Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Garanzia di origine e mix energetico dei fornitori di energia elettrica

4 giugno 2012
Voto:4/5 (5 voti)

Cosa è la Garanzia di Origine

La garanzia di origine è una certificazione rilasciata dal Gse (Gestore dei Servizi Energetici) agli operatori elettrici con lo scopo di consentire ai fornitori di energia elettrica di provare ai clienti finali la quota o la quantità di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili nel proprio mix energetico.

Come indicato del Decreto legislativo n.28 del 3 marzo 2011, a decorrere dal 1° gennaio 2012 i fornitori di energia elettrica possono utilizzare esclusivamente la garanzia di origine per provare ai clienti finali la quota o la quantità di energia prodotta da fonti rinnovabili nel proprio mix energetico. La certificazione è volontaria e rilasciata su richiesta del produttore per finalità per lo più divulgative (o promozionali).

Il mix energetico di ogni operatore elettrico, come il mix energetico nazionale, è la composizione percentuale delle fonti utilizzate per la produzione di energia.

 

Il mix energetico nazionale: rapporto 56 – 44

mix energetico - fonti rinnovabili e garanzia di origine

Mix energetico da rinnovabili

Per avere un’idea delle proporzioni di questo mix a livello nazionale indichiamo alcuni dati pubblicati da Gse nel Fuel Mix Disclosure relativi al 2011.

Mix energetico nazionale al 2011:

– Fonti rinnovabili: 36,7%
– Carbone : 14,6%
– Gas naturale : 40%
– Prodotti petroliferi : 1,2%
– Nucleare (importato) : 1,8%
– Altre fonti : 5,7%

Come si vede la combustione di fonti non-.rinnovabili, responsabile delle emissioni di gas ad effetto serra, ha ancora il sopravvento a livello nazione con un totale di 55,8% tra carbone, gas ed altri derivati del petrolio. Le fonti rinnovabili hanno acquistato invece una posizione di tutto rispetto nel corso del 2011 passando da 35,6% al 36,7%.

Questa è la situazione complessiva a livello nazionale.

 

Il Mix energetico di Enel Produzione: rapporto 80 – 20

Qual è invece il mix energetico di Enel Produzione, il maggiore produttore (ex monopolista) di energia elettrica a livello nazionale ?

Secondo i dati pervenuti al Gse da ogni singolo produttore elettrico, Enel Produzione, in cima ad una lunga lista di 70 pagine, indica il suo mix energetico del 2011 con le seguenti cifre:

– Fonti rinnovabili : 20,7%
– Carbone : 48,7%
– Gas naturale : 28,9%
– Prodotti petroliferi : 1,7%
– Nucleare o altre fonti : 0%

Come si vede la gran parte della produzione energetica del maggiore produttore elettrico italiano è ancora molto sbilanciata a favore della combustione delle fonti fossili, o comunque non-rinnovabili, principali responsabili delle emissioni di gas serra: 20,7% di produzione da fonti rinnovabili contro il 79,3% di produzione da fonti non-rinnovabili (carbone, gas e derivati del petrolio).

 

Il mix energetico di molti altri nuovi operatori: 100% rinnovabili

Nella lunga lista di 70 pagine sopra linkata  per fortuna compaiono una miriade di piccoli e medi nuovi operatori, o relativamente recenti, che basano la propria produzione energetica interamente da fonti 100% rinnovabili. In alcuni casi sono rami dei grandi gruppi energetici di produzione “tradizionale”, in altri casi sono nuove società indipendenti costituitesi soprattutto grazie agli incentivi statali per le rinnovabili. L’effetto di questa moltitudine di mini centrali elettriche da fonte rinnovabile ha l’effetto di abbassare il prezzo medio dell’energia nelle ore di maggior produzione e immissione in rete.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.