Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Togo: è italiano il primo impianto fotovoltaico stand alone

7 ottobre 2014
  - Articolo scritto da  Luana Galanti

È stato realizzato e inaugurato quest’estate il primo impianto fotovoltaico stand alone del Togo. Serve la comunità Cuori Grandi di Amakpape e ha un’identità tutta italiana: i moduli sono stati infatti forniti dalla società bergamasca Vipiemme, il progetto è stato curato dalla società della Valle d’Aosta Seva, tramite l’iniziativa Seva per l’Africa con la collaborazione tecnica della società pugliese Kad3 Group e aiuterà la comunità gestita da suor Patrizia Livraga.

L’impianto fotovoltaico ha una potenza di 12,1 kW ed è formato da 54 moduli in silicio policristallino da 220 Wp, forniti gratuitamente da Vipiemme. L’impianto è anche dotato di 40 batterie di accumulo di tipo PB-acido 115 AH@12V, che ne assicurano la quasi totale indipendenza rispetto al locale generatore di energia alimentato a gasolio.

La messa in funzione dell’impianto fotovoltaico off-grid con kit HyREI è un’importante novità per la comunità Cuori Grandi Onlus, attiva nel territorio del Togo. Grazie all’energia elettrica prodotta dai moduli fotovoltaici si potrà soddisfare il fabbisogno della scuola, punto di riferimento di tutta la comunità e un dispensario, che fornisce cure mediche in particolare ai bambini. L’obiettivo è quello di istituire ad Amakpape un complesso scolastico che assicuri tanto l’istruzione primaria quanto quella secondaria.

impianto fotovoltaico togo

Il territorio africano si presta particolarmente bene all’installazione di impianti fotovoltaici stand alone: oltre a poter godere di un forte irradiamento solare, infatti, l’organizzazione sociale è basata su piccoli villaggi, il cui fabbisogno di energia può essere facilmente soddisfatto attraverso piccoli impianti a isola. Tramite l’energia prodotta da fonti rinnovabili è anche possibile azionare i sistemi di pompaggio e di filtraggio dell’acqua da utilizzare a scopi agricoli. Proprio in Togo questo è un aspetto da tenere in grande considerazione, dal momento che il Paese dispone di pochissime risorse idriche e, di conseguenza, non riesce a garantire una produzione agricola sufficiente.

Il progetto è stato gestito e realizzato da Seva per l’Africa che si occupa di fornire gratuitamente impianti per lo sfruttamento delle energie rinnovabili nel territorio africano, a supporto di missioni di ordine religioso o laico. Sono diverse le realtà che hanno già beneficiato dei progetti di Seva per l’Africa: oltre all’impianto fotovoltaico realizzato in Togo, infatti, sono attivi impianti in Etiopia, Burundi e Repubblica Centrafricana e sono diversi gli impianti in fase di realizzazione in altri Paesi del continente africano.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.