Sei un professionista? Scopri il servizio di fornitura preventivi!

Impianti fotovoltaici su edifici : definizione e criteri di installazione

Ultimo aggiornamento: 28-08-2015

Gli impianti fotovoltaici installati non sono più categorizzati per tipologia di installazione (integrati, parzialmente integrati e non integrati), ma vengono classificati in “impianti solari fotovoltaici posti sugli edifici ” e “altri” impianti.

Cosa intende esattamente la normativa per impianto fotovoltaico “posto su edificio”?

 

Impianto fotovoltaico su edificio

Un esempio di impianto fotovoltaico posto su edificio

Cosa intende la normativa per “ edificio “ ?

La normativa definisce fisicamente un edificio come:

un sistema costituito dalle strutture edilizie esterne che delimitano uno spazio di volume definito, dalle strutture interne che ripartiscono detto volume e da tutti gli impianti, dispositivi tecnologici ed arredi che si trovano al suo interno; la superficie esterna che delimita un edificio può confinare con tutti o alcuni di questi elementi: l’ambiente esterno, il terreno, altri edifici.

 

In realtà ciò che contraddistingue e caratterizza concretamente un edificio è la sua destinazione d’uso. Si distinguono 8 possibili destinazioni d’uso:

  • Residenzialità e assimilabili. La residenzialità può essere continuativa o saltuaria e può comprendere anche l’ albergazione
  • Attività d’ufficio e simili. Devono però essere differenziabili da eventuali strutture produttive contigue
  • Ospedaliere, cliniche, case di cura e simili
  • Attività ricreative , associative o di culto
  • Attività commerciali (negozi, magazzini, supermercati, …)
  • Attività sportive e servizi di supporto ad esse
  • Attività scolastiche
  • Attività industriali artigianali o comunque produttive


Cosa si intende per impianto fotovoltaico su edificio ?

Cosa non è edificio?
Non rientrano nella categoria di impianti posti su edifici le pergole , le serre , le barriere acustiche , le tettoie , le pensiline e tutte le strutture temporanee anche se posizionate sui tetti o sulle pareti verticali degli edifici.

Cosa è edificio?
Rientrano
nella tipologia di impianti fotovoltaici posti su edifici:

  • moduli fotovoltaici installati su tetti piani o su coperture con pendenze fino a 5°.
    Se è presente una balaustra perimetrale l’asse mediano dei moduli deve essere al di sotto dell’altezza della balaustra.
    Se non è presente una balaustra perimetrale l’altezza massima dei moduli non deve superare i 30 cm dal pavimento,
  • moduli fotovoltaici posizionati su tetti a falda e complanari alla superficie del tetto (integrati o no al tetto),
  • moduli installati su altri tipi di tetti, per es. tetti a volta , ma comunque complanari al piano tangente del tetto e comunque appoggiati ad esso,
  • moduli su edifici installati con funzione di frangisole.
    In questo caso i pannelli possono essere fissati alla facciata (anche non complanari alla parete) al fine di produrre ombreggiamento o schermatura di superfici trasparenti.
    Nel primo caso, per produrre ombreggiamento, possono risultare simili a piccole tettoie attaccate alla parete e sopra delle finestre. Però, non possono essere più lunghi del doppio della somma delle lunghezze delle finestre sopra cui sono posizionati. Per es., se si hanno due finestre vicine e larghe un metro l’una, il frangisole non potrà essere più largo di 4 metri.

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.