Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Cosa sono i SEU Sistemi Efficienti di Utenza

23 marzo 2015
Voto:4/5 (9 voti)

Cosa sono i SEU? I Seu sono i “Sistemi Efficienti di Utenza”, ovvero sistemi di produzione e consumo elettrico che mettono in collegamento diretto il produttore ed il consumatore finale. Questo è il loro vantaggio principale.

Si sente parlare di SEU, parlando di fotovoltaico, in quanto questa nuova possibilità risulta conveniente per chi voglia realizzare impianti fotovoltaici senza autoconsumo proprio (e ovviamente senza incentivi, terminati nel 2013).

Perchè i SEU sono convenienti? Perchè sono sistemi in cui gli impianti fotovoltaici riforniscono direttamente aziende, stabilimenti, strutture energivore, ecc…  “senza obbligo di connessione di terzi”. Cioè: se prima il produttore vendeva al Gse (il Gestore dei Servizi Elettrici) e il Gse vendeva l’energia acquistata al mercato elettrico generale, ora il produttore può vendere direttamente al consumatore finale (in genere grandi aziende), col vantaggio di bypassare la rete, alcuni intermediari e parte dei loro costi di utilizzo.

Dunque: eliminando un intermediario, i SEU convengono sia al produttore, che vende direttamente l’energia al proprio cliente, sia al consumatore finale che acquista direttamente dal produttore ad un prezzo conveniente.

I SEU sono dei sistemi pensati per agevolare e favorire l’autoproduzione e l’autoconsumo diretto in loco dell’energia prodotta da fonti rinnovabili. Non si parla qui di impianti domestici, in contesti abitativi, posti sul tetto di casa, ma di grandi impianti a terra asservibili direttamente ad importanti utenze (fabbriche, aziende energivore,ecc..) che possano comprare direttamente l’energia prodotta sul posto senza passare dalla rete elettrica generale. E’ un sistema pensato per favorire l’auto-approvvigionamento energetico locale e per agevolare la generazione distribuita.

L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (l’Aeeg) ha definito i SEU nella delibera 578/2013/R/eel (12/12/2013). In questa delibera, in realtà, vengono regolati i “più generici” sistemi semplici di produzione e consumo (SSPC), tra i quali rientrano i Sistemi Efficienti di Utenza (SEU).

 

Nello specifico, cosa sono i sistemi efficienti d’utenza ( SEU )?

Ecco come vengono definiti nella delibera dell’Aeeg:

il sistema efficiente di utenza è un sistema in cui uno o più impianti di produzione di energia elettrica […] sono direttamente connessi […] all’unità di consumo di un solo cliente finale (persona fisica o giuridica) e sono realizzati all’interno di un’area di proprietà (o nella pieno disponibilità) del medesimo cliente […].

Gli impianti elettricici, inoltre:

  • devono avere una potenza complessivamente non superiore ai 20 Mw elettrici
  • devono essere da fonti rinnovabili o in cogenerazione ad alto rendimento
  • devono essere gestiti dal medesimo produttore (anche diverso dal cliente finale)
  • devono essere direttamente connessi all’unità di consumo, attraverso un collegamento privato e senza obbligo di connessione di terzi

seu sistemi efficienti di utenza

Il sistema ha il pregio di mettere in contatto diretto domanda ed offerta di energia sul mercato elettrico locale. Per energia si intende, ovviamente, quella proveniente da fonti rinnovabili.

I sistemi efficienti d’utenza, che erano stati introdotti dal decreto legislativo n.115/08 (modificato dal n.56/10), sono dei sistemi pensati per favorire l’auto-approvvigionamento energetico, sistema che agevola e rafforza la generazione distribuita e l’autoconsumo energetico sgravando la rete da importanti quote di prelievo.

Tecnicamente i SEU sono sistemi  in cui un impianto da fonti rinnovabili o in cogenerazione, entro i 20 MW di potenza, è direttamente connesso ad un singolo utente per il consumo in loco: un unico utente finale che può essere una persona fisica o una persona giuridica. L’utente finale usufruisce dell’energia prodotta da fonte rinnovabile tramite un allacciamento privato all’impianto “senza obbligo di connessione di terzi”.

 

Quali sono i vantaggi di questo tipo di sistema?

L’eliminazione di un intermediario e quindi un significativo risparmio in bolletta da parte di strutture energivore (imprese, aziende, siti produttivi in genere)

La peculiarità dei Sistemi Efficienti d’Utenza è che, oltre ad essere dei sistemi di auto-approvvigionamento energetico localizzato, non sono soggetti all’obbligo di connessione di terzi e, anche se operano all’interno della rete pubblica, rimangono sistemi indipendenti da essa. In altre parole i SEU, non prevedono l’obbligo di allacciarsi alla rete pubblica di fornitura (Enel distribuzione) e per questo motivo i clienti finali che li utilizzano hanno il vantaggio di poter bypassare, per la quota di autoconsumo, rilevanti costi tariffari della bolletta elettrica: i costi di trasmissione, di distribuzione ed altri oneri generali associati alla bolletta.

Questi sistemi sono tenuti a pagare questi corrispettivi unicamente per l’energia prelevata dalla rete, dal punto di connessione con essa.

Semplificando al massimo, questa è l’idea dei SEU: se un’azienda energivora ha un terreno disponibile adiacente, può creare un impianto fotovoltaico per l’autoconsumo, approvvigionandosi direttamente dall’impianto senza passare dall’intermediazione di Enel distribuzione. Questo garantirebbe all’Azienda il risparmio dei costi di distribuzione, di trasmissione e di altri oneri, rendendo la soluzione una soluzione vantaggiosa e competitiva rispetto alla tradizionale fornitura elettrica.

Il cliente che aderisce ad un Sistema Efficiente di Utenza ha l’ obbligo, infine, di acquistare per un numero predefinito di anni l’energia messa a disposizione dall’impianto del produttore. Questo per garantire la giusta sicurezza economica per il produttore che ha deciso di investire nell’impianto fotovoltaico.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


10 Commenti

  1. Nicola T, il 15 gennaio 2015 ore 13:24

    Grazie delle spiegazioni.
    Ancora non mi è chiaro come tecnicamente vendere, controllare e contabilizzare l’energia al cliente finale.
    Ad esempio, ho installato su un sito di proprietà del cliente un impianto FV con 2o conto e cessione totale in rete. Se volessi vendere l’energia direttamente al cliente (società molto energivora) quali adempimenti tecnici e burocratici servono? Come sapere quanta energia consuma il cliente?
    Grazie.

  2. federico, il 25 febbraio 2015 ore 19:21

    Gent.mo Alessandro, ancora un paio di domande, pannelli fotovoltaici con enel messi e funzionanti, pero’, io ora 1 come faccio a sapere quanto mi stanno producendo? Mettiamo che oggi c’e’ un sole che spacca le pietre, voglio sapere quanto mi stanno producendo adesso, il dato e’ quello sull’inverter a fianco a “pin”? Ieri avevo 325W e oggi 2703 w…? 2 come faccio a sapere quando sto superando l’energia prodotta dall’impianto, il che significa che sto prendendo in realta’ energia dall’enel? Infine, mi hanno messo due contatori, uno a fianco all’inverter, l’altro a fianco al salvavita giu’ in cucina, dove avevo il vecchio contatore, identico a questo, che pero’ mi hanno cambiato(perche’?)
    Ma si, ancora: non esiste una guida scaricabile per utenti inconsapevoli?!
    Grazie milleeeeee!!!;)
    federico

  3. Paolo, il 2 ottobre 2015 ore 11:19

    Ciao, avrei una domanda. Considerando che io sia il proprietario di un condominio in cui siano presenti più famiglie in affitto, con i SEU posso installare un impianto fotovoltaico sul tetto dell’edificio e vendere energia agli inquilini? Grazie

    • Alessandro F., il 5 ottobre 2015 ore 16:29

      No con le attuali norme non è fattibile perchè ci deve essere un’unica utenza (e unico punto di connessione).
      Se ci fosse un unico contatore e un’unica bolletta condominiale, forse potrebbe essere fattibile, ma sarebbe compito dell’amministratore fare i dovuti conteggi.

  4. Nicola Traficante, il 22 dicembre 2015 ore 16:54

    Buonasera.
    Ipotizziamo una azienda energivora ed un’altra azienda installatrice di fotovoltaico.
    L’azienda energivora è solida e non ha problemi di pagamenti e di disponibilità.
    In tale situazione, è preferibile per l’azienda energivora pensare ad un SEU o ad un impianto di proprietà?
    Quello che non capisco in questi SEU, in pratica, è questo: che cambia per una azienda installatrice tra il fare un SEU e godere del pagamento dell’energia e il fare un impianto e venderlo all’utilizzatore, magari a rate?
    Grazie

    • Alessandro F., il 28 dicembre 2015 ore 13:25

      quello che cambia è “chi fa” l’investimento. Con un SEU il proprietario dell’impianto non sarebbe l’azienda proprietaria dell’edificio, ma un’azienda diversa che produce e vende energia alla prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.