Sei un professionista? Scopri il servizio di fornitura preventivi!

Continental punta sul fotovoltaico per lo stabilimento di Hefei

Ultimo aggiornamento: 1-12-2014
  - Articolo scritto da  Daniela Z.

L’attivismo tedesco verso le rinnovabili si sposta anche in Cina: il produttore di pneumatici Continental infatti ha inaugurato il progetto di un impianto fotovoltaico nel locale stabilimento di Hefei. Questa città, capitale della provincia di Anhui e con una popolazione di oltre 4 milioni di abitanti, soffre, come il resto del paese, di una grave situazione a livello ambientale. Grazie a questo nuovo impianto è possibile ridurre le emissione fino a 6.082 tonnellate di anidride carbonica nel corso dell’anno.

Questo progetto s’inscrive in una collaborazione che dura da molti anni: 30 per la precisione, da quando nel 1984 fu costruito lo stabilimento. L’impianto di Hefei è stato il primo passo nell’espansione della Continental sia in Cina che in Asia: questo investimento ha un valore di circa 185 milioni di euro ed impiega quasi mille persone nella produzione di pneumatici. Si tratta quindi di una presenza importante e bene accetta in questi luoghi.

Durante la cerimonia inaugurale erano presenti personalità di peso sia tedesche che cinesi, a sottolineare l’importanza di quello che sta nascendo. C’erano ad esempio Stephan Weil, Primo Ministro della Bassa Sassonia e Ralf Cramer, Membro dell’Executive Board di Continental e CEO della Continental in Cina e Michael Egner.

parco fotovoltaico

Ma come funzionerà nello specifico questo progetto di risparmio energetico? Esso sarà realizzato in collaborazione con HeFei SuMeiDa Sungrow Power Co.,Ltd e sfrutterà i tetti dell’impianto di produzione di pneumatici. L’elettricità prodotta verrà poi utilizzata per la produzione interna dell’azienda. Lo spazio occupato sarà di ben 70 mila metri quadrati, per capirci come circa 10 campi di calcio e quindi la potenza della centrale fotovoltaica sarà di ben 6,1 MW all’anno, con una consistente riduzione di produzione di anidride carbonica. I lavori proseguiranno in maniera molto rapida e già per la fine del 2014 primi giorni del 2015 il tutto dovrebbe essere attivato.

Tutto questo impegno s’inscrive in un’attenzione già presente nei confronti dell’ambiente e della comunità dove si trova l’azienda. Infatti essa possiede anche macchinari all’avanguardia per pesare il meno possibile sull’ambiente, e fin dall’inizio della produzione la Continental ha cercato di mantenere basso il proprio impatto.

Questa azienda si presenta in vetta rispetto al resto della media delle aziende locali sul tema del rispetto dell’ambiente e nello specifico il risparmio energetico va a vantaggio sia dell’azienda che dell’ambiente.

Si tratta quindi di un ottimo esempio di collaborazione tra nazioni differenti per diminuire l’inquinamento e di sensibilizzazione nei confronti di un’immenso Paese che forse (e dico forse) ha capito che la crescita economica è fondamentale, ma lo è anche essere circondati da un ambiente più sano.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.