POD Anno Tipologia Impianto Riconoscimento CAR/FER valorizzato a prezzo di mercato Incentivato(Y/N) Decorrenza convenzione Scadenza convenzione Numero benestare Produttore Zona di mercato Flag storno Benestare storno Credito anno precedente Credito riportabile Credito anno precedente Liquidato Credito CEI/OE Anno calcolo Credito Liquidabile (SI/NO) nell’anno di calcolo Versione Calcolo Contributo CS (Euro) Stato benestare contributo CS
          SSP00034850 IT001E100519291 2018 FER NO N 01/01/2009 01/01/9999 201829130550P PRIANO GIOVANNI NORD N 339 0 0 682,7829076 SI 1 169,866

          Dettaglio Mensile del OE = Onere Economico dell’ energia prelevata dalla rete

          Mese Gestore di rete Trattamento misura Misura energia prelevata netta per misura monoraria(kWh) Misura energia prelevata F1 (kWh) Misura energia prelevata F2 (kWh) Misura energia prelevata F3 (kWh) Misura energia prelevata F4 (kWh) Versione misura PUN medio mensile (cEuro/kWh) Prezzo PUN F1 (cEuro/kWh) Prezzo PUN F2 (cEuro/kWh) Prezzo PUN F3 (cEuro/kWh) Prezzo PUN F4 (cEuro/kWh) Valore OE (Euro) Formula numerica Formula testuale
          1 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 544,968 129,712 212,984 202,272 0 1 0,055963 0,053976 0,041813 0 27,21269618 OE = (129,712 * ,055963) + (212,984 * ,053976) + (202,272 * ,041813) + (0 * 0) = 27,212696176 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          2 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 383,424 88,88 152,848 141,696 0 1 0,065604 0,061483 0,047878 0 22,01255819 OE = (88,88 * ,065604) + (152,848 * ,061483) + (141,696 * ,047878) + (0 * 0) = 22,012558192 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          3 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 233,036 42,592 89,68 100,764 0 1 0,063677 0,063094 0,047722 0 13,17906031 OE = (42,592 * ,063677) + (89,68 * ,063094) + (100,764 * ,047722) + (0 * 0) = 13,179060312 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          4 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 9,584 0 2,544 7,04 0 1 0,053882 0,056152 0,043674 0 0,450315648 OE = (0 * ,053882) + (2,544 * ,056152) + (7,04 * ,043674) + (0 * 0) = ,450315648 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          5 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 43,656 3,872 18,792 20,992 0 1 0,059088 0,060499 0,045609 0 2,323110072 OE = (3,872 * ,059088) + (18,792 * ,060499) + (20,992 * ,045609) + (0 * 0) = 2,323110072 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          6 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 26,988 9,24 8,788 8,96 0 1 0,062397 0,059999 0,052087 0 1,570519012 OE = (9,24 * ,062397) + (8,788 * ,059999) + (8,96 * ,052087) + (0 * 0) = 1,570519012 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          7 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 28,944 0 1,392 27,552 0 1 0,066648 0,066502 0,057747 0 1,683616128 OE = (0 * ,066648) + (1,392 * ,066502) + (27,552 * ,057747) + (0 * 0) = 1,683616128 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          8 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 44,24 1,936 5,568 36,736 0 1 0,069928 0,071573 0,06403 0 2,886105152 OE = (1,936 * ,069928) + (5,568 * ,071573) + (36,736 * ,06403) + (0 * 0) = 2,886105152 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          9 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 109,04 6,16 15,84 87,04 0 1 0,082819 0,079891 0,069838 0 7,854338 OE = (6,16 * ,082819) + (15,84 * ,079891) + (87,04 * ,069838) + (0 * 0) = 7,854338 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          10 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 113,619 16,192 20,048 77,379 0 1 0,080723 0,079022 0,065539 0 7,962642153 OE = (16,192 * ,080723) + (20,048 * ,079022) + (77,379 * ,065539) + (0 * 0) = 7,962642153 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          11 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 50,912 25,872 13,52 11,52 0 1 0,076518 0,069719 0,057751 0 3,587566096 OE = (25,872 * ,076518) + (13,52 * ,069719) + (11,52 * ,057751) + (0 * 0) = 3,587566096 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)
          12 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 90,136 26,752 31,8 31,584 0 1 0,07465 0,069644 0,057977 0 6,042861568 OE = (26,752 * ,07465) + (31,8 * ,069644) + (31,584 * ,057977) + (0 * 0) = 6,042861568 OE m = Somma f->1..4 (Ep m,f * PUN m,f)

          Dettaglio Mensile del CUS = Somma delle componenti variabili riconosciute per l’utilizzo della rete

          Anno Mese da Mese a Potenza impianto Tensione Scaglione minimo Scaglione massimo Energia Scambiata (kWh) Energia Immessa (kWh) Energia Prelevata (kWh) Tipologia cliente Tipologia Tariffa domestica Valore cus annuale (cEuro/kWh) Valore cus reti annuale (cEuro/kWh) Valore cus ogs annuale (cEuro/kWh) Valore Cus mensile (cEuro/kWh) Valore Cus reti mensile (cEuro/kWh) Valore Cus ogs mensile (cEuro/kWh) Coefficiente K Limite annuale Limite mensile
          2018 1 12 5,25 BT S1 S1 1678,547 6478,903 1678,547 A R
          Mese misura Mese anagrafica Anno GdR Misura energia immessa Misura energia prelevata Nome file misure GdR Versione misura utilizzata nel calcolo Nome fle anagrafiche GdR Versione anagrafiche GdR Tipologia cliente Tipologia Tariffa Domestica
          1 1 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 215,998 544,968 1184378_SSP_MIS_001_201801_20180214_200753_508.csv 1 1189513_SSP_FORN_001_201801_18022018_000287.csv 1 A R
          2 2 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 264,998 383,424 1229458_SSP_MIS_001_201802_20180314_140807_518.csv 1 1215596_SSP_FORN_001_201802_08032018_000355.csv 1 A R
          3 3 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 472,998 233,036 1273274_SSP_MIS_001_201803_20180413_140541_520.csv 1 1283547_SSP_FORN_001_201803_18042018_000515.csv 1 A R
          4 4 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 756,998 9,584 1318058_SSP_MIS_001_201804_20180513_093736_534.csv 1 1330174_SSP_FORN_001_201804_18052018_000376.csv 1 A R
          5 5 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 814,998 43,656 1388601_SSP_MIS_001_201805_20180614_203700_532.csv 1 1409889_SSP_FORN_001_201805_18062018_000540.csv 1 A R
          6 6 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 901,999 26,988 1449242_SSP_MIS_001_201806_20180713_082419_541.csv 1 1454937_SSP_FORN_001_201806_18072018_000021.csv 1 A R
          7 7 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 842,999 28,944 1488386_SSP_MIS_001_201807_20180813_074418_521.csv 1 1497157_SSP_FORN_001_201807_18082018_000100.csv 1 A R
          8 8 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 796,998 44,24 1528567_SSP_MIS_001_201808_20180913_103135_553.csv 1 1535791_SSP_FORN_001_201808_18092018_000491.csv 1 A R
          9 9 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 845,999 109,04 1568433_SSP_MIS_001_201809_20181013_082315_553.csv 1 1576764_SSP_FORN_001_201809_18102018_000350.csv 1 A R
          10 10 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 500,884 113,619 1610205_SSP_MIS_001_201810_20181113_101400_531.csv 1 1620758_SSP_FORN_001_201810_18112018_000116.csv 1 A R
          11 11 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 49,407 50,912 1641457_SSP_MIS_001_201811_20181213_074934_582.csv 1 1645711_SSP_FORN_001_201811_18122018_000085.csv 1 A R
          12 12 2018 Enel Distribuzione S.p.A. 14,627 90,136 1674007_SSP_MIS_001_201812_20190123_134731_579.csv 1 1668265_SSP_FORN_001_201812_18012019_000217.csv 1 A R

          Dettaglio Mensile del CEI = Controvalore economico dell’energia immessa in rete

          Mese Gestore di rete Trattamento misura Energia immessa Misura energia immessa netta per misura monoraria(kWh) Misura energia immessa netta F1 (kWh) Misura energia immessa netta F2 (kWh) Misura energia immessa netta F3 (kWh) Misura energia immessa netta F4 (kWh) Coefficiente perdita ki Versione misura Misura energia immessa lorda misura monoraria (kWh) Misura energia immessa lorda F1 (kWh) Misura energia immessa lorda F2 (kWh) Misura energia immessa lorda F3 (kWh) Misura energia immessa lorda F4 (kWh) Livello di tensione Prezzo medio mensile zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F1 zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F2 zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F3 zonale (cEuro/kWh) Prezzo fascia F4 zonale (cEuro/kWh)
          1 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 215,998 155 21,999 38,999 0 1,052 1 227,23 163,06 23,14 41,03 0 BT 0,055518 0,051821 0,041507 0
          2 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 264,998 212,999 28 23,999 0 1,052 1 278,78 224,07 29,46 25,25 0 BT 0,066149 0,06032 0,047697 0
          3 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 472,998 377 50,999 44,999 0 1,052 1 497,59 396,6 53,65 47,34 0 BT 0,066067 0,063247 0,048556 0
          4 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 756,998 427 140,999 188,999 0 1,052 1 796,36 449,2 148,33 198,83 0 BT 0,05385 0,054268 0,04275 0
          5 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 814,998 524 151,999 138,999 0 1,052 1 857,38 551,25 159,9 146,23 0 BT 0,058654 0,05761 0,043372 0
          6 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 901,999 565,999 171 165 0 1,052 1 948,9 595,43 179,89 173,58 0 BT 0,062677 0,057978 0,048683 0
          7 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 842,999 610 111,999 121 0 1,052 1 886,83 641,72 117,82 127,29 0 BT 0,066635 0,063675 0,055457 0
          8 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 796,998 526 119,999 150,999 0 1,052 1 838,44 553,35 126,24 158,85 0 BT 0,068804 0,067582 0,061804 0
          9 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 845,999 566,999 157 122 0 1,052 1 889,99 596,48 165,16 128,34 0 BT 0,085137 0,079029 0,0692 0
          10 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 500,884 379,528 67,143 54,213 0 1,052 1 526,93 399,26 70,63 57,03 0 BT 0,08391 0,079437 0,065889 0
          11 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 49,407 28,252 10,005 11,15 0 1,052 1 51,98 29,72 10,53 11,73 0 BT 0,078048 0,069116 0,057639 0
          12 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 14,627 5,373 3,06 6,194 0 1,052 1 15,39 5,65 3,22 6,52 0 BT 0,074453 0,067506 0,057661 0

        • gipi, il 30 Maggio 2019 ore 17:28

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          Veramente non hai risposto per nulla a quanto ti avevo chiesto!

          Avevo scritto : —“Vedi bene TUTTI i vari punti di domanda che ti ho formulati, a partire dall’inizio di questo scritto, e cerca di dare per ognuno una risposta chiara e precisa.” —

          Hai scaricato un bombardamento di dati come usavano gli Americani nella 2a Guerra Mondiale.
          Per fortuna mia io lavoro sempre nel mio Ufficio Bunker………………………

          Comunque, visto che mi sono salvata la pelle, ora uscirò fuori a vedere la natura dei tuoi Ordigni Bellici inesplosi.

          Poi mi faccio risentire. Ciao

        • gipi, il 1 Giugno 2019 ore 01:09

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          Ho visionato i dati nella caotica forma nella quale li hai inviati.
          Non ho capito per quale motivo mi hai mandato una “tempestata” di dati di dettaglio relativamente inutili e comunque mancano tutti i dati che ti avevo chiesti io.

          Ma tu consulti il “Foglio di Calcolo CS” proprio nella strampalata forma grafica (incompleta) che hai inviato a me ?????

          La forma grafica CORRETTA, LEGGIBILE E COMPRENSIBILE si ottiene modificando l’opzione di lettura che è riportate sulla “mascherina” che compare sul monitor del Computer subito dopo finito il caricamento del “Foglio”.

          Bisogna cancellare l’opzione ” VIRGOLA”, che compare di default, e sostituirla con quella “PUNTO e VIRGOLA”.
          Poi, pigiando il “tasto” -OK-, compare la Tabella con tutti i dati e ordinata come si deve per poterci capire qualcosa.

          Io ti avevo chiesti certi dati, leggibili nelle caselle numerate della Tabella, che tu avresti dovuto TRASCRIVERE nel piccolo elenco che ti avevo fatto.

          TI RIPETO QUANTO AVEVO GIA’ SCRITTO :

          Dunque tu consulta il “Foglio di Calcolo CS 2018” che il GSE ti ha preparato per il tuo IMPIANTO PICCOLO e fammi sapere i dati numerici scritti nelle colonne del “foglio” indicate tra parentesi (i dati sono alle righe 1 e 2 delle colonne indicate).

          Naturalmente io suppongo che tu sappia come fare per accedere al tuo “Foglio di Calcolo CS”……

          Altrimenti la situazione si complica !

          –(Q) : Credito CEI/OE Anno calcolo (€) = …………….
          –(T) : Contributo CS (€) = …………….
          –(V) : OE (€) = …………….
          –(W) : CEI (€) = ……………
          –(X) : Min (CEI/OE) (€) = ………………..
          –(Y) : CUS (centesimi di €) = ……………..
          –(Z) : Energia Scambiata (kWh) = ……………
          –(AA) : Energia Prelevata (kWh) = …………….
          –(AB) : Energia Immessa (kWh) = ……………
          ————————————————————–

          Inoltre, quando scrivi, cerca di suddividere il discorso in paragrafi (possibilmente non troppo lunghi) in modo da dare anche evidenza grafica e di posizione ai diversi concetti/argomenti.
          Non si può fare un polpettone di tutto !

          Per fare un esempio della situazione :

          8 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 254 161 41 52 0 1,052 1 267,21 169,37 43,13 54,7 0 BT 0,068804 0,067582 0,061804
          9 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 159,999 101 40,999 18 0 1,052 1 168,32 106,25 43,13 18,94 0 BT 0,085137 0,079029 0,0692
          10 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 5,01 3,783 0,011 1,216 0 1,052 1 5,27 3,98 0,01 1,28 0 BT 0,08391 0,079437 0,065889
          11 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 11,328 5,973 2,509 2,846 0 1,052 1 11,92 6,28 2,64 2,99 0 BT 0,078048 0,069116 0,057639
          12 Enel Distribuzione S.p.A. Fascia 6,524 2,372 1,339 2,813 0 1,052 1 6,86 2,5 1,41 2,96 0 BT 0,074453 0,067506 0,057661
          Ciao GIPI.
          Per l’impianto da 1.92,credo mi chiedessi questa situazione dello scambio sul posto.A chiarimento,nella palazzina ci sono 2 appartamenti,quello col 1,92 è disabitato parzialmente.
          Saluti.

          Secondo te, uno che vede tutta quella grandinata di dati e scritte varie riuscirà mai a snidare a colpo d’occhio il “Ciao GIPI…………….” posto in fondo (anziché in testa al discorso come avrebbe dovuto essere) e senza nemmeno una riga di spaziatura che lo metta almeno un po’ in risalto ???
          ————————————————————–

          Comunque hai risposto solo alla domanda 2) ma non alla 1) e 3) che ti avevo già poste e che ripeto :

          — 1) I 2 diversi Impianti sono quindi del tutto indipendenti tra loro e OGNI IMPIANTO è dotato di una propria coppia di Contatori ENEL (un Contatore per l’INVERTER e uno per lo SCAMBIO con la Rete) ???
          Questo perché, per quanto ne so io, in ragione della particolarità del Trattamento Contabile di cui usufruisce l’Impianto del 1° C.E. questo non può essere accorpato ad altri dei successivi C.E. (2°-3°-4°-5°).

          — 3) Per l’IMPIANTO PICCOLO, ti avevo già chiesto :
          —- “Per quanto credo di sapere io, SUL SOLO 1° C.E., PER CHI HA OPTATO PER LO SCAMBIO SUL POSTO, l’INCENTIVO viene riconosciuto SOLO SUI kWh AUTOCONSUMATI.
          Solo a partire dal 2° C.E. l’INCENTIVO era stato esteso a TUTTA LA PRODUZIONE DELL’IMPIANTO.
          QUALE E’ LA TUA REALE SITUAZIONE ? “—-

          Non mi pare che tu abbia chiarito questo aspetto e quindi riformulo diversamente la domanda :
          PER L’IMPIANTO PICCOLO L’INCENTIVO TI VIENE RICONOSCIUTO SOLO SUI kWh CHE AUTOCONSUMI ?
          QUANTI SONO I kWh CHE AUTOCONSUMI ?.

          Per cortesia potresti precisarlo chiaramente!
          ——————————————————————-

          A risentirci…………….

        • gipi, il 3 Giugno 2019 ore 00:26

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          In attesa dei dati, esposti nella forma che ti ho già chiesta, ho frugato con la lente di ingrandimento sui dati da bombardamento che hai già inviati e sono rimasto incredulo sui tuoi AUTOCONSUMI per entrambi i tuoi 2 Impianti.
          —————————————————————–

          IMPIANTO da 1,92 kWp

          Non risulta scritto da nessuna parte ma il tuo Impianto dovrebbe dare una PRODUZIONE ANNUA intorno ai 1,92 x 1250 = 2400 kWh/anno (al massimo 1,92 x 1300 = 2496 ….2500 kWh/anno).

          Dai dati del GSE risulta :
          — Energia IMMESSA….. = 2361,8 kWh/anno
          — Energia PRELEVATA = 1224,7 kWh/anno
          — Energia SCAMBIATA = 1224,7 kWh/anno

          Dunque l’entità del tuo AUTOCONSUMO risulta compresa nel campo PRODUZIONE ANNUA – IMMESSA = (2400 – 2361,8) — (2500 – 2361,8) ossia 38,2 — 138,2 kWh/anno.
          —————————————————————-

          IMPIANTO DA 5,25 kWp

          Non risulta scritto da nessuna parte ma il tuo Impianto dovrebbe dare una PRODUZIONE ANNUA intorno ai 5,25 x 1250 = 6562 kWh/anno (al massimo 5,25 x 1300 = 6825 kWh/anno).

          Dai dati del GSE risulta :
          — Energia IMMESSA….. = 6478,9 kWh/anno
          — Energia PRELEVATA = 1678,5 kWh/anno
          — Energia SCAMBIATA = 1678,5 kWh/anno

          Dunque l’entità del tuo AUTOCONSUMO risulta compresa nel campo PRODUZIONE ANNUA – IMMESSA = (6562 – 6478,9) — (6825 – 6478,9) ossia 83,1 — 346,1 kWh/anno.
          ——————————————————————

          ORA LA DOMANDA DELLE DOMANDE, ALLA QUALE DOVRESTI RISPONDERE, E’ :

          Anche con i consumi di UTENZA così bassi : 1224,7 kWh (sul 1,92 kWp) e 1678,5 (sul 5,25 kWp) MA COME FAI AD AUTOCONSUMARE COSI’ POCO ???????

          I tuoi AUTOCONSUMI SONO PRATICAMENTE INESISTENTI !!!!!

          Mi viene da pensare che tu, di giorno, non consumi praticamente quasi nulla riversando tutta la produzione dei due FV in Rete e ti metti a consumare qualcosa di apprezzabile solo nella sera e notte, magari perché pensi che la tariffa F23 (serale-notturna) risulta più bassa e conveniente……

          MI POTRESTI SVELARE COME SONO DISTRIBUITI NELLA GIORNATA I TUOI CONSUMI DI CASA ???
          —– —– —– —– —–

          Comunque, a parte tutto questo, mi sembra di aver individuato (chissà se forse faccio Bingo) che il CS ,che ti ha calcolato il GSE per ogni singolo Impianto, risulta : 124,5 € (per il 1,92 kWp) e 169,8 € (per il 5,25 kWp).

          Attendo notizie (chiare)……………..

  62. giovanni, il 2 Giugno 2019 ore 19:19

    Cara Gipi.

    In sincerità dal sito di più non riesco a ricavare.Nel mio bombardamento c’è tutto.Quello che ho consumato e quello che ho immesso.Quello che pagano come scambio e quello che pagano come eccedenze.
    Ti saluto.

    • gipi, il 3 Giugno 2019 ore 17:53

      Ciao Giovanni

      Diciamo che, nel tuo “bombardamento”, c’è tutto e che sono io a non riuscire a snidare i dati.

      Dunque, se tu sai per certo che i dati ci sono, magari in uno slancio di cortesia, avresti potuto segnalarmeli uno per uno.
      In fondo, se li conti, i dati da me richiesti sono solo 9.
      Non credo che la cosa ti sarebbe costata troppa fatica, anche tenuto conto che il vero interessato a capirci qualcosa direi che sei tu stesso per primo.

      Comunque vedi tu cosa ritieni di fare.
      Io sul Sito ci sono sempre ………………….

  63. giovanni, il 2 Giugno 2019 ore 19:23

    Non mi pare che tu abbia chiarito questo aspetto e quindi riformulo diversamente la domanda :
    PER L’IMPIANTO PICCOLO L’INCENTIVO TI VIENE RICONOSCIUTO SOLO SUI kWh CHE AUTOCONSUMI ? Si è vero e poi pagano le eccedenze.
    QUANTI SONO I kWh CHE AUTOCONSUMI ?.Variano di anno in anno,non sono sempre gli stessi.
    Saluti.

    • gipi, il 4 Giugno 2019 ore 00:20

      Ciao Giovanni Priano da Genova
      (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

      I tuoi due ultimi interventi sono in data 2 Giugno 2019 ma sono stati pubblicati sul Sito solo quest’oggi, 3 Giugno, dopo le ore 12.
      Nel frattempo avevo scritto un intervento (Gipi, Il 3 Giugno 2019 Ore 00:26) che è stato pubblicato sempre quest’oggi insieme ai tuoi due che ho già citati.

      Dunque, ora, leggendo io quanto detto da e leggendo tu quanto detto da me, si può fare un punto più preciso, anche se non definitivo, della tua situazione !
      ——————————————————————————

      Per non mettere troppa carne al fuoco mi limiterò a dirti qualcosa del tuo Impianto Piccolo (1,92 kWh – 1° C.E.) che è molto “afflitto” sul fronte degli Incentivi in quanto tu hai confermato che :

      —-“PER L’IMPIANTO PICCOLO L’INCENTIVO TI VIENE RICONOSCIUTO SOLO SUI kWh CHE AUTOCONSUMI ? Si è vero e poi pagano le eccedenze.” —–

      Richiamo i dati che avevo già individuati nel “bombardamento” per questo Impianto:

      IMPIANTO da 1,92 kWp

      Non risulta scritto da nessuna parte ma il tuo Impianto dovrebbe dare una PRODUZIONE ANNUA intorno ai 1,92 x 1250 = 2400 kWh/anno (al massimo 1,92 x 1300 = 2496 ….2500 kWh/anno).

      Dai dati del GSE risulta :
      — Energia IMMESSA….. = 2361,8 kWh/anno
      — Energia PRELEVATA = 1224,7 kWh/anno
      — Energia SCAMBIATA = 1224,7 kWh/anno

      Dunque l’entità del tuo AUTOCONSUMO risulta compresa nel campo PRODUZIONE ANNUA – IMMESSA = (2400 – 2361,8) — (2500 – 2361,8) ossia 38,2 — 138,2 kWh/anno.
      ————————————————————————————-

      PER QUANTO TI VIENE RICONOSCIUTO COME INCENTIVO :

      Se tu NON AUTOCONSUMI (quasi nulla) allora anche l’ammontare complessivo dell’Incentivo sarà minimo per forza di cose.

      Nel tuo caso specifico (Autoconsumo stimato compreso tra 38,2 e 138,2 kWh/anno) il TOTALE DEL TUO INCENTIVO sarà compreso tra 38,2 x 0,445 = 16,99 € e 138,2 x 0,445 = 61,49 €.
      UNA VERA MISERIA MA SE TU NON AUTOCONSUMI NON PUOI LAMENTARTI !!!

      Se tu avessi messo il tuo FV al servizio di una Utenza “normale”, con un Consumo intorno ai 3500 kWh/anno, dato che il FV da 1,92 kWp è piccolo e produce mediamente 2450 kWh/anno, saresti quasi certamente riuscito ad Autoconsumare almeno il 45 % della Produzione che farebbe 2450 x 0,45 = 1102 kWh/anno.
      Con un tale Autoconsumo avresti ottenuto un INCENTIVO TOTALE di 1102 x 0,455 = 501 € !!!

      PER QUANTO ATTIENE ALLO SCAMBIO SUL POSTO :

      Attualmente, per l’ENERGIA SCAMBIATA (1224,7 kWh/anno) dovresti percepire un “C.S.” di circa 1224,7 x 0,10 € = 122,4 € (e nei tuoi dati vedo un numero che dice 124, 559 non si sa cosa…).

      Per il resto della tua Energia che lasci alla Rete come ESUBERI (2361,8 – 1224,7 = 1137,1 kWh) potresti avere un “ritorno dalla vendita” stimabile in 1137,1 x 0,07 = 79,6 €/anno.

      Dunque il tuo Totale da SSP risulterebbe : 122,4€ CS + 79,6 € esuberi = 202,00 € (e nei tuoi dati vedo un numero che dice 208,124 non si sa cosa…).

      Gli ESUBERI vanno però messi in Dichiarazione dei Redditi e, se sei nello “scaglione” da 15.000 a 28.000 €, ci devi pagare il 27 % di Tassa IRPEF. Nello “scaglione” prima è il 23%, in quello successivo il 38%.

      Naturalmente anche in questo caso del SSP il tuo BASSO SCAMBIO ti penalizza dato che vendi alla Rete la tua Energia in Esubero a 0,07 €/kWh (e quest’anno ti va di lusso perché in precedenza il valore era intorno a 0,055 €/kWh) mentre, consumando molto di più, questa Energia sarebbe sicuramente passata tutta in SCAMBIO e ogni kWh ti sarebbe stato riconosciuto al valore di 0,10 €/kWh.

      In pratica, senza ESUBERI, il tuo CS sarebbe diventato 2361,8 x 0,10 = 236,18 €/anno (invece degli attuali122,4 €/anno) e non pagheresti nulla di IRPEF dato che non ci sono pagamenti per gli ESUBERI
      ——- ——— ———–

      MIE CONSIDERAZIONI PERSONALI :

      Tu, per tutto il tuo Immobile (i due appartamenti messi insieme) consumi ogni anno praticamente : 1224,7 + 1678,5 = 2903,2 kWh come certifica il GSE (e si presume anche le tue Bollette ENEL).

      A questo consumo “certificato” va aggiunta una piccolissima quantità in AUTOCONSUMO, che è stata già valutata separatamente per i 2 diversi Impianti FV, e che risulterebbe mediamente di 88 + 214 = 302 kWh.

      Sommando il tutto il tuo Consumo dell’Immobile risulta 2903 + 302 = 3205 kWh/anno che si avvicinano parecchio all’esempio dei 3500 kWh/anno che ti avrebbero permesso di avere un “ritorno” DECENTE dal solo FV da 1,92 kWp.

      Secondo i calcoli già fatti più sopra, avendo un solo Impianto 1,92 kWp e un solo Contatore ENEL di “Scambio” con il quale alimentare tutto l’Immobile (i due Appartamenti insieme) avresti potuto contare su un “Ritorno Complessivo Incentivi + CS ” di : 501 € incentivi + 236 € CS = 737 €/anno.

      Poi ci sarebbe anche da considerare il “Risparmio in Bolletta” che genera un ulteriore separato “ritorno”, ma lasciamo stare…….

      Il secondo Impianto da 5,25 kWp non aveva motivazione per essere installato dato che presentava anche la necessità di un secondo e separato Contratto Contatore con ENEL.

      Forse tu, per qualche ragione, avevi già due Contatori (uno per ogni appartamento) e quindi ti è venuto più facile pensare ad un secondo Impianto FV (inserito nel 2° C.E.) in modo da incamerare gli Incentivi che erano stati si DIMINUITI, MA ESTESI A TUTTA LA PRODUZIONE GENERATA, e non erano più legati all’AUTOCONSUMO.

      Forse, al momento, la cosa era sembrata un buon investimento ma non ti sei reso conto che, avendo già il precedente Impianto da 1,92 kWp e avendo consumi “di casa” bassissimi ne avresti depressa la Resa Economica in modo irrimediabile.

      Se le cose stanno così (e mi pare proprio di non sbagliare) allora devi ormai prenderla come viene.
      Metti tutto quello che ti arriva insieme e vedi in quanto tempo riuscirai ad ammortare l’investimento complessivo che hai fatto.

      • giovanni, il 4 Giugno 2019 ore 12:56

        Metti tutto quello che ti arriva insieme e vedi in quanto tempo riuscirai ad ammortare l’investimento complessivo che hai fatto.
        Il 5,25 è stato fatto col contributo del 75% della Regiona Liguria,quindi mi è costato poco.
        Poco anche il 1,92 dato che è piccolo.

        Grazie e saluti

        • gipi, il 7 Giugno 2019 ore 11:14

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          I discorsi e i ragionamenti fatti a base di “più e meno” oppure di “molto e poco” lasciano sempre il tempo che trovano e sono tipici di chi vuol dire ma non vuol dire in modo che poi, se ve ne fosse bisogno, si trovano sempre vie di fuga per avere ragione nelle discussioni.

          Io sono per i numeri che, essendo e restando scritti, fotografano perfettamente le situazioni in modo preciso ed uniforme per tutti.
          —————————————————————–

          Che vuol dire — “Poco anche il 1,92 dato che è piccolo” — ???

          Io cerco di immaginare il tuo “POCO” (riferito ai prezzi del 2006) in : 1,92 x 6000 €/kWp = 11520 € (almeno).
          Hai voglia a dire “POCO”, poi magari tutto è relativo perché tu sei un Nababbo indiano……..

          Poi, per il tuo secondo Impianto (realizzato praticamente ai costi del 2008), dici :
          — “Il 5,25 è stato fatto col contributo del 75% della Regiona Liguria,quindi mi è costato poco” —

          Facendo ricorso alla mia solita immaginazione : 5,25 x 5000 €/kWp = 26250 € (almeno), dei quali 25% = 6563 € a carico tuo e 75% = 19687 € REGALATI GENTILMENTE dalla Regione Liguria.

          In base al concetto di “POCO”, cristallizzato nei numeri, e dal mio punto di vista del tutto personale, dovresti essere effettivamente un Nababbo.

          Comunque sarebbe interessante anche sapere di QUALE ENTITA’ RISULTA L’INCENTIVO CHE PERCEPISCI (da mie stime potrebbe essere intorno a 0,365 €/kWh, ma tu potrai facilmente PRECISARLO) e se lo percepisci PER INTERO SU TUTTA LA PRODUZIONE DEL TUO FV oppure se, IN QUALE MISURA E COME, te lo DECURTANO per il fatto di aver usufruito della Sovvenzione a Fondo Perduto della Regione Liguria (75%).

          Resto inattesa di tue notizie.
          A risentirci……….

  64. giovanni, il 3 Giugno 2019 ore 15:09

    Comunque, a parte tutto questo, mi sembra di aver individuato (chissà se forse faccio Bingo) che il CS ,che ti ha calcolato il GSE per ogni singolo Impianto, risulta : 124,5 € (per il 1,92 kWp) e 169,8 € (per il 5,25 kWp

    Hai fatto Bingo.Saluti

  65. giovanni, il 3 Giugno 2019 ore 15:26

    ORA LA DOMANDA DELLE DOMANDE, ALLA QUALE DOVRESTI RISPONDERE, E’ :

    Anche con i consumi di UTENZA così bassi : 1224,7 kWh (sul 1,92 kWp) e 1678,5 (sul 5,25 kWp) MA COME FAI AD AUTOCONSUMARE COSI’ POCO ???????

    I tuoi AUTOCONSUMI SONO PRATICAMENTE INESISTENTI !!!!!

    Mi viene da pensare che tu, di giorno, non consumi praticamente quasi nulla riversando tutta la produzione dei due FV in Rete e ti metti a consumare qualcosa di apprezzabile solo nella sera e notte, magari perché pensi che la tariffa F23 (serale-notturna) risulta più bassa e conveniente……

    MI POTRESTI SVELARE COME SONO DISTRIBUITI NELLA GIORNATA I TUOI CONSUMI DI CASA ???

    E’ tutto molto semplice,di giorno non ci siamo,si pensava ad un accumulo,costa troppo e non lo ammortizzeremo mai.Pensa vorrei aggiungere un altro 4 kw e me lo hanno sconsigliato.Valuto se prendere una macchina elettrica.Saluti.

    • gipi, il 6 Giugno 2019 ore 22:34

      Ciao Giovanni Priano da Genova
      (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

      Avevo osservato :
      — “Anche con i consumi di UTENZA così bassi : 1224,7 kWh (sul 1,92 kWp) e 1678,5 (sul 5,25 kWp) MA COME FAI AD AUTOCONSUMARE COSI’ POCO ??????? ” —.

      Avevo chiesto :
      — “MI POTRESTI SVELARE COME SONO DISTRIBUITI NELLA GIORNATA I TUOI CONSUMI DI CASA ??? ” —.

      Tu hai risposto :
      — “E’ tutto molto semplice,di giorno non ci siamo,si pensava ad un accumulo,costa troppo e non lo ammortizzeremo mai.Pensa vorrei aggiungere un altro 4 kw e me lo hanno sconsigliato.Valuto se prendere una macchina elettrica.Saluti.” —

      Inoltre, nel corso della nostra Soap Opera “Fotovoltbeautiful” ti avevo chiesto dei tuoi Contatori Enel :
      — ” I 2 diversi Impianti sono quindi del tutto indipendenti tra loro e OGNI IMPIANTO è dotato di una propria coppia di Contatori ENEL (un Contatore per l’INVERTER e uno per lo SCAMBIO con la Rete) ??? ” — e alla domanda tu non hai MAI RISPOSTO .
      —————————————————————————–

      Allora riporto i tuoi AUTOCONSUMI e le PRODUZIONI ANNUALI, come da me valutati in precedenza, dato che tu sull’argomento non hai voluto/potuto dire nulla di concreto.

      — AUTOCONSUMI sui due Impianti: Impianto 1,92 = 88kWh/anno ; Impianto 5,25 = 214 kWh/anno.
      — PRODUZIONE sui due Impianti : Impianto 1,92 = 2450 kWh/anno ; Impianto 5,25 = 6690 kWh/anno.
      ——————————————————————————

      Le PERCENTUALI di AUTOCONSUMO sui due Impianti risultano :
      Impianto 1,92 = 100 / 2450 x 88 = 3.59 % ; Impianto 5,25 = 100 / 6690 x 214 = 3,20%

      PER RIUSCIRE AD AVERE AUTOCONSUMI COSI’ BASSI (da primato mondiale) BISOGNA ANCHE IMPEGNARSI A FONDO!!! Infatti non basta essere “fuori tutto il giorno” ma bisognerebbe anche essere assenti tutti i sabati, le domeniche e gli altri giorni Festivi classici che in tutto fanno circa 115 giorni/anno.

      A MENO CHE, nei detti 115 giorni, pur essendo a casa, non si sposti l’uso di Lavatrice, Aspirapolvere, Stiratura, e comunque qualsiasi Consumo Energetico “pesante” alla notte …………… pensando di risparmiare/guadagnare perché cosi si avranno Bollette ENEL più basse e si venderà il massimo possibile della PRODUZIONE DEL FV .
      ————————–

      Forse ho fatto Bingo?
      Altrimenti spiegati più in dettaglio………………….
      —————————————————————————

      Poi dici anche :

      — “Pensa vorrei aggiungere un altro 4 kw e me lo hanno sconsigliato.Valuto se prendere una macchina elettrica.” —

      Ma allora, per uno di Genova come te (dove sono tradizionalmente attentissimi alle “palanche” e tradizionalmente in competizione con gli Scozzesi), dopo tutte le TUE recriminazioni sul Fotovoltaico che non conviene per nulla, la domanda sorge spontanea : MA TI VUOI PROPRIO ROVINARE A QUALSIASI COSTO ???

      P.S. Ho vissuto a Genova dal 1954 al 1967, città bellissima in tutti i sensi, e ho pure sposata una genovese………

  66. giovanni, il 4 Giugno 2019 ore 00:11

    Secondo la tua esperienza,conviene avere molto scambio sul posto o farsi pagare con le eccedenze?Qualcuno dice che con lo scambio la pagano di più,a conti fatti fra quello che paghi all’Enel e quello che ricevi non mi sembra che ci sia quel gran guadagno.
    Saluti.

    • gipi, il 5 Giugno 2019 ore 00:10

      Ciao Giovanni Priano da Genova
      (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

      Penso di dirti qualcosa domani e poi la vedrai presumibilmente dopodomani.
      Quest’oggi non mi è stato possibile.
      Sono ancora in giro a folleggiare e a spendere tutto il guadagno fatto al Bingo !!!

      Ci risentiamo ……….

    • gipi, il 7 Giugno 2019 ore 00:51

      Ciao Giovanni Priano da Genova
      (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

      Capisco che nel mondo attuale tutti “le sparano” senza alcuna cognizione (ti capisco moltissimo dato che anch’io, tutti i giorni, sento/leggo notizie che fanno cadere le braccia anche a chi non le ha.

      Tu però non hai letto con attenzione quanto ti ho scritto nel mio Intervento qui poco più sopra : “Gipi, Il 4 Giugno 2019 Ore 00:20”

      Tra le altre cose trovavi scritto :
      —————————————-
      PER QUANTO ATTIENE ALLO SCAMBIO SUL POSTO :

      Attualmente, per l’ENERGIA SCAMBIATA (1224,7 kWh/anno) dovresti percepire un “C.S.” di circa 1224,7 x 0,10 € = 122,4 € (e nei tuoi dati vedo un numero che dice 124, 559 non si sa cosa…).

      Per il resto della tua Energia che lasci alla Rete come ESUBERI (2361,8 – 1224,7 = 1137,1 kWh) potresti avere un “ritorno dalla vendita” stimabile in 1137,1 x 0,07 = 79,6 €/anno.

      Dunque il tuo Totale da SSP risulterebbe : 122,4€ CS + 79,6 € esuberi = 202,00 € (e nei tuoi dati vedo un numero che dice 208,124 non si sa cosa…).

      Gli ESUBERI vanno però messi in Dichiarazione dei Redditi e, se sei nello “scaglione” da 15.000 a 28.000 €, ci devi pagare il 27 % di Tassa IRPEF. Nello “scaglione” prima è il 23%, in quello successivo il 38%.

      Naturalmente anche in questo caso del SSP il tuo BASSO SCAMBIO ti penalizza dato che vendi alla Rete la tua Energia in Esubero a 0,07 €/kWh (e quest’anno ti va di lusso perché in precedenza il valore era intorno a 0,055 €/kWh) mentre, consumando molto di più, questa Energia sarebbe sicuramente passata tutta in SCAMBIO e ogni kWh ti sarebbe stato riconosciuto al valore di 0,10 €/kWh.

      In pratica, senza ESUBERI, il tuo CS sarebbe diventato 2361,8 x 0,10 = 236,18 €/anno (invece degli attuali122,4 €/anno) e non pagheresti nulla di IRPEF dato che non ci sono pagamenti per gli ESUBERI.
      —————————————–

      Comunque ti posso dire che per il mio impianto (molto grosso, 9,6 kWp, della fine 2013) nei vari anni di esercizio mi sono stati riconosciuti i valori del kWh in SCAMBIO e in ECCEDENZA secondo la tabellina qui più sotto.

      Tieni presente che, nel mio caso, sono cifre alquanto più alte di quelle che potresti percepire nel caso dei tuoi 2 Impianti.
      Fai conto che per te potrebbero essere circa il 20% più basse. La spiegazione di questa apparente disparità di trattamento è estremamente complessa e richiederebbe una trattazione lunghissima che difficilmente potrebbe essere compresa………

      Valori assegnati all’Energia SCAMBIATA e a quella in ECCEDENZA (mio Impianto 9,6 kWp)

      2014 ——— Scambiata 0,1729 €/kWh ———- Eccedenza 0,0549 €/kWh (da mettere in Dichiarazione dei Redditi)
      2015 ——— Scambiata 0,1782 €/kWh ———- Eccedenza 0,0630 €/kWh (da mettere in Dichiarazione dei Redditi)
      2016 ——— Scambiata 0,1724 €/kWh ———- Eccedenza 0,0449 €/kWh (da mettere in Dichiarazione dei Redditi)
      2017 ——— Scambiata 0,1166 €/kWh ———- Eccedenza 0,0580 €/kWh (da mettere in Dichiarazione dei Redditi)
      2018 ——— Scambiata 0,1252 €/kWh ———- Eccedenza 0,0736 €/kWh (da mettere in Dichiarazione dei Redditi)

      Mi SEMBRA CHE NON CI SIA BISOGNO DI COMMENTARE………………….

      Per le ECCEDENZE ci sono alti e bassi che dipendono dalla “Quotazione di Mercato”.
      Esiste una specie di Borsa Energetica dove si comprano e vendono i nostri kWh insieme a quelli di tutte le Centrali Elettriche praticamente ad ogni istante di ogni giorno per tutti i giorni dell’anno………….

      Per lo SCAMBIO i valori sono letteralmente crollati nel 2017 a causa della Modifica delle Tariffe Elettriche iniziata nel 2016 e ormai praticamente conclusa dopo 3 anni di progressivo Adeguamento (2016 – 2017 – 2018).
      Ora non vi dovrebbero essere più sensibili variazioni.

      Oltre a questo devi considerare che se concentri i tuoi Consumi Energetici DI GIORNO aumenterai l’AUTOCONSUMO e tutto quello che riuscirai ad AUTOCONSUMARE non andrà più ad ingrossare le ECCEDENZE (lo sottrarrai alle Eccedenze).

      Inoltre devi tenere presente che il valore delle ECCEDENZE lo devi poi mettere in Dichiarazione dei Redditi e ti risulterà tassato con la tua Aliquota IRPEF (23 – 27 – 38 – 41 – 43 % a seconda del tuo Imponibile Totale).

      Nel tuo caso specifico, dato che hai Consumi di Casa molto bassi puoi calcolare che, per ogni kWh AUTOCONSUMATO (che non ti troverai più in Bolletta) ti rimarranno in tasca circa 0,145 €/kWh.
      ——————————————————————————–

      ULTIMO SUGGERIMENTO :

      Dato che il tuo Impianto da 1,92 kWp è del 1° C.E. dovresti (se ti risulta elettricamente fattibile come peso che sia) caricare tutti i consumi di casa su questo solo Impianto concentrando, come già detto, tutti i consumi “pesanti” di giorno quando il FV produce.

      Così facendo aumenteresti in modo considerevole l’AUTOCONSUMO.
      Io stimo che potresti riuscire ad Autoconsumare il 60% della Produzine FV che farebbe 2450 kWh x 0,6 = 1470 kWh.
      L’Autoconsumo da solo ti frutterebbe, dal GSE, 1470 x 0,445 €/kWh dell’incentivo = 654 €/anno.

      Inoltre avresti un abbassamento (rispetto ad ora) dei Consumi in Bolletta Annuale di circa 1470 – 302 = 1168 kWh che equivalgono ad altri 1168 x 0,145 €/kWh = 169 €/anno.

      Per l’altro Impianto da 5,25 kWp non ci sono problemi.
      Non riceverai nulla dal GSE per lo Scambio sul Posto (SSP) che starà a zero e ti riconosceranno tutte le ECCEDENZE che saranno l’intera produzione del FV.

      Inoltre continuerai a percepire tutti gli Incentivi (il cui valore non mi è noto ma che potrebbe essere intorno a 0,385 €/kWh) e che potrebbero ammontare ad un totale di 6690 x 0,385 = 2575 €/anno.

      • giovanni, il 7 Giugno 2019 ore 14:45

        Situazione ad oggi sul 1,92 prelevata 673 kw,immessa 1227 sul 5,25 prelevata, 1152 ,immessa 2363.

        Ho deciso sul 1,92 di fare un aumento di potenza di 4 kw. Sul 5,25 non esistono incentivi ma solo scambio sul posto,non capisco a cosa ti riferisci con 2575 euro/anno.

        Prevedo in base a nuove utenze di raggiungere entro fine anno un prelievo di 7000 kw e una produzione sui 8000 kw.
        Già tra i due impianti produco circa 7000 all’anno,quindi dovrei superare gli 8000.

        Cosa ne pensi.Sono matto?

        Ciao.Saluti alla genovese.

        • gipi, il 11 Giugno 2019 ore 12:39

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          Su entrambi gli Impianti (nel corso dei primi 5 mesi dell’anno + 7 gg) sei sulla stessa linea di “scambio” di circa il 50% di quanto “immetti”.

          Bisogna ridire ancora una volta che, per sfruttare gli Impianti come si deve e si può, lo “scambio” (che nel tuo caso coincide sempre numericamente con il “prelievo”) dovrebbe essere della stessa entità della “immissione”.

          Naturalmente questo SU BASE ANNUALE, dato che risulta evidente che, se si andasse a vedere la situazione alla fine di gennaio, si troverebbe facilmente (per l’impianto piccolo) che si sono “prelevati” 150 kwh e se ne sono “immessi” forse 30 kWh.
          ———————————————————–

          PER I TUOI PROGETTI ENERGETICI FUTURI :

          Mi risulta impossibile capire il motivo per il quale ti vuoi caricare di un altro Impianto da 4 kWp (soprattutto perché hai detto sempre peste e corna della resa dello Scambio sul Posto).

          Comunque, prescindendo dalla stranezza delle tue valutazioni personali, rimanendo sul concreto dei numeri e semplificando la situazione all’osso :

          I tuoi 2 impianti hanno una potenza complessiva di 1,92 + 5,25 = 7,17 kWp e ti daranno una Produzione Annua Complessiva di 7,17 x 1300 = 9321 kWh/anno……………diciamo 9300 kWh/a tondi (e non i soli 8000 che dici tu)

          Il tuo “Conto di Convenienza Massima” lo devi fare stabilendo quali saranno i CONSUMI TOTALI DI CASA (non i “prelievi” che saranno quello che saranno).

          Se tu produci GIA’ ADESSO complessivamente 9300 kWh/anno, per avere la Massima Resa Economica Possibile, dovrai avere i CONSUMI TOTALI DI CASA a 9300 kWh/anno anche loro.

          Dunque tu non hai bisogno di nessun ulteriore Impianto FV.

          Con tutto quello che hai sei già “COPERTO” abbondantemente anche rispetto alla tua previsione di incremento consumi.

        • gipi, il 12 Giugno 2019 ore 12:12

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          Ti rispondo limitatamente alla tua precisazione :
          — ” Sul 5,25 non esistono incentivi ma solo scambio sul posto,non capisco a cosa ti riferisci con 2575 euro/anno. “—

          Quando io avevo fatta la stima dei tuoi INCENTIVI tu non avevi ancora detto della “storia” per cui il tuo Impianto era stato SOVVENZIONATO AL 75% A FONDO PERDUTO DALLA REGIONE LIGURIA.

          Successivamente, essendoci dei ritardi fisiologici nella pubblicazione sul Sito e avendo saputo della “particolarità” della Sovvenzione dal tuo Intervento :
          —————

          Giovanni, Il 4 Giugno 2019 Ore 12:56
          Metti tutto quello che ti arriva insieme e vedi in quanto tempo riuscirai ad ammortare l’investimento complessivo che hai fatto.
          Il 5,25 è stato fatto col contributo del 75% della Regiona Liguria,quindi mi è costato poco.
          Poco anche il 1,92 dato che è piccolo.
          —————-

          Avevo chiesto delucidazioni proprio sul “trattamento” del quale poteva usufruire il tuo Impianto :

          —————–

          Gipi, Il 7 Giugno 2019 Ore 11:14

          ……………………………………….Comunque sarebbe interessante anche sapere di QUALE ENTITA’ RISULTA L’INCENTIVO CHE PERCEPISCI (da mie stime potrebbe essere intorno a 0,365 €/kWh, ma tu potrai facilmente PRECISARLO) e se lo percepisci PER INTERO SU TUTTA LA PRODUZIONE DEL TUO FV oppure se, IN QUALE MISURA E COME, te lo DECURTANO per il fatto di aver usufruito della Sovvenzione a Fondo Perduto della Regione Liguria (75%).
          —————

          Gli accavallamenti delle date dovuti ai ritardi nella pubblicazione hanno creato qualche difficoltà di comprensione tra noi ………..

          COMUNQUE ORA E’ CHIARO CHE PER IL TUO IMPIANTO DA 5,25 kWp in 2° C. E. NON PERCEPISCI NESSUN INCENTIVO DATO CHE HAI USUFRUITO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO DI CUI SI E’ DETTO.

      • giovanni, il 8 Giugno 2019 ore 00:17

        Facendo ricorso alla mia solita immaginazione : 5,25 x 5000 €/kWp = 26250 € (almeno), dei quali 25% = 6563 € a carico tuo e 75% = 19687 € REGALATI GENTILMENTE dalla Regione Liguria.
        Purtroppo dato che eravamo nel 2009 e ci mangiavano tutti alla grande,detto 5,25 kw è costato 40000 euro.
        Il 17 giugno pagheranno più di mille euro.
        Dettaglio Corrispettivi
        SSP00034850 2019 Costi amministrativi Fattura GSE 398670 18/05/2019 21/06/2019 30 36,60 Dettaglio Corrispettivi Scarica Fattura
        SSP00001326 2019 Contributo in conto scambio In Pagamento 201910925366S 17/05/2019 21/06/2019 17,47 17,47 Dettaglio Corrispettivi
        SSP00034850 2019 Contributo in conto scambio In Pagamento 201910892383S 17/05/2019 21/06/2019 47,78 47,78 Dettaglio Corrispettivi
        SSP00001326 2018 Conguaglio Contributo in conto scambio In Pagamento 201909892264S 08/05/2019 21/06/2019 309,03 309,03 Dettaglio Corrispettivi
        SSP00034850 2018 Conguaglio Contributo in conto scambio In Pagamento 201909872951S 08/05/2019 21/06/2019 787,97 787,97 Dettaglio Corrispettivi
        SSP00034850 2018 Costi amministrativi Incassata 352465 11/05/2018 21/06/2018 30 36,60 Dettaglio Corrispettivi Scarica Fattura
        SSP00001326 2018 Contributo in conto scambio Pagato 201808811318S 10/05/2018 21/06/2018 23,65 23,65 Dettaglio Corrispettivi
        SSP00034850 2018 Contributo in conto scambio Pagato 201808888045S 10/05/2018 21/06/2018 64,68 64,68 Dettaglio Corrispettivi
        SSP00001326 2017 Conguaglio Contributo in conto scambio Pagato 201808323213S 08/05/2018 21/06/2018 -4,18 -4,18

        • gipi, il 10 Giugno 2019 ore 16:15

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          Ora vedo di liberarmi dall’abbraccio mortale della piovra dei tuoi dati, metto un po’ tutto in ordine e poi vedo che cosa c’è da dire…….

          Ciao, ci sentiamo presto !

        • giovanni, il 10 Giugno 2019 ore 23:36

          Gipi ti saluto e ti allego la situazione del 1,92 primo conto energia del quale dal 2014 non riceviamo più gli incentivi,grazie al Consiglio di Stato(Bonomo non ci entra)
          Anno Mese Numero Identificativo GSE Numero Documento Conguaglio (Y/N) Potenza Impianto Natura Economica Energia Tariffa Imponibile(€) Data valuta del pagamento Formula Numerica Ritenuta Acconto (Y/N) Primo corrispettivo del periodo (Y/N) Numero Convenzione Stato Dettagli
          2019 Gennaio 10252 201928327267 N 1,92 INCENTIVO 200 0,445 89 0.445*200 N Y H01A00210006 IN PAGAMENTO
          2018 Dicembre 10252 201928327267 N 1,92 INCENTIVO 200 0,445 89 0.445*200 N Y H01A00210006 IN PAGAMENTO
          2018 Novembre 10252 201928327267 N 1,92 INCENTIVO 200 0,445 89 0.445*200 N Y H01A00210006 IN PAGAMENTO
          2018 Ottobre 10252 201928327267 N 1,92 INCENTIVO 200 0,445 89 0.445*200 N Y H01A00210006 IN PAGAMENTO
          2018 Settembre 10252 201827263118 N 1,92 INCENTIVO 200 0,445 89 0.445*200 N Y H01A00210006 IN PAGAMENT

        • gipi, il 12 Giugno 2019 ore 11:35

          Ciao Giovanni Priano da Genova
          (1 Impianto 1,92 kWp ;1° C.E. – 22/09/2006) + (1 Impianto 5,25 kWp ; 2° C.E. – 01/01/2009)

          Ora ti rispondo solo riguardo alla “tabellina” di quanto ti viene liquidato dal GSE come INCENTIVO MENSILE per il tuo Impianto Piccolo da 1,92 kWp.
          Per tutta la questione di quanto ti pagano per lo SSP di entrambi gli Impianti ti dirò qualcosa poi, separatamente.
          ———————————————————————–

          Dall’esame dei dati INCENTIVI della “tabellina” risulta che vieni pagato ogni mese su una BASE STIMATA di 200 kWh/mese al valore di 0,445 €/kwh

          Il loro calcolo risulta : 200 kWh/mese x 0,445 = 89,00 €/mese.
          Il GSE presume che tu produrrai MEDIAMENTE 200 kWh/mese e quindi un totale di 2400 kWh/anno.

          Su questa base di calcolo tu ricevi : 89 x 12 = 1068 €/anno (in acconto).

          Passato l’anno, quando il GSE vedrà la tua reale Produzione Annuale, dalla lettura reale del tuo Contatore di Produzione FV, si suppone che ti verrà fatto un Consuntivo dal quale, secondo i Valori Reali, risulterà quanto ti spetta veramente.

          Potrebbe darsi che, se l’Annata Solare è andata molto male, tu debba restituire qualche € ma, data la buonissima Produttività del tuo Impianto, è più probabile che ti venga data ancora qualcosa a conguaglio.

          Come già detto (in altri interventi) la tua Produzione Annua sembra poter essere di 1,92 kWp x 1300kWh/a / kWp = 2496 kWh/a, per cui potresti avere un successivo conguaglio POSITIVO di 96 x 0,445 = 42,7 €.

          Il tuo INCENTIVO ANNUALE REALE risulta quindi, verosimilmente, di 1068 + 42,7 = 1110,7 €/anno.
          ———————————————————–

          A vedere i tuoi dati, dunque, il GSE ti RICONOSCE L’INCENTIVO SUL TOTALE DELLA TUA PRODUZIONE FV.

          La cosa risulta stranissima dato che, da tutte le parti si vadano a cercare notizie sulle REGOLE DEL 1° C.E., risulta sempre scritto che L’INCENTIVO VIENE RICONOSCIUTO SOLO SULLA PARTE DI PRODUZIONE AUTOCONSUMATA.

          Bisogna quindi presumere che le notizie in tal senso si riferiscono sempre solo al Regolamento Iniziale che poi è stato modificato ma delle cui modifiche non se ne è più parlato.

          Comunque tu, che sei una Memoria Storica (dato che vedi i tuoi conti dal lontano 2006), dovresti saperne qualcosa di più e potresti anche dirci qualcosa di preciso……………..

  67. giovanni, il 12 Giugno 2019 ore 08:41

    Sei grande,ieri è venuta la Super Solare e per un aumento di 2,48 KWp mi hanno fatto un preventivo di 7861 euro,seguirò il tuo consiglio e non faccio un tubo,provvederò con una pompa di calore aria/acqua che si mangerà tutto.
    Grazie e saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.