Sei un professionista? Scopri il servizio di fornitura preventivi!

Finanziamenti agevolati per il fotovoltaico in Emilia Romagna

Un buon esempio di sostegno alle fonti energetiche pulite “oltre” gli incentivi. Si parla di credito alle imprese. E si parla di finanziamenti per progetti di efficientamento energetico. Nello specifico: finanziamenti agevolati alle imprese per un massimo di 300mila euro. Scadenza: 29 aprile 2013.

Per le imprese operanti sul territorio dell’Emilia Romagna  la regione ha messo a disposizione un fondo rotativo per finanziamenti agevolati per il fotovoltaico , per altre fonti rinnovabili e per gli interventi di efficientamento energetico di imprese.

Dal 28 marzo 2013 è possibile fare richiesta per accedere al fondo destinato ad agevolare le imprese che vogliano effettuare  investimenti in ambito energetico e che vogliano, per questi, richiedere un finanziamento.

Lo strumento è un fondo rotativo, a compartecipazione privata, di finanza agevolata; fondo gestito da l’ RTI Fondo Energia Emilia Romagna e Fidindustria Emilia Romagna. Il titolo dell’iniziativa è: “Fondo Energia – energie nuove per l’impresa”.

 

A chi è rivolta l’iniziativa?

finanziamenti agevolati fotovoltaico

Il fondo rotativo è rivolto essenzialmente a due tipologie di imprese:

  • a quelle che intendono realizzare investimenti per interventi volti al risparmio energetico ed alle fonti rinnovabili
  • a quelle che fabbricano impianti e attrezzature innovative per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili

 

Quali investimenti sono ammessi al finanziamento?

Le attività che possono essere finanziate sono tutte quelle inerenti al risparmio e all’efficienza energetica ed alla produzione di energia pulita da fonti rinnovabili.
Qualche esempio. Tra i tipi di investimenti ammessi ci sono tutti gli interventi tesi a:

  • migliorare l’efficienza energetica dell’impresa
  • sviluppare la produzione energetica da fotovoltaico o altre fonti rinnovabili
  • sviluppare le smart grid, le reti elettriche “intelligenti”
  • creare reti condivise per la produzione e per l’autoconsumo dell’energia pulita autoprodotta sul territorio
  • offrire beni e servizi tesi al miglioramento dell’efficienza energetica ed allo sviluppo delle fonti rinnovabili

 
Nello specifico le tipologie di spesa ammesse ai finanziamenti agevolati non sono solo gli impianti fotovoltaici, ma anche:

  • spese per interventi su edifici aziendali, dalla costruzione, all’acquisto, all’ampliamento, fino alla ristrutturazione
  • spese per l’acquisto di macchinari e impianti
  • spese per ottimizzare la gestione logistica, energetica e ambientale
  • spese per l’acquisizione di brevetti, licenze, marchi, …
  • spese per consulenze specialistiche
  • spese per il personale adibito al progetto oggetto di finanziamento
  • spese per il materiale acquistato per il progetto
  • spese per l’acquisizione dei documenti tecnici necessari alla presentazione della stessa domanda di finanziamento agevolato (piano di business, costi di fidejussione, ecc..)
  • altre spese forfettarie (massimo il 20% del totale finanziato)

 

Dettagli ed altre caratteristiche tecniche

  • Copertura del fondo: per il 40% costituita da risorse pubbliche (Por Fesr 2007-2013), per il 60% messa a disposizione da vari istituti di credito convenzionati.
  • Forma tecnica del finanziamento: mutuo chirografario di massimo 48 mesi e importo compreso tra 75 e 300.000 euro
  • Risorse totali del fondo: 24 milioni di euro

 

 

Quando presentare domanda?

Le richieste, presentabili online, potranno essere inviate da giovedì 28 marzo 2013 a lunedì 29 aprile 2013 ore 17:00.

Per ulteriori informazioni: info@fondoenergia.eu o sul sito dedicato.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.