Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Facciate fotovoltaiche su misura con un click

18 aprile 2014

Facciate fotovoltaiche e moduli su misura degli edifici con un click, direttamente in fase di progettazione dell’edificio. Questo l’obiettivo di un ambizioso progetto che vuole mettere il fotovoltaico al servizio degli architetti e del loro lavoro di progettazione degli edifici. L’energia pulita può essere prodotta non solo attraverso i tetti degli edifici, ma anche attraverso le loro facciate ed altre componenti architettoniche integrate.

La sfida del fotovoltaico integrato negli edifici, non solo sui tetti, è una sfida che offre interessanti prospettive e potenzialità di mercato: facciate fotovoltaiche, dunque, ma non solo.

E’ possibile produrre componenti fotovoltaiche in maniera economica e direttamente in fase di realizzazione dell’edificio? Presto lo sarà grazie al progetto “Smartflex”, progetto che prevede la possibilità di configurare online, in maniera autonoma e personalizzata, gli elementi costruttivi fotovoltaici che verranno poi realizzati in serie, su scala industriale. Il vantaggio di questo sistema “in time” è quello di far risparmiare tempo e denaro ai costruttori che potranno inviare direttamente sulle linee di produzione tutti i dati necessari alla realizzazione del modulo fotovoltaico da integrare nell’edificio.

Il progetto europeo “SmartFlex” è stato avviato da poco e già mostra tutte le sue interessanti potenzialità, soprattutto per gli architetti. Ma per ora otto membri di un consorzio di settore stanno lavorando per la sua effettiva fattibilità tecnica.

L’idea è questa: attraverso un software di semplice utilizzo gli architetti potranno disegnare i pannelli fotovoltaici a misura dell’edificio e potranno ordinarli e configurarli direttamente online, con semplicità e rapidità. Le forme dei moduli che andranno a costituire le facciate fotovoltaiche potranno essere anche rotonde o triangolari.

progetto smartflex

Quale vantaggio dovrebbe apportare il progetto?

Il vantaggio è prima di tutto quello della economicità. Oggi vengono prodotti in serie con procedure automatizzate, e quindi in maniera economica, solo i moduli fotovoltaici classici, utilizzati per i tradizionali impianti fotovoltaici. Gli elementi fotovoltaici “non tradizionali”, invece, quelli che spesso vengono integrati negli edifici, vengono per lo più prodotti o adattati a mano e quindi con costi maggiori.

Il vantaggio di questo progetto sarebbe quello di automatizzare il processo produttivo dei moduli “non convenzionali”, con la conseguente riduzione dei costi di produzione. Volendo realizzare facciate fotovoltaiche “ad hoc” su un edificio o su determinati elementi architettonici, il progetto dovrebbe fornire uno strumento per configurare i moduli e avviare un processo semi-automatico di realizzazione. SmartFlex vuole realizzare una linea produttiva in serie per elementi fotovoltaici “su misura”. Ad esempio: per facciate fotovoltaiche, pensiline, lastrici, ecc….

Entrando un po più nello specifico: l’idea è quella di realizzare un vera e propria linea di produzione in grado di produrre elementi fotovoltaici “su misura” con criteri personalizzabili. L’applicativo informatico invierà direttamente alla linea di produzione le forme, i colori e le dimensioni del moduli fotovoltaici desiderati e la linea di produzione li realizzerà in serie, in maniera semi-automatizzata ed a costi sostenibili.

La prima fase del progetto prevede la ricerca del tipo di modulo fotovoltaico più efficiente in ambito architettonico e per far ciò stanno testando diversi prodotti su una facciata fotovoltaica di circa 200 metri quadrati di superficie. La fase successiva sarà quella di pensare alla linea di produzione ed al software utilizzato.

Una nota di interesse: gli sperimentatori stanno testando un tipo di modulo lungo 3 metri e mezzo e 750 watt di potenza. Soli quattro di questi moduli sarebbero in grado di realizzare una potenza di 3 kw, come quella dei tradizionali impianti famigliari “standard” (che necessitano, in genere, di 10-14 moduli).

 

I finanziamenti del progetto

Finanziamento di 2,9 milioni di euro nell’ambito del settimo programma quadro per la ricerca e l’innovazione dell’Unione europea.

 

I protagonisti del progetto

  • gruppo di ricerca Applied Research Institute for Prospective Technologies (ProTech) di Vilnius, Lituania
  • Istituto Fotovoltaico di Berlino (PI Berlin)
  • Glassbel
  • costruttore internazionale di impianti Mondragon Assembly,
  • produttore di sistemi fotovoltaici Via Solis,
  • centro di competenze svizzero per il fotovoltaico integrato (SUPSI)
  • azienda sviluppatrice del software di progettazione Creative Amadeo
  • agenzia Sunbeam Communications, specializzata in energie rinnovabili.

 

Fonte: Smartflex-solarfacades

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.