Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Come azzerare le bollette di gas e luce

3 dicembre 2013
Voto:4/5 (5 voti)

Come azzerare le bollette di casa? Non: ‘la’ bolletta, ma: ‘le’ bollette, gas e luce.

Le bollette di gas e luce possono essere azzerate utilizzando due “cose”: le fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico, minieolico, ecc…) e l’autoconsumo domestico.

Non basta mettere uno o più impianti domestici da fonte rinnovabile, dunque, ma bisogna saperli utilizzare in maniera corretta. L’obiettivo, per chi ha un proprio impianto di energia da fonte rinnovabile, deve essere sempre e solo uno: massimizzare l’autoconsumo per ridurre i prelievi di rete. Solo in questo modo è possibile portare a zero le bollette.

Se l’investimento è fatto in maniera intelligente, e magari in fase di costruzione di una nuova casa, si potrà portare a zero non solo la bolletta elettrica, ma anche la bolletta del gas. Questo lo si può fare sostituendo o coadiuvando i tradizionali sistemi a gas con innovativi apparecchi elettrici a risparmio energetico, che possono essere alimentati direttamente da un impianto fotovoltaico. Ovviamente qualsiasi impianto realizzato deve essere dimensionato in maniera corretta e proporzionale alle proprie esigenze. Un impianto fotovoltaico ben dimensionato porta all’autonomia energetica completa nei mesi estivi e ad elevati risparmi in bolletta nei mesi invernali. Nei mesi invernali, quando la produzione da solare è minima, l’autoconsumo sarà il 100% della produzione.

Come azzerare le bollette, dunque?
Le bollette di gas e luce si azzerano in due modi: fonti rinnovabili più autoconsumo, coadiuvato eventualmente con un sistema di accumulo.

azzerare bollette

Azzerare le bollette con l’energia dal sole è possibile?

Come massimizzare l’autoconsumo?
Anche su questo ci sono due modi: utilizzando l’energia quando viene prodotta, oppure utilizzando un sistema di accumulo a batterie.

 

Due prodotti al servizio del fotovoltaico per azzerare le bollette

Ecco due soluzioni interessanti da recensire per sfruttare al massimo i vantaggi dell’autoconsumo. Usare entrambe le soluzioni in maniera congiunta aiuta ad azzerare le bollette di gas e luce (per lo meno in alcuni periodi dell’anno) ed a perseguire il risparmio in bolletta, grazie all’ottimizzazione dei consumi per l’impianto fotovoltaico:

  • Elios4you è una app (utilizzabile da smartphone o altri supporti mobili) che serve per monitorare ed attivare elettrodomestici a distanza o in automatico in base ai dati di produzione istantanea dell’impianto
  • Power reducer  è invece un boiler elettrico per scaldare l’acqua quando l’impianto fotovoltaico produce elettricità che non viene istantaneamente autoconsumata

Vediamoli uno per uno.

 

1) L’app per ottimizzare in consumi

“Elios4you” è un apparecchio controllabile attraverso smartphone, pc o tablet. Si tratta di una ‘app’ tramite la quale è possibile vedere attraverso supporti mobili quando c’è energia in eccesso prodotta dall’impianto fotovoltaico per accendere gli elettrodomestici di casa in ogni momento e ovunque tu sia.

Il vantaggio di questa applicazione è il risparmio ottenibile in bolletta elettrica: si preleva meno energia dalla rete e si ottimizza l’autoconsumo.

In ogni momento ti permette, inoltre, di visualizzare in tempo reale il funzionamento dell’impianto fotovoltaico: energia prodotta, energia immessa in rete, energia prelevata dalla rete, energia autoconsumata istantaneamente e risparmio conseguito.

Elios4you è disponibile per tutti i tipi di impianto monofase e trifase fino a 30 kw, taglia che va, dunque, ben oltre al piccolo impianto domestico.

 

2) Il boiler elettrico per accumulare l’energia fotovoltaica

Il “Power Reducer” è il boiler elettrico per scaldare l’acqua sanitaria e per il riscaldamento. Il boiler serve ad ottimizzare ancora di più l’autoconsumo elettrico da fotovoltaico accumulando l’energia prodotta e non istantaneamente utilizzata.

Qual è il suo vantaggio? L’utilità di questo sistema è che quando c’è un surplus di energia prodotta, o meglio: quando l’impianto produce ma non c’è richiesta elettrica in casa, l’elettricità prodotta, anzichè venire immessa in rete, viene utilizzata direttamente al servizio di casa: viene utilizzata per scaldare l’acqua sanitaria. Il boiler elettrico alimentato dal fotovoltaico non è altro che un modo per accumulare l’energia prodotta dal proprio impianto fv.

Per vedere tutti i benefici dell’autoconsumo leggi qui.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.