Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Fotovoltaico in Germania, produce più del previsto

17 settembre 2014

Il fotovoltaico in Germania produce il 5%  più del previsto.

Notizia in parte inaspettata: in Germania, da sempre avanguardia tecnologica del solare, si iniziano a “tirare le somme” sui benefici che i numerosi impianti fotovoltaici hanno apportato nel bilancio energetico nazionale. Quanta energia pulita hanno prodotto? E quanta ancora ne potranno ancora produrre?

Soprattutto: “le quantità di energia pulita generata e immessa nelle reti in questi anni è “in linea” con le previsioni?”

 

Il fotovoltaico è una tecnologia relativamente nuova nel mondo dell’energia su larga scala. I primi impianti “importanti”, realizzati su scala “medio-grande”, hanno fatto la loro comparsa, proprio in Germania, non più di 15-20 anni fa e, tenuto conto che un impianto produce mediamente per 20-25 anni, oggi si iniziano a “tirare le somme” sui primi cicli di funzionamento dei primi grandi impianti installati.

parco fotovoltaico

 

Ovviamente,  più il fotovoltaico e le altre fonti rinnovabili producono energia pulita, più aumentano i benefici (economici e non solo) pubblici e privati: minori importazioni di materie prime, minore dipendenza dall’estero, minore quantità di emissioni inquinanti, maggiore autonomia energetica e minori costi legati alle “patologie da inquinamento”, “bonifiche”, “smaltimento”, ecc..

Secondo i dati del centro di ricerca tedesco “Fraunhofer-Instituti numerosi parchi fotovoltaici installati in Germania stanno generando più energia elettrica di quanto previsto. I dati di previsione della produzione fotovoltaica, infatti, sarebbero secondo i ricercatori tedeschi ancora basati su criteri risalenti a circa 30 anni fa.

Oggi le tecnologie sono evolute, ma non solo: anche la radiazione solare stessa sarebbe infatti aumentata in maniera rilevante negli ultimi 30 anni. Se l’effetto serra, da un lato, causa il riscaldamento del clima, dall’altro  avrebbe aumentato la quantità di radiazioni solari trattenute in atmosfera, aumentando l’irraggiamento complessivo sui pannelli fotovoltaici.

Dunque: gli impianti installati in Germania stanno producendo il 5% in più rispetto a quanto preventivato nei primi piani di investimento.
La produzione impianto, ricordiamolo, è direttamente proporzionale al ritorno economico dall’investimento: più energia viene prodotta dall’impianto, più il titolare avrà i suoi proventi dalla vendita (o dall’autoconsumo).

Se vuoi vedere un esempio di ritorno economico per un impianto da 100 kw installato in Italia (senza incentivi), clicca qui.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.