Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Emissioni di CO2, una mappa ne mostra l’andamento globale

2 gennaio 2015
  - Articolo scritto da  Luana Galanti

Qual è l’andamento globale delle emissioni di biossido di cardonio? La Nasa ci fornisce un modello matematico ed una rappresentazione grafica chiara (per chi ancora non ne avesse le incontrovertibili certezze).

Le emissioni di CO2, biossido di carbonio, sono le principali responsabili del cambiamento climatico e del riscaldamento globale. I Paesi più inquinanti sono quelli dell’emisfero nord e oggi un modello matematico elaborato dalla Nasa ce ne dà prova anche graficamente. Una mappa molto dettagliata mostra l’andamento dei flussi di gas serra emessi in atmosfera nel corso di un intero anno. I dati sono stati condensati in un video della durata di pochi minuti, in modo da poter osservare con maggior facilità i cambiamenti che avvengono sopra le nostre teste.

Il modello è stato messo a punto dagli scienziati del Goddard Space Flight Center, sulla base dei dati delle emissioni di CO2 riferiti al 2006. I risultati sono stati sintetizzati in un video che mostra, giorno dopo giorno, la quantità di gas serra emessi e i successivi movimenti della massa di anidride carbonica.

Il modello ad alta risoluzione elaborato dagli scienziati dalla Nasa che si occupano di clima permette di individuare a colpo d’occhio la CO2, evidenziata in rosso. Il video mostra chiaramente che a generare la quasi totalità delle emissioni sono i Paesi dell’emisfero nord e in particolare gli Stati Uniti, la Cina e l’Europa. I flussi di gas serra seguono i movimenti delle correnti atmosferiche e si possono osservare i vortici di gas che sovrastano il pianeta e che rimangono in sospeso, contribuendo ad aumentarne la temperatura media.

mappa nasa emissioni co2

Osservando l’animazione si nota che la quantità di emissioni diminuisce notevolmente a partire dalla fine della primavera e rimane molto bassa per tutta l’estate. In questo periodo i flussi di colore rosso sono quasi invisibili sulla mappa e il merito di questo effetto di depurazione dell’aria è dell’azione di fotosintesi svolta dalle foreste. I polmoni della Terra riescono ad assorbire quasi tutta la CO2 prodotta dall’uomo, rilasciando in atmosfera ossigeno.

A differenza di quanto avviene nell’emisfero settentrionale, dove le emissioni sono dovute alle attività umane e produttive basate sulla combustione di fonti fossili di energia, le poche emissioni provenienti dai Paesi dell’emisfero meridionale sono perlopiù imputabili a grandi incendi, frequenti tanto in Africa quanto in Sud America e in Australia.

Modelli matematici come questo, basato sui dati reali delle emissioni di CO2, oltre ad avere un valore divulgativo aiutano anche gli scienziati a elaborare previsioni sempre più attendibili in merito alle condizioni climatiche globali negli anni a venire.

 

Ecco il video che mostra l’andamento delle emissioni di un anno in 3 minuti.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.