Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Entro il 2020 +45% per le rinnovabili

18 settembre 2014
  - Articolo scritto da  Miriam Perani

Nei prossimi cinque anni la produzione elettrica da energie rinnovabili aumenterà del 45% (del 50% per quanto riguarda la potenza), stando a quanto contenuto nel rapporto presentato dall’International Energy Agency (IEA), intitolato “Medium-Term Renewable Energy Market Report”.

Secondo l’agenzia internazionale la crescita sarebbe causata dal calo dei costi della produzione da fonti rinnovabili, nonostante gli ostacoli causati dai dubbi normativi che hanno l’effetto di disincentivare gli investimenti verso le rinnovabili.

I dati del rapporto riportano che al termine dello scorso anno l’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili ha raggiunto a livello mondiale la quota di energia prodotta tramite gas, cioè il 22%. L’aumento della produzione dell’energia elettrica da fonti non esauribili non dovrebbe arrestarsi nei prossimi anni, e portare quindi questa componente a superare la quota di un quarto del mix energetico mondiale (26% del totale).

Tuttavia la crescita del settore delle rinnovabili secondo l’International Energy Agency potrebbe conoscere un rallentamento nella crescita già a partire dall’anno in corso, con una concentrazione dell’aumento di produzione nei paesi in via di sviluppo.

aumento fonti rinnovabili 2020

Il rapporto presenta inoltre le proiezioni per la produzione di energia da rinnovabili suddividendola per tipologia di fonte. Se nel periodo in corso (fino al 2020) la tipologia di energia che produrrà il maggior ritorno economico è l’energia derivante dal vento seguita a ruota dal solare per un totale di poco inferiore ai 2.000 miliardi di dollari globali, la somma dell’energia prodotta fino al 2035 raggiungerà livelli molto alti, con un picco (stimato) di quasi 9.000 miliardi di dollari. Nello scenario ipotizzato sarà l’energia eolica la componente maggioritaria, seguita da solare ed idroelettrico. Sempre secondo la proiezione riportata nel rapporto, dovrebbero conoscere però un notevole sviluppo anche le altre forme di produzione di energia, tra le quali la bioenergia.

Entrando nel dettaglio della potenza prodotta, il 2013 ha visto una produzione di elettricità da rinnovabili pari a 1.692 Gw. Per l’anno in corso la produzione dovrebbe attestarsi a 1.817 Gw, con un aumento progressivo che potrebbe portare ai 2.555 Gw del 2020. Per quanto riguarda la tipologia di energia anche per la potenza sviluppata sarà l’idroelettrico la tipologia principale, seguita dall’eolico (quasi esclusivamente onshore) e dal solare, che aumenterà del 194% la propria quota nel periodo considerato, passando dai 137 Gw dello scorso anni ai 403 Gw previsti per il 2020. La produzione di energia fotovoltaica, stando ai dati del rapporto, sarà quindi quella che conoscerà l’incremento percentuale maggiore.

Trascurabile rispetto al totale l’energia prodotta sfruttando gli oceani e il geotermale, che aumenteranno comunque nel corso dei prossimi anni.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.