Sei un professionista? Scopri il servizio di fornitura preventivi!

Scendono le bollette del 2%, sarà mica merito delle rinnovabili?

Ultimo aggiornamento: 1-4-2014

Dal primo aprile 2014 scendono le bollette, in media, del 2,5%. Nello specifico: bollette elettriche a meno 1,1% e bollette gas a meno 3,8%, rispetto al trimestre precedente. Le tariffe “tutelate” dell’Autorità sono, infatti, aggiornate trimestralmente a seguito dei prezzi medi rilevati nel trimestre precedente. Le nuove tariffe, dunque, non fanno altro che rispecchiare un andamento di mercato che vede prezzi e consumi decisamente in ribasso.
Finalmente una buona notizia, dunque, notizia che lascia ben sperare, soprattutto a seguito dei rincari avuti per l’aumento dell’Iva al 22% in pochi mesi e ad altri aumenti degli oneri di sistema.

Questo è quanto esposto da un comunicato stampa dell’Aeeg (Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas) diffuso a fine marzo. Nello specifico scendono le bollette di gas e luce per chi ancora usufruisce delle tariffe del mercato “tutelato”, cioè: le tariffe gas e luce che pagano tutti i clienti domestici che ancora non hanno optato per altri operatori energetici del “libero mercato”. Si tratta delle tariffe “regolate” definite dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas.

 

Sarà mica merito, anche, delle rinnovabili?

Sicuramente non sono state solo le rinnovabili le responsabili di questo calo, complice è stata la crisi economica che ha causato un calo considerevole dei consumi e quindi delle importazioni di gas. Il calo delle importazioni è stata una concausa della diminuzione dei prezzi. In un anno, secondo i dati Aeeg, la spesa per il gas metano è diminuita di oltre  l’11% con un risparmio medio di circa 140 euro a famiglia.

scendono le bollette

Cosa c’entra il gas con l’elettricità? Forse non tutti sanno che l’elettricità in italia è ancora in larga parte prodotta attraverso centrali a gas, con le cd. centrali a “cicli combinati”. La produzione elettrica, in parte, funziona ancora così: viene acquistato ed importato dall’estero (per lo più dalla Russia) il gas metano. Viene pagato il trasporto attraverso tutta europa, fino in Italia, viene pagato lo stoccaggio in Italia di questo gas che poi viene bruciato nelle centrali elettriche per produrre elettricità. L’elettricità in italia viene ancora in gran parte prodotta con materie prime di importazione acquistate oltre confine, materie prime che vengono acquistate, trasportate, stoccate e poi bruciate nei generatori.

Un altro fattore che l’Aeeg attribuisce come causa della deflazione è una modifica del modello di tariffazione dei prezzi del gas: la “riforma del gas” del 2012 avrebbe infatti permesso di eliminare il gap tra i prezzi all’ingrosso in europa ed i prezzi all’ingrosso in Italia. L’eliminazione di un “balzello” nella catena dei prezzi di fornitura avrebbe permesso di portare benefici anche agli utenti finali con minori costi nelle bollette del gas.

 

E le rinnovabili? Che ruolo stanno avendo nella dinamica dei prezzi delle bollette?

Già in altri articoli avevamo visto come le fonti rinnovabili in Italia riducono le importazioni di gas ad uso elettrico e l’importazione di energia elettrica “già pronta”.

Per approfondire leggi questi articoli:
Fotovoltaico, minori importazioni di gas ripagano gli incentivi
Il fotovoltaico fa ridurre il costo dell’elettricità, ecco perchè

Producendo parte dell’energia elettrica e termica con le fonti rinnovabili, non solo fotovoltaico, dunque, ma anche eolico, solare termico, biogas, ecc…, si ha come effetto immediato la riduzione delle importazioni di gas. Autoproducendo parte del proprio fabbisogno energetico, cittadini e imprese riducono i prelievi di rete, riducendo la domanda elettrica. Di giorno, in particolare, col fotovoltaico si ha a disposizione abbondante quantità di energia a basso costo e ciò crea una riduzione della domanda sul mercato tradizionale. La riduzione della domanda causa con un effetto a catena di riduzione delle importazioni delle materie prime e di riduzione dei prezzi all’ingrosso dell’energia.

Ricapitolando: questi sono, in breve, i meccanismi che stanno facendo scendere la bollette di gas e luce:

  • riduzione delle importazioni e dei prezzi delle materie prime
  • riforma gas del 2012
  • riduzione della domanda a causa della crisi economica
  • concorrenza dell’energia autoprodotta con le rinnovabili

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.