Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Renzi e il tweet illuminato: il fotovoltaico torna a sperare?

18 dicembre 2014
  - Articolo scritto da  Daniela Z.

Natale tempo di conversione: fatto sta che in questi giorni, Renzi ci ha illuminati con un tweet sul tema delle rinnovabili. “I Pannelli fotovoltaici migliori al mondo. Catania, Italia. Anche questo è #sud” scrive il Presidente del Consiglio dopo aver visitato la 3Sun, azienda di Catania che ha fatto della produzione di pannelli fotovoltaici il fiore all’occhiello della Regione.

 

Parole di circostanza? Le reazioni non sono state di certo unanimi, soprattutto se si pensa agli interventi messi in essere dal Governo  per quanto riguarda la spalma incentivi. Secondo Legambiente, è importante che finalmente ci si sia accorti che il fotovoltaico è una risorsa e non un problema. Anzi si potrebbe, sempre secondo questa associazione, ripristinare gli incentivi che c’erano prima e che sovvenzionavano la sostituzione delle coperture di amianto con i pannelli fotovoltaici.

 

Proprio dell’amianto si era tornato a discutere dopo la mappa messa a disposizione dal Ministero dell’Ambiente, che aveva evidenziato che regioni come le Marche vivono una vera e propria emergenza amianto, a cui il Governo dovrebbe supplire. Si potrebbe, con i suddetti incentivi, eliminare un pericolo per la salute degli italiani, aumentare la produzione di energia e diminuire l’emissione di Co2 ed infine creare posti di lavoro. Ogni euro investito in questo campo si moltiplicherebbe con ricadute positive in tanti settori.

renzi

In questo modo si potrebbe riprendere, come dice l’ex Ministro Pecoraro Scanio il percorso virtuoso iniziato nel 2007 per la diminuzione dell’amianto e per l’incentivazione nel mettere il fotovoltaico sulle coperture invece che a terra.

Purtroppo le ultime iniziative del Governo parlano piuttosto di molto disinteresse e di norme che vanno a tassare l’autoconsumo e ad ammazzare tutto quanto è legato alle fonti rinnovabili. In realtà l’Italia è arrivata ad avere ben il 40% della propria energia prodotta da fonti rinnovabili, e se Renzi capisce il valore del fotovoltaico nel nostro Paese, dovrebbe avere anche l’intelligenza di permettere che continui a svilupparsi come già fatto negli anni passati.

Tutta questa discussione è scaturita dalla visita del Premier in un’azienda, la 3Sun, che si trova in Sicilia ed è uno dei poli fotovoltaici più importanti d’Europa. Nata nel 2011 da un accordo tra STMicroelectronics e Sharp, a luglio è stata acquistata da Enel Green Power. Ogni anno questa azienda produce 200 MW di pannelli fotovoltaici a film sottile e multi giunzione, usati non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Ora speriamo che, passato il Natale, Renzi faccia come Ebenezer Scrooge nell’opera di Charles Dickens, si converta definitivamente e dia i giusti input al suo Governo per riaprire di nuovo le porte alle fonti rinnovabili.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.