Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Conto Energia 2011

Allacciamento impianto fotovoltaico in rete: costi e tempistiche di enel

14 maggio 2014
Allacciamento impianto fotovoltaico in rete: costi e tempistiche di enel
L’allacciamento di un impianto fotovoltaico alla rete elettrica è sotto responsabilità di enel distribuzione, che gestisce e detiene il controllo delle reti elettriche locali in bassa tensione e che si occupa di installare i contatori. Quali sono i costi e le tempistiche di enel per allacciare il fotovoltaico in rete? Ogni impianto fotovoltaico che immetta energia rinnovabile in rete deve essere allacciato e connesso alla rete del sistema elettrico di distribuzione nazionale. Deve avere un allacciamento in immissione e prelievo con un unico punto di connessione alla rete. La connessione dell’impianto fotovoltaico alla rete elettrica, che nei casi più frequenti è l’allacciamento all’ Enel, deve tenere conto, come indicato dalle direttive europee, dei costi e dei vantaggi collettivi dell’uso delle fonti energetiche rinnovabili. Per questo un impianto da fonti rinnovabili ha sempre la priorità di connessione rispetto alle tradizionali fonti. Gli aspetti procedurali ed economici del collegamento alla rete sono...

Leggi tutto »

Bolletta elettrica: quali le voci di costo ?

10 luglio 2013
Bolletta elettrica: quali le voci di costo ?
La bolletta elettrica include in sè diverse voci di costo. E’ utile conoscerle per capire il meccanismo di rimborso dello scambio sul posto fotovoltaico. Il contributo erogato dal Gse, infatti, rimborsa parte del valore pagato in bolletta, escludendo alcune voci di costo relative alle imposte e ad alcuni oneri generali di sistema solitamente conteggiati in bolletta. Quando si parla genericamente di “bolletta elettrica”, in particolare quando si parla di “rimborso” dovuto dal Gse agli utenti dello Scambio sul Posto, bisogna tenere in considerazione che la bolletta è formata da diverse voci di costo relative a energia e servizi. In questo post vediamo un po’ più nello specifico come sono formate le tariffe incluse in bolletta e che cosa realmente includono.   Voci in bolletta: fornitura, oneri e imposte Il servizio elettrico è formato da diverse voci di costo che comprendono almeno: il servizio di fornitura, che comprende il servizio...

Leggi tutto »

I prezzi di vendita dell’ energia al gse

13 dicembre 2012
L’ Autorità per l’energia elettrica ed il gas disciplina le modalità e le condizioni per il ritiro dedicato . Questa modalità, chiamata anche vendita indiretta di energia al Gse (che è il Gestore dei servizi energetici), consente l’accesso indiretto e tutelato del responsabile dell’impianto al mercato dell’energia elettrica attraverso procedure semplificate e garantendo nel comtempo guadagni certi e trasparenti. Ma come avviene e quanto rende la procedura per la vendita dedicata di energia fotovoltaica al gse ?   Il produttore che vuole avvalersi di questa modalità di vendita deve fare un’apposita richiesta al gse per poi stipulare una convenzione in cui vengono definite condizioni economiche e tempistiche di pagamento. Il ritiro dedicato, ricordiamo, avviene per la parte di energia prodotta e non autoconsumata dall’utente / produttore. Prezzi di ritiro dell’energia elettrica Il gestore dei servizi energetici pubblica mensilmente un report dei prezzi medi dell’energia elettrica rilevati mensilmente. Il prezzo,...

Leggi tutto »

Hai già il fotovoltaico? Per le ristrutturazioni ulteriori incentivi

29 novembre 2012
Hai già il fotovoltaico? Per le ristrutturazioni ulteriori incentivi
Hai già il fotovoltaico sul tuo tetto? Hai già il fotovoltaico installato con il secondo, terzo o quarto conto energia? Bene allora puoi usufruire di ulteriori incentivi per le ristrutturazioni di casa. Le ristrutturazioni devono essere ovviamente finalizzate all’efficienza energetica dell’edificio, ovvero alla riduzione del suo fabbisogno di energia per il riscaldamento invernale e per la climatizzazione estiva. Questo articolo è dedicato a tutti coloro che hanno già realizzato il proprio impianto fotovoltaico usufruendo degli incentivi in vigore fino ad agosto 2012. Il precedente quarto conto energia, quello che era in vigore fino ad agosto 2012, prevede, come i precedenti, un premio per tutti gli impianti fotovoltaici abbinati all’uso efficiente dell’energia. Un premio è di fatto una maggiorazione percentuale delle tariffe incentivanti già riconosciute per tutta l’energia prodotta dal tuo impianto fotovoltaico. Dunque, recita il decreto (per la precisione all’articolo 13): “i piccoli impianti realizzati sugli edifici possono beneficiare...

Leggi tutto »

Autoconsumo e schema connessione impianto fotovoltaico

6 agosto 2012
Autoconsumo e schema connessione impianto fotovoltaico
L’ autoconsumo in sito dell’energia prodotta da un impianto fotovoltaico è sempre il fattore di maggior risparmio per l’utente. Utenti dello scambio sul posto, superato nel quinto conto energia con un sistema incentivante premiante “omnicomprensivo”, lamentano che le bollette elettriche ricevute a seguito dell’installazione di un impianto fotovoltaico sono uguali, se non superiori, a quelle che ricevevano precedentemente alla installazione dell’impianto fotovoltaico (si veda per esempio questo commento).   In effetti un utente dello scambio sul posto che produce, autoproduce, energia elettrica, dovrebbe avere la possibilità prima di tutto di usufruire istantaneamente dell’energia elettrica auto-prodotta, prima che questa venga immessa in rete. Spesse volte così non è. Perchè?   A volte erroneamente le utenze vengono connesse alla rete elettrica nazionale attraverso uno schema di connessione errato ( o meglio: superato) che immette direttamente Tutta l’energia prodotta in rete, per poi riprelevarla dalla rete “istantaneamente” o al momento del bisogno. Secondo questo...

Leggi tutto »

Obbligo fotovoltaico e rinnovabili su nuovi edifici e ristrutturazioni

4 giugno 2012
Il Decreto Rinnovabili, approvato in marzo 2011, prevede l’ obbligo di integrazione delle fonti energetiche rinnovabili sia negli edifici di nuova costruzione che in quelli sottoposti a ristrutturazioni “rilevanti”. Nello specifico, i progetti per questi tipi di lavori devono prevedere l’uso di fonti rinnovabili per il riscaldamento (dell’aria e dell’acqua) il raffrescamento dell’edificio e per la produzione di corrente elettrica. Se non vengono rispettati dei criteri minimi, non viene rilasciato il titolo edilizio. Quali sono questi criteri per i nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti ? I criteri riguardano: gli impianti di produzione di energia termica da fonte rinnovabile gli impianti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile I primi devono essere progettati e realizzati in modo da garantire, attraverso fonte rinnovabile, la copertura del 50 per cento del fabbisogno di acqua calda sanitaria e il 20 per cento del fabbisogno complessivamente previsto per acqua calsa sanitaria, riscaldamento...

Leggi tutto »

Cosa è l’ autorizzazione unica per installare un impianto solare fotovoltaico

22 maggio 2012
Cosa è l’ autorizzazione unica per installare un impianto solare fotovoltaico
Articolo aggiornato: autorizzazione unica per gli impianti fotovoltaici. Gli impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili possono essere autorizzati attraverso tre differenti modalità: la semplice comunicazione preventiva al Comune che oggi si chiama CEL (Comunicazione in Edilizia Libera), la PAS Procedura Abilitativa Semplificata (ex DIA – Denuncia di Inizio Attività) o l’ Autorizzazione Unica (AU). Questo definizioni prendono piede dal Decreto Legislativo n.28 del 3/3/2011 (art.6). I primi due casi li abbiamo visti nell’articolo Linee guida nazionali per l’ Autorizzazione degli impianti solari fotovoltaici . All’interno dei criteri dettati da queste linee guida, ogni Regione ha comunque adottato normative proprie. In linea di massima possiamo dire (senza considerare particolari vincoli ambientali e paesaggistici) che tendenzialmente gli impianti collocati sugli edifici e loro pertinenze e gli impianti a terra inferiori ai 20 Kwp di potenza, richiedono la semplice Comunicazione preventiva al Comune di ubicazione dell’impianto o la Procedura Abilitativa Semplificata –...

Leggi tutto »