Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Campagna Eternit Free per tetti fotovoltaici

8 giugno 2012
Voto:4/5 (5 voti)

 

AzzeroCO2 e Legambiente, sono loro i due protagonisti indiscussi della campagna Eternit Free: l’iniziativa finalizzata a promuovere, presso le aziende del territorio, la rimozione dell’eternit sui tetti e la sua sostituzione con impianti fotovoltaici. L’eternit è un materiale  altamente cancerogeno a base d’amianto, molto utilizzato in passato per realizzare le coperture dei tetti di fabbricati e capannoni. Nonostante sia stato ampiamente accertato l’alto potenziale nocivo di questo materiale, in pochi hanno provveduto alla sua rimozione, anche a causa degli alti costi da sostenere per il suo smaltimento.  La campagna Eternit Free quindi, vuole fungere da propulsore per promuovere e agevolare la sostituzione dell’eternit con degli ecologici e sicuramente più utili impianti fotovoltaici. L’opportunità è davvero unica, se si pensa che ciò consente inoltre, di sfruttare gli incentivi proposti dallo Stato, introdotti con il DM 19 Febbraio 2007 e mantenuti nel IV conto energia del 5 maggio 2011.

 

Quali sono i vantaggi offerti dalla campagna Eternit Free

I vantaggi derivanti da tale sostituzione e promossi dalla campagna sono molteplici e per le aziende aderenti si traducono in una serie di benefici come:

  • eliminazione di una sostanza altamente dannosa per la salute;
  • maggiore risparmio economico grazie allo sfruttamento dell’impianto fotovoltaico;
  • importante ritorno d’immagine per l’azienda;
  • incremento o ripristino dell’originario valore commerciale dell’immobile.

 

 

eternit e amianto vs impianti fotovoltaici

Come si aderisce alla campagna Eternit Free

L’iter di adesione si articola su più fasi:

In primo luogo la Provincia aderisce alla campagna e provvede alla pubblicazione del relativo avviso e successivamente i vari comuni, acquisita l’adesione provinciale,  favoriscono  le pratiche di attuazione del progetto.

A questo segue un’attenta analisi  della zona, effettuata da Legambiente e finalizzata a individuare i luoghi in cui è presente una maggiore concentrazione di coperture in eternit. Una volta che sono note le zone che più necessitano di un intervento di bonifica, Legambiente, in collaborazione con le associazioni di categoria, promuove e diffonde l’importanza dell’adesione alla campagna, illustrando ai proprietari dei capannoni i grandi benefici ad essa collegati.

A questo punto i soggetti che intendono aderire alla campagna devono compilare e  inviare ad AzzeroCO2 le  relative comunicazioni di adesione. Successivamente AzzerCO2 provvederà ad effettuare i preventivi sopralluoghi al fine di valutare l’effettiva fattibilità del progetto.

Una volta ottenuto l’esito positivo, si definiranno gli accordi economici con il proprietario del capannone e si passerà alla realizzazione del progetto.

 

Chi può aderire alla camapagna Eternit Free

L’adesione alla campagna non rappresenta una grande opportunità soltanto per i proprietari dei capannoni con coperture in eternit, bensì anche per le imprese d’istallazione degli impianti fotovoltaici e per i bonificatori d’amianto.

Per quanto riguarda i proprietari dei capannoni, si possono dfferenziare 4 situazioni differenti:

Se un privato titolare di un capannone con copertura in eternit, vuole procedere con la sostituzione ed ha le adeguate risorse finanziarie per investire nel progetto, aderendo alla campagna potrà ottenere un preventivo ed essere indirizzato verso un pacchetto finanziario adeguato a coprire le proprie necessità individuali, nonché ottenere l’adeguata assistenza per usufruire degli incentivi statali previsti per Legge.

Nel caso in cui, invece, il proprietario non può o non vuole investire nel progetto e possiede un terreno con una struttura superiore ai 2500 mq., potrà beneficiare della sostituzione gratuita della copertura in eternit con un impianto fotovoltaico,sottoscrivendo un contratto di cessione ventennale del diritto di superficie.

In questo caso  l’intestatario del contratto di vendita dell’energia sarà AzzeroCO2 e il proprietario rientrerà in possesso della struttura e del relativo impianto fotovoltaico alla data di scadenza del contratto di cessione.

Se il proprietario non ha fondi sufficienti per realizzare il progetto e possiede una struttura con una superficie inferiore ai 2.500mq, oltre ad usufruire di finanziamenti agevolati appositamente studiati da alcuni istituti finanziari, può accedere ai gruppi d’acquisto. Il gruppo d’acquisto è composto da un agglomerato di soggetti uniti da un fine comune: la rimozione dell’eternit dai tetti dei capannoni e la sua sostituzione con gli impianti fotovoltaici. Quando si raggiunge un sufficiente numero di adesioni, si organizza una gara d’appalto tra le aziende che hanno aderito alla campagna e si aggiudica il lavoro all’impresa che offre il miglior servizio al prezzo più vantaggioso.

Il quarto esempio, riguarda il caso in cui il proprietario del capannone sia un ente pubblico senza disponibilità di risorse finanziarie da destinare alla realizzazione del progetto. In questo caso, dopo aver esaminato la fattibilità tecnico – economica, AzzeroCO2 assisterà l’ente pubblico nella procedura della cessione del diritto di superficie e alla successiva realizzazione del progetto.

Le aziende istallatrici di impianti fotovoltaici e i bonificatori d’amianto, infine, aderendo alla campagna Eternit Free godranno della possibilità di essere inserite nei rispettivi network d’imprese per provvedere alla bonifica, allo smaltimento dell’eternit e all’istallazione degli impianti fotovoltaici.

La campagna sta riscuotendo un discreto successo e vede già l’adesione di ben 27 provincie e 5 Regioni.

A quest’elenco inoltre, si è aggiunta la Provincia Siena che ha aderito in questi giorni. La presentazione senese dell’iniziativa si è svolta il 31 maggio 2012 alla presenza dell’Assessore all’ambiente ed energia della Provincia di Siena Gabriele berni  ed è stata presidiata dal Direttore tecnico della Campagna Eternit Free per AzzeroCO2 Annalisa Corrado e dal Referente del Circolo Legambiente di Siena per la campagna Eternit Free Fabio Massimo Rossi.

Un grande progetto quindi, che giova alla salute, rivaluta il valore commerciale dei fabbricati e risana (almeno in parte) i bilanci aziendali.

Per vedere l’elenco di tutte le Regioni e Province che hanno giò aderito alla campagna, potete visitare questo link.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.