Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Piccoli e grandi impianti solari fotovoltaici nel quarto conto energia

10 giugno 2011

Il quarto conto energia, in vigore dal 1 giugno 2011, indica nuovi criteri per definire i piccoli e grandi impianti solari fotovoltaici.

Per piccoli sistemi solari fotovoltaici si intendono:

  • tutti quegli impianti realizzati su edifici con potenza inferiore o uguale a 1 Megawatt (1.000 Kwp)
  • tutti gli impianti fotovoltaici con potenza fino a 200 Kwp operanti in regime di scambio sul posto
  • tutti gli altri impianti solari, di qualsiasi potenza e dimensionamento, realizzati su edifici od aree delle Pubbliche Amministrazioni.
    Per amministrazioni pubbliche si intendono tutte le amministrazioni dello Stato, istituti e scuole, aziende ed amministrazioni dello Stato, Regioni, Province, Comuni, Comunita’ montane e loro consorzi e associazioni, università, Istituti autonomi case popolari, Camere di commercio e loro associazioni, gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale.



Per grandi impianti solari fotovoltaici si intendono tutte le altre tipologie di impianti non contemplate tra i piccoli impianti.

Tutti gli impianti inferiori a 1 Megawatt e realizzati su edifici sono quindi considerati piccoli impianti e godono quindi delle relative incentivazioni.

Ma cosa si intende per impianti realizzati sugli edifici?

Non rientrano nella tipologia di impianti “ su edifici ” le pergole, le serre, le barriere acustiche, le tettoie, le pensiline e tutte le strutture temporanee (anche se realizzate su terrazzi di edifici o posizionate alle pareti verticali degli stessi).

Per le applicazioni su tetti di edifici, viene considerata superficie utile per l’installazione

anche l’eventuale porzione di tetto che si estende a copertura di spazi non chiusi (es. porticati), purché questa non sia stata realizzata con interventi appositamente progettati per ospitare l’ installazione fotovoltaica.

In generale possiamo dire che per essere riconosciuta la tipologia di “impianto su edificio”, i moduli possono essere:

  • installati su tetti (piani, con pendenze fino a 5°, a falda, a volta, ecc..)
  • installati in qualità di frangisole, cioè collegati alla facciata dell’edificio con la finalità di produrre ombreggiamento o schermatura di superfici trasparenti.

Per approfondimenti: Impianti solari fotovoltaici su edifici : definizione e criteri di installazione

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.