Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Intersolar Award 2014: premiati i progetti del solare più innovativi

9 giugno 2014
  - Articolo scritto da  Luana Galanti

Il riconoscimento internazionale Intersolar Award è giunto alla settima  edizione. Il premio va alle realtà internazionali più innovative tra quelle che operano nell’industria solare e, da quest’anno, anche alle realtà che si occupano della progettazione e dello sviluppo di sistemi di stoccaggio di energia elettrica. Si può partecipare al premio presentando nuovi prodotti, servizi, soluzioni e progetti innovativi nel campo del fotovoltaico, del solare termico e dell’accumulo di energia realizzati o ideati nel corso degli ultimi due anni.

 

Le aziende vincitrici nel settore del fotovoltaico

Ad essere premiate nel settore del fotovoltaico sono state tre aziende:

  • la tedesca SMA Solar Technology AG (SMA), grazie al suo SMA Fuel Save Controller, un dispositivo di controllo che combina la presenza di sensori diesel e di moduli fotovoltaici, assicurando un sensibile risparmio di carburante. I giurati hanno premiato l’idea innovativa, sottolineando la sua capacità di colmare il gap tra il mondo delle risorse fossili e quello delle energie rinnovabili, aprendo la strada ad altre applicazioni in diversi settori dell’industria solare.
  • la società tedesca Steca Elektronik GmbH, con il suo regolatore di carica solare Steca Tarom MPPT 6000-M. Si tratta di un regolatore di carica che si fa notare per la sua versatilità, dal momento che include diversi sistemi di stoccaggio di energia. Inoltre, integra degli algoritmi sviluppati specificamente per massimizzare la durata delle batterie. Il voltaggio di 220 V, infine, permette al regolatore di carica di essere collegato direttamente ai moduli fotovoltaici.
  • l’azienda giapponese TMEIC Corporation, premiata per il suo progetto SOLAR WARE® SAMURAI. Si tratta di un sistema innovativo per il raffreddamento dell’inverter centralizzato, che si distingue per il fatto che utilizza, invece delle pompe, un sistema di raffreddamento ad acqua con condotti termici.

intersolar 2014

 

Le aziende premiate nel settore dei progetti solari in Europa

Altre tre aziende, tutte con sede in Germania, sono state premiate per aver realizzato interessanti progetti solari in Europa. Si tratta di:

  • la società GOLDBECK Solar GmbH, premiata per il suo intervento nel centro scolastico e sportivo Marienheide. Il progetto prevede la realizzazione di un sistema integrato per il riscaldamento e la fornitura di energia elettrica tramite l’utilizzo di impianti fotovoltaici e unità di cogenerazione di energia.
  • la società IBC Solar AG, premiata per l’impianto ad energia solare realizzato ad Hölzengraben, Kaiserslautern. Si tratta di un grande impianto fotovoltaico a terra, realizzato alla periferia della città, in un’area precedentemente occupata da una discarica. L’impianto ha una potenza nominale di 6,4 MWp e alcune aziende della zona hanno partecipato al finanziamento dell’opera.
  • l’azienda LTi REEnergy GmbH, premiata per il suo progetto Terranova – new earth. Con questo intervento è stato installato un impianto fotovoltaico di 15 MWp di potenza a Zelzate, in Belgio, nell’area di una ex cava di gesso. L’opera ha contribuito non solo a dar vita a un’attività produttiva in una zona ormai dismessa, ma ha anche permesso la bonifica dell’intera area.

 

Le aziende premiate nel settore dei sistemi di stoccaggio di energia elettrica

La nuova categoria degli Intersolar Award ha assegnato premi a tre aziende: due statunitensi e una bulgara.

  • L’azienda texana Ideal Power Inc ha ricevuto un premio per il sistema IHC-30kW-480, un convertitore di memoria ibrido da 30 kW che unisce fotovoltaico e sistemi a batteria, garantendo un’efficienza che arriva al 97% a un livello di tensione continua.
  • L’azienda bulgara International Power Supply, premiata per l’innovativo sistema per l’off-grid Exeron MX, che si distingue per l’utilizzo di sistemi modulari in grado di combinare diverse fonti di energia.
  • La società del Montana ViZn Energy Systems, che ha sviluppato il sistema di stoccaggio dell’energia denominato ViZn Z20. Il sistema ha convinto la giuria per le sue caratteristiche ecologiche e per l’utilizzo di materiali economici ed efficienti.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.