Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Stati Uniti: in calo i prezzi del fotovoltaico

13 aprile 2015
  - Articolo scritto da  Miriam Perani

Il fotovoltaico sta raggiungendo prezzi sempre più convenienti con costi in netto calo: secondo i dati rilevati negli Stati Uniti la diminuzione dei prezzi relativi a questa tecnologia sarebbe stata in media del 9% nel 2014. A rivelare i dati una ricerca intitolata “US Solar Market Insight, 2014 Year-in-Review”, realizzata dalla GTM Research in collaborazione con la SEIA (Solar Energy Industries Association).

Stando ai dati emersi dall’analisi, nel solo 2014 il prezzo degli impianti fotovoltaici avrebbe subito un calo compreso tra il 9 ed il 12%, con riduzioni più o meno marcate a seconda della parte del settore considerata (ci sono differenze ad esempio tra il prezzo delle componenti degli impianti o il prezzo di allacciamento alla rete, o ancora tra i costi per la realizzazione di un impianto ad uso civile o industriale).

Comun denominatore del calo dei costi per la produzione dell’energia fotovoltaica è innanzitutto la maggior competizione tra gli operatori del settore. Oltre all’aumento della concorrenza hanno però giocato a favore della riduzione dei prezzi anche la realizzazione di tecnologie nuove, capaci di aumentare l’efficienza degli impianti e la creazione di un numero sempre maggiore di centrali solari.

fotovoltaico costi in calo anche in USA

Non hanno subìto grossi cali i costi per la realizzazione degli impianti fotovoltaici, che alla fine del 2014 si aggiravano intorno ai 2 dollari per watt in media con stime di circa 3,48 per watt per gli impianti domestici. Da segnalare che il costo per watt di questi ultimi ha subito un calo del 3,3% rispetto al terzo trimestre 2014.

Per fare avere un termine di paragone: in Italia i grossi impianti (diciamo: da un MegaWatt) possono raggiungere un euro per Watt all’utente finale. Gli impianti domestici costano almeno 2 euro/Watt.

Il settore che ha conosciuto il calo maggiore dei costi è quello relativo alla produzione di energia ad uso residenziale; in calo in particolare i prezzi relativi all’allacciamento alla rete ed all’installazione dell’impianto, con una diminuzione di circa 0,40 dollari per ogni watt installato. Il calo dei prezzi di questa parte del settore era già in atto dall’anno precedente.

In netto calo il costo degli impianti fotovoltaici, che a partire dal 2013 ha visto un calo di circa il 20%, raggiungendo durante lo scorso anno il prezzo medio di 2,36 dollari per ogni watt, con un ulteriore calo registrato negli ultimi tre mesi del 2014, dove il prezzo è sceso addirittura a 2,25 dollari per watt.

Prezzi ancora inferiori quelli che riguardano gli impianti di maggiori dimensioni, come ad esempio quelli per l’uso industriale o le stesse centrali fotovoltaiche. In questo campo il prezzo per gli impianti americani è sceso fino alla media di 1,55 dollari per watt, record fatto registrare nell’ultimo trimestre 2014.

La tendenza dei dati 2014 fa pensare ad un possibile ulteriore calo anche nei mesi in corso, che sarà però confermabile solo dopo le prime rilevazioni 2015.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.