Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Batterie per fotovoltaico: la proposta di Aros Solar

2 ottobre 2013

Batterie per il fotovoltaico: questa la nuova frontiera del solare che, non potendo contare più sugli incentivi statali diretti, punta ora sull’autoconsumo al servizio diretto delle utenze. Viene chiamato “energy storage”, ovvero l’utilizzo di batterie e di una centralina di carica/scarica che permette di massimizzare l’autoconsumo in sito dell’energia elettrica autoprodotta dal proprio impianto.

Le batterie per il fotovoltaico consentono di estendere l’autoconsumo diretto della “propria energia”. Questo è oggi la fonte di maggiore convenienza in quanto permette di ridurre i prelievi dalla rete elettrica generale e di ridurre quindi gli elevati costi in bolletta sostenuti per il prelievo di rete.

 

Per tutte le informazioni sui vantaggi dell’autoconsumo leggi qui.

In questo articolo recensiamo la proposta di Aros Solar per l’accumulo di energia tramite batterie per fotovoltaico.

Si chiama SPS, Sirio Power Supply, è stato presentato al Solarexpo 2013 ed è un apparecchio per l’accumulo fotovoltaico in grado di estendere buona parte dei consumi elettrici “puliti” ben oltre gli orari “produttivi” dell’impianto fotovoltaico. Come detto sopra questo avviene grazie all’utilizzo di batterie che accumulano energia di giorno, quando l’impianto produce, e la rilasciano di sera/notte, quando l’impianto non produce. In questa fascia oraria, infatti, nelle utenze domestiche, in genere avvengono gran parte dei consumi domestici.

batterie per fotovoltaico

Batterie per fotovoltaico: il sistema Sirio Power Supply

Il Sirio Power Supply è un sistema completo di gestione dell’energia, è munito di un inverter (Aros Solar Technology) che gli permette anche di gestire l’energia in modalità “off-grid”, ovvero in maniera autonoma ed indipendente dalla rete elettrica generale. Il sistema, grazie ad una centralina di gestione dei flussi elettrici, permette di ottimizzare l’autoconsumo procurando sensibili riduzioni dei prelievi di rete da parte dell’utente. L’utente, infatti, potrà disporre della propria energia riducendo così in maniera proporzionale le spese per le onerose bollette.

Il risparmio procurato sulle bollette sarà in grado, nel tempo, di ripagare il sistema d’accumulo a batterie e di procurare un ulteriore risparmio (dipendente, ovviamente, dal prezzo di acquisto del sistema). Questo fa del sistema un buon investimento di medio periodo (che dipende, ovviamente, dal prezzo di acquisto).

Il sistema di ricarica, controllo e gestione delle batterie è “il cuore pulsante” che permette di ridurre al minimo le dispersioni e le inefficienze derivanti dall’accumulo e dal trasporto dell’elettricità prodotta. Un impianto fotovoltaico in autoconsumo è, ricordiamolo, un sistema molto più efficiente del classico sistema elettrico che produce energia in luoghi remoti per distribuirla in maniera capillare alle singole utenze. Il processo di trasporto/distribuzione sulla rete, infatti, comporta onerose dispersioni e perdite. Il fotovoltaico con batterie, invece, producendo ed accumulando energia nel luogo stesso del consumo, è in tal senso il sistema più efficiente.

Le batterie del Sirio Power Supply garantiscono numerosi cicli di ricarica, sono utilizzabili sia con sistemi connessi in rete che con sistemi staccati dalla rete e sono integrabili con impianti fotovoltaici già in funzione. Attenzione però a non integrarli con impianti fotovoltaici che ricevono gli incentivi: una recente nota del Gse (gestore dei servizi energetici) vieta qualsiasi modifica degli impianti oggetto di incentivazione, pena l’annullamento degli incentivi ed il rimborso di quelli ricevuti.
Leggi qui la nota del Gse sui sistemi di accumulo per gli impianti già incentivati.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Un commento

  1. Mario, il 28 febbraio 2014 ore 16:55

    ma si puo ipotizzare la durata realistica delle batterie di un sistema fv ad accumulo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.