Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Fonti rinnovabili e bollette, amiche o nemiche?

25 luglio 2014
Voto:4/5 (5 voti)

Al contrario di quanto ci hanno fatto credere fin’ora, le fonti rinnovabili non “alzano“, ma abbassano il prezzo dell’energia elettrica sul mercato all’ingrosso.

Energie rinnovabili e bollette, dunque, sono amiche o nemiche?

Amiche. Perchè? Per un motivo molto semplice: l’energia prodotta con sole e vento è energia abbondante e generata a basso costo. Per chi ha un impianto fotovoltaico, infatti, fatto l’investimento iniziale, l’energia generata è praticamente a costo zero. Per lo meno in alcuni momenti della giornata.

Lo stesso principio vale, non solo per i piccoli impianti domestici o industriali che lavorano in autoconsumo, ma anche per le centrali fotovoltaiche che immettono in rete grandi quantità di energia.

rinnovabili e bollette

Rinnovabili e bollette: amiche o nemiche?

Facciamo un esempio: in una tipica giornata estiva in Italia gli oltre mezzo milione di impianti fotovoltaici funzionanti producono moltissima energia elettrica. Tutta energia pulita che viene immessa in rete. L’abbondante elettricità prodotta viene venduta all’istante sul mercato elettrico. L’effetto è che, viste le grandi quantità rispetto alla richiesta istantanea, il prezzo unitario del kwh elettrico precipita arrivando, in alcuni momenti, a valori prossimi allo zero.

Questo, a grandi linee ed in maniera estremamente semplificata, è quello che avviene sulla borsa elettrica: in alcuni momenti, gli alti livelli di offerta rispetto alla domanda provocano la caduta dei prezzi. Come per ogni altro prodotto che circola sul libero mercato, però, il livello dei prezzi è fluttuante e cambia velocemente al cambiare delle condizioni di mercato.

La sera, infatti, quando il fotovoltaico non produce, il prezzo torna a rialzarsi perchè, in mancanza dei sistemi di accumulo fotovoltaico, le centrali termoelettriche (gas, carbone, ecc…) tornano ad incidere sugli approvvigionamenti nazionali. Il costo di produzione, di avvio e di mantenimento di queste centrali inquinanti è infatti molto più elevato rispetto al fotovoltaico.

Ecco perchè fotovoltaico, eolico e idroelettrico favoriscono la diminuzione del costo medio dell’energia venduta sul mercato elettrico.

Ma questa diminuzione dei prezzi all’ingrosso, viene riversata sulle bollette elettriche?

In questo articolo vediamo se e come è possibile abbassare le bollette con le energie rinnovabili.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.