Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Finalmente Free: fronte unico di rappresentanza pro – rinnovabili

20 dicembre 2012

Oggi più di ieri è fondamentale per il settore del fotovoltaico, e delle rinnovabili in generale, costituire un fronte unico di rappresentanza di fronte alle istituzioni, soprattutto in periodi di forte scombussolamento politico e di crisi economica.

Per questo motivo è nato Free , il coordinamento delle associazioni che si occupano di fonti rinnovabili.

Meglio tardi che mai, soprattutto in vista delle politiche 2013. E’ fondamentale e prioritario per le rinnovabili energetiche costituire un fronte unito in grado di stendere un “un documento programmatico” rivolto ai candidati delle imminenti elezioni politiche ed amministrative. Un coordinamento in grado di apporre le sue proposte e di incidere, anche indirettamente, sui tavoli di programmazione. Non una semplice associazione di rappresentanza, ma un Coordinamento di più associazioni che, seppur nella loro diversità, siano in grado di costituire un fronte unico a favore delle rinnovabili per incidere a livello politico ed istituzionale sulle decisioni.

Si chiama Coordinamento Free, ovvero Coordinamento per le Fonti Rinnovabili e per l‘Efficienza Energetica ed è costituito per ora da oltre 20 associazioni di settore.  Queste 20 (per ora) associazioni del comparto sono i soci ordinari. Ci sono poi una miriade di associazioni ed enti che aderiscono in qualità di sostenitori.

La finalità del neonato coordinamento sono “lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili e dell’efficienza energetica” in un contesto di:

  • sviluppo economico sostenibile a livello ambientale
  • de-carbonizzazione dell’economia
  • taglio delle emissioni

Fonti rinnovabili ed efficienza energetica per il PianetaPerfettamente in linea, dunque, con i principi e le  linee programmatiche europee sul clima.

L’obiettivo più importante rimane però quello di costituire un fronte di rappresentanza coeso di fronte alle istituzioni per un “più proficuo” confronto con esse.

Ma veniamo ai nomi. Sul sito di Gifi-Anie si trova la lista degli aderenti e dei sostenitori al Coordinamento FREE. Lista che qui riportiamo.

Associazioni di settore che partecipano in qualità di Soci Ordinari:

  • AES – Azione Energia Solare
  • AGESI – Associazione Imprese di Facility Management ed Energia
  • AICARR – Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento e Refrigerazione
  • AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali
  • ANEST – Associazione Nazionale Energia Solare Termodinamica
  • ANEV – Associazione Nazionale Energia dal Vento
  • ANIE/GIFI – Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane
  • ANIT – Associazione Nazionale per l’isolamento Termico e Acustico
  • ANTER – Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili
  • ASSIEME – Associazione Italiana Energia Mini Eolica
  • ASSOLTERM – Associazione Italiana Solare Termico
  • ATER – Associazione Tecnici Energie Rinnovabili
  • CIB – Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione
  • COGENA – Associazione Italiana per la promozione della Cogenerazione
  • COMITATO IFI  – Industrie Fotovoltaiche Italiane
  • CONFAGRICOLTURA – AGROENERGIA
  • CPEM – Consorzio dei produttori di energia da minieolico
  • GBC ITALIA – Green Building Council Italia
  • GIGA – Gruppo Informale per la Geotermia e l’Ambiente
  • ITABIA – Associazione Italiana Biomasse
  • KYOTO CLUB
  • MSA – Movimento per lo Sviluppo energie Alternative

Sostenitori del Coordinamento (lista ovviamente non definitiva):

  • FIRE (Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia)
  • Comitato Sì alle energie rinnovabili No al nucleare
  • Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano
  • Dipartimento Energia dell’Università di Palermo
  • Greenpeace Italia
  • Legambiente
  • Symbola
  • WWF Italia

Il Coordinamento è ovviamente aperto a tutte le realtà del comparto che vogliono aderire, in qualità di soci o sostenitori, e che prevedono nel loro statuto la difesa, la promozione o lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili e dell’efficienza energetica.

Tra le prime iniziative previste dal neo-coordinamento vi è un Convegno Nazionale per fare il punto sulle criticità e le opportunità  delle rinnovabili termiche. Periodo previsto: fine gennaio 2013.

Come già citato, infine, il coordinamento avrà l’opportunità di presentare in vista delle prossime elezioni politiche ed amministrative un “position paper” da presentare ai candidati.

 

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.