Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Mondo fotovoltaico

Bolletta Enel dopo aver messo il fotovoltaico, cambia?

10 dicembre 2013
Bolletta Enel dopo aver messo il fotovoltaico, cambia?
Questa è la domanda che spesso viene posta da molti lettori: “se metto il fotovoltaico, la bolletta Enel cambia? Come cambia?” Dopo aver messo il fotovoltaico la bolletta elettrica cambia, deve cambiare. Se non cambia, se non diminuisce, c’è qualcosa che non va o nello schema di installazione dell’impianto, o nelle modalità di consumo dell’utente che non sfrutta bene le potenzialità dell’impianto fotovoltaico installato al servizio di casa. Spieghiamo meglio: la bolletta Enel cambia, deve cambiare, dopo aver messo il fotovoltaico. Come deve cambiare? Il fotovoltaico deve consentire un minor prelievo di energia dalla rete e quindi un risparmio immediato in bolletta. Due, sono le cose da verificare per ridurre le bollette elettriche dopo la messa in funzione dell’impianto: lo schema di configurazione dell’impianto e del suo allacciamento in rete; le modalità di consumo elettrico domestico; Vediamole punto per punto.   Lo schema impianto deve prevedere la possibilità dell’autoconsumo diretto...

Leggi tutto »

Quando viene pagato lo scambio sul posto fotovoltaico

21 novembre 2013
Quando viene pagato lo scambio sul posto fotovoltaico
Quando vengono emessi i pagamenti dal Gse per lo Scambio sul Posto? Chi ha installato un impianto fotovoltaico firmando col Gse la convenzione di Scambio sul Posto, riceverà dal “Gestore dei Servizi Energetici” dei contributi periodici, dei bonifici, sul proprio conto corrente. I bonifici, che sono a rimborso dell’energia immessa in rete, vengono emessi dall’ente, a titolo di rimborso, in due acconti semestrali ed un conguaglio annuale. Vediamo brevemente le tempistiche e le modalità di emissione e di pagamento dei bonifici per lo scambio sul posto, cosa diversa dalla liquidazione delle eventuali eccedenze annuali. Per vedere cosa sono le “eccedenze annuali” consulta la guida completa dello scambio sul posto. Per richiedere la liquidazione delle eccedenze bisogna fare richiesta al Gse entro il 31 gennaio successivo all’anno di riferimento.   Tutte le emissioni di pagamento ed i conteggi sono consultabili direttamente dall’utente dello scambio nel portale web del Gse nella...

Leggi tutto »

Fotovoltaico, come pagano lo scambio sul posto ?

21 novembre 2013
Fotovoltaico, come pagano lo scambio sul posto ?
Chi installa oggi il fotovoltaico può scegliere, oltre alle detrazioni fiscali, tra due possibili convenzioni col Gse, il Gestore dei Servizi Energetici. Il titolare dell’impianto può scegliere alternativamente tra: scambio sul posto ritiro dedicato (RID) Il primo tipo di convenzione prevede che l’utente immetta in rete tutta l’energia non immediatamente autoconsumata, per portarla in compensazione con l’energia prelevata dalla rete (per esempio la sera). In questo caso si paga a prezzo pieno, in bolletta, tutta l’energia prelevata dalla rete e si riceve un compenso per tutta l’energia immessa in rete fino a compensare il valore dell’energia precedentamente prelevata. Più sotto vediamo meglio come pagano lo scambio sul posto. Il secondo tipo di convenzione Gse, invece, prevede la possibilità di immettere in rete tutta l’energia (non immediatamente autoconsumata) per venderla al Gse col meccanismo dei “prezzi minimi garantiti”. In questo caso si paga a prezzo pieno, in bolletta, tutta l’energia...

Leggi tutto »

I costi degli impianti fotovoltaici secondo il Politecnico

8 novembre 2013
I costi degli impianti fotovoltaici secondo il Politecnico
Gli impianti fotovoltaici hanno costi di investimento sempre minori. Il Politecnico di Milano, in un rapporto commissionato dall’Aeeg (l’Autorità per l’Enegia Elettrica ed il Gas) e pubblicato in luglio, ha fatto un’analisi sui costi di investimento per impianti fotovoltaici: come sono cambiati negli ultimi anni e quali sono le tendenze future? Ecco quanto emerge dall’analisi del Politecnico.   I costi degli impianti fotovoltaici di piccola taglia Per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici di piccola taglia, quelli fino a 3 kw di potenza, è stato assunto nell’analisi un periodo di funzionamento di 1.250 ore l’anno. Questo tipo di impianto  è in genere quello domestico – residenziale che, viste le ridotte dimensioni, è facilmente posizionabile ed orientabile in maniera ottimale: a sud e con inclinazione di circa 30 gradi. Ecco i costi di investimento, compresi di Iva, assicurazione e manutenzione, per i  piccoli impianti, in funzione dell’anno di costruzione e considerando...

Leggi tutto »

Pannelli solari per il camper : energia pulita in viaggio

4 novembre 2013
Pannelli solari per il camper : energia pulita in viaggio
Pannelli solari e camper: un modo per godersi la libertà di movimento nel rispetto dell’ambiente, ..e dell’energia pulita. Chi possiede un camper e ama viaggiare sarà probabilmente un amante del paesaggio e dell’ambiente. Da un lato: la libertà di movimento, dall’altro: la bellezza dei luoghi e dei panorami dei nostri territori. Avere un mezzo di trasporto che replica tutti i comfort di una casa è per molti qualcosa di desiderabile. Se poi è anche alleato dell’ambiente diventa un qualcosa di irrinunciabile. Il camper ha bisogno, però, di una certa autonomia energetica, per sfruttare appieno le sue potenzialità. Una soluzione che permette di aumentare l’autonomia energetica del nostro mezzo di viaggio passa anche dalle nuove tecnologie energetiche, in primis: quella del solare fotovoltaico. Installando sul tetto uno o due pannelli solari sarai in grado di generare, senza alcuno sforzo, l’energia necessaria ad alimentare tutti gli apparecchi elettrici presenti al suo interno, sia...

Leggi tutto »

Fotovoltaico industriale senza incentivi nè detrazioni: la prima realizzazione

31 ottobre 2013
Fotovoltaico industriale senza incentivi nè detrazioni: la prima realizzazione
No incentivi, no detrazioni. Questa la sfida del fotovoltaico industriale per il prossimo periodo. Sarà ancora conveniente? Un esempio ci viene da Rosolina, Rovigo, dove la ditta ittica NewSea srl ha realizzato uno dei primi impianti fotovoltaici industriali senza alcun tipo di sostegno statale: nè incentivi, nè detrazioni. Mentre per il fotovoltaico domestico ci sono i benefici delle detrazioni fiscali al 50%, per il fotovoltaico industriale, almeno per ora, di detrazioni fiscali non se ne parla. Un impianto fotovoltaico installato sul tetto di un’industria deve quindi fare i conti (è proprio il caso di dirlo) con i propri costi ed i propri benefici, senza più nessuna forma di sostegno statale. Ovviamente la convenienza del progetto dipende sempre dal rapporto costi-benefici. Il costo è quello della realizzazione completa “chiavi in mano”. I benefici sono invece quelli provenienti dall’autoconsumo elettrico che è in grado di generare l’impianto fotovoltaico per l’azienda. Maggiore...

Leggi tutto »

L’autorizzazione unica per gli impianti fotovoltaici

30 ottobre 2013
L’autorizzazione unica per gli impianti fotovoltaici
Installare un impianto fotovoltaico richiede sempre delle autorizzazioni presso gli enti istituzionali preposti. Il tipo e l’onerosità dell’autorizzazione dipende ovviamente dall’entità dell’impianto fotovoltaico, dall’area in cui viene installato, ma soprattutto dalla Regione di competenza. Ogni Regione ha infatti una propria normativa fondata su alcune linee guida nazionali. Vige oggi il massimo decentramento regionale (all’interno di “linee guida” nazionali). Per i piccoli impianti fotovoltaici installati sui tetti delle abitazioni è in genere sufficiente la semplice “Comunicazione preventiva al Comune”, a meno che le abitazioni non si trovino in aree tutelate dal codice dei beni culturali e del paesaggio. Si compila un modulo presso l’ufficio tecnico comunale e si procede ad avviare i lavori di realizzazione dell’impianto. Leggi qui cosa è l’Autorizzazione Preventiva al Comune. Questa è la procedura più semplice ed immediata per i piccoli impianti fotovoltaici. Un successivo “gradino autorizzativo” è la P.A.S.: la procedura abilitativa semplificata. Si tratta...

Leggi tutto »