Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Smartphone scarico? Ci pensa Soofa, la panchina fotovoltaica

21 luglio 2014
  - Articolo scritto da  Daniela Z.

Chi l’ha detto che col fotovoltaico si fanno solo grandi impianti? Le grandi innovazioni passano anche dalle piccole cose.

Utile, ecologica e sostenibile: è Soofa, la panchina fotovoltaica che offre un pronto soccorso energia ai nostri strumenti informatici. Infatti, nonostante siano sempre più ricchi di funzioni, applicazioni e quant’altro, gli smartphone hanno un problema importante: la durata della batteria. Questa panchina vi offre invece, in maniera del tutto gratuita, una presa di corrente per fare magari una telefonata urgente o rispondere al volo ad una mail. Se poi avete tempo, potete fermarvi un po’ di più e fare il pieno di energia.

Ovviamente dovete portare con voi la presa USB e il gioco è fatto: immaginate di aspettare l’autobus o controllare vostro figlio sull’altalena e intanto ricaricare il tablet per lavorare senza problemi.

Per adesso però, per sedervi su Soofa e utilizzarla, dovete fare un salto negli Stati Uniti e arrivare a Boston. La città ne ha acquistate infatti 12 (costano 3000 dollari) e si tratta del frutto di una sinergia davvero interessante: la ditta ideatrice è la Charging Environments, mentre la realizzazione fattiva è stata affidata al MIT e il tutto è il risultato dei finanziamenti della Verizon.

 

soofa-obama

 

A prima vista si presenta come una semplice panchina in legno, ma con in più una serie di pannelli fotovoltaici integrati e collegati ad una presa USB. Ma la vocazione verde di Soofa non si esprime solo attraverso la presenza dei pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, ma anche con la capacità di monitorare l’ambiente. Infatti è in grado di registrare la qualità sia dell’aria dell’ambiente in cui viene sistemata che l’inquinamento acustico. I dati vengono poi inviati per essere analizzati, garantendo un controllo in tempo reale: se in un dato luogo sale la presenza di anidride carbonica, si potrà intervenire immediatamente.

Un progetto importante e innovativo, che potrebbe prendere piede anche in Italia. A Soofa, che può ricaricare due telefoni alla volta, si potrebbe giusto rimproverare un’estetica minimal: infatti più che una panchina si tratta di una panca senza schienale e il pannello occupa quasi 1/3 dello spazio disponibile.

Comunque il suo successo sembra già essere assicurato. Infatti il brevetto di Soofa era stato presentato nel corso di un evento che si tiene tutti gli anni negli Stati Uniti, il White House Maker Faire, organizzato per promuovere le idee innovative del settore manifatturiero americano.

Il primo a sedersi su Soofa e a ricaricare il suo smartphone è stato un certo Barack Obama: e a giudicare dalle foto scattate è sembrato parecchio soddisfatto.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.