Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Tag: mercato elettrico

Chi paga la corrente che entra in rete dai pannelli fotovoltaici ?

29 agosto 2016
Chi paga la corrente che entra in rete dai pannelli fotovoltaici ?
I pannelli fotovoltaici installati sul proprio tetto e collegati alla rete elettrica, oltre a produrre energia per l’autoconsumo,  possono immettere energia pulita nella rete pubblica. Il vantaggio, in questo caso, va a beneficio di tutti: la rete enel beneficia del surplus di singoli utenti/produttori per rivendere energia pulita ad altri utenti. L’immissione in rete dell’energia auto-prodotta viene retribuita ai prezzi di mercato. Chi paga la corrente che entra in rete dai pannelli fotovoltaici? Questo articolo è rivolto a chi, non conoscendo nulla del mondo del fotovoltaico e delle fonti rinnovabili, vuole avere qualche informazione utile per capire se il fotovoltaico conviene e se conviene “vendere” la propria energia in accesso alla rete di distribuzione pubblica di Enel. La prima domanda per capire il meccanismo è: “se vendo la mia energia,  da chi e come vengo pagato?”   Enel Distribuzione è la società che gestisce la distribuzione elettrica di media...

Leggi tutto »

Quanto viene pagata l’ energia prodotta dal fotovoltaico ?

22 luglio 2016
Quanto viene pagata l’ energia prodotta dal fotovoltaico ?
L’energia prodotta dal fotovoltaico, quanto viene pagata? Si tratta di una domanda che spesso viene posta da chi ha già un impianto fotovoltaico, o da chi vuole realizzarlo. Il prezzo di cessione dell’elettricità prodotta dal proprio sistema fotovoltaico e immessa in rete è tra i fattori che maggiormente influenzano la scelta di installare i pannelli fotovoltaici sul tetto della propria casa, della propria azienda o del proprio capannone. Quantificare un “prezzo di cessione”, e quindi il guadagno diretto del fotovoltaico, non è sempre facile, ma consultando attentamente la normativa sullo Scambio sul Posto è possibile calcolare una stima attendibile per capire quanto viene pagata l’energia generata dal proprio impianto fotovoltaico. In ogni caso oggi, la fonte di maggior ricavo, non è la cessione in rete, ma l’autoconsumo che genera risparmio in bolletta.   Da cosa dipende oggi la buona riuscita dell’investimento fotovoltaico? Oggi la buona riuscita dell’investimento fotovoltaico dipende...

Leggi tutto »

Aeegsi prepara riforma tariffe elettriche per clienti non domestici

13 luglio 2016
Aeegsi prepara riforma tariffe elettriche per clienti non domestici
L’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico sta preparando la riforma tariffaria per l’energia elettrica per i clienti non domestici. Ha da poco pubblicato il primo documento di consultazione. Come da molti sostenuto si tratterebbe, se fosse approvata l’attuale intenzione, dell’ennesimo attacco agli impianti di autoproduzione elettrica ed alla generazione distribuita. La riforma della struttura tariffaria, infatti, pretenderebbe di ancorare la struttura degli oneri generali di sistema a quella degli oneri di rete e non più ai consumi effettivi di energia. Il principio è simile a quello che abbiamo già visto nella riforma delle tariffe elettriche per i clienti domestici: “ancorando” gli oneri generali di sistema non più all’effettivo consumo di energia, ma ai costi fissi, si finisce per penalizzare tutti coloro che fanno, che hanno fatto o che faranno investimenti per il risparmio e l’efficienza energetica. Tutti coloro che hanno investito per ridurre il proprio...

Leggi tutto »

Quale futuro per il fotovoltaico in Italia? Punti critici e potenzialità.

8 luglio 2016
Quale futuro per il fotovoltaico in Italia? Punti critici e potenzialità.
Il fotovoltaico, come le altre fonti rinnovabili, hanno elevate potenzialità di sviluppo, anche in Italia. Secondo Irena, l’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili, i costi di produzione del kwh da fonti rinnovabili hanno margini di riduzione ancora molto elevati: a livello globale il fotovoltaico potrebbe ridurre i costi di generazione di un ulteriore 59%, mentre il solare a concentrazione di un ulteriore 43% (vedi report Irena). Questo potrebbe accadere entro il 2025. Sempre che le lobby del fossile non continuino ad ostacolare, come in Italia, il naturale evolversi delle rinnovabili. In ogni caso la ulteriore riduzione dei costi renderà la tecnologia sempre più conveniente e competitiva. Il fotovoltaico in Italia, nonostante lo sviluppo esponenziale che ha avuto tra il 2007 ed il 2013, oggi è “inchiodata” ad un livello di nuove installazioni pari a quello che c’era nel 2008. Oggi, però, a differenza di quegli anni, avanzano le piccole...

Leggi tutto »

Energia. Aeegsi, da luglio elettricità +4,3% e gas +1,9%

6 luglio 2016
Energia. Aeegsi, da luglio elettricità +4,3% e gas +1,9%
Dopo il calo del primo semestre 2016, l’Aeegsi (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas) prevede da Luglio 2016 di nuovo rincari sulle bollette elettriche e del gas. Il rincaro sarà del 4,3% sull’elettricità e del 1,9% sul gas. La “famiglia-tipo” in “maggior tutela”, cioè che non ha ancora optato per il cambio di fornitore, spenderà circa 503 euro l’anno per la corrente elettrica, stima di spesa per famiglie che consumano mediamente 2.700 kWh/anno per 3 kW di potenza impegnata. La spesa media, per lo stesso tipo di utenza, sarà invece di circa 1.068 euro l’anno per il gas (calcolati su 1.400 metri cubi l’anno di consumo). A cosa sono dovuti questi rincari? Il fattore maggiormente imputabile a questo aumento dei costi in bolletta è quello della risalita del prezzo della materia prima. Per la corrente elettrica un altro fattore determinante è il costo per il dispacciamento dell’energia sulla...

Leggi tutto »

Di quanto è calato il prezzo dell’energia nell’ultimo anno?

22 giugno 2016
Di quanto è calato il prezzo dell’energia nell’ultimo anno?
Il costo dell’energia in bolletta è diverso dal costo dell’elettricità sul mercato elettrico: il primo è un prezzo di vendita “al dettaglio”, prezzo pagato dai consumatori finali in bolletta, che comprende numerose voci di costo oltre a quella della “mera” energia acquistata sul mercato. Il costo dell’energia in bolletta comprende, oltre alla “quota energia”, i costi “di servizio”, quali servizi di trasmissione, distribuzione, dispacciamento. Comprende gli “oneri generali di sistema”, comprende addizionali, imposte, accise, iva. Comprende anche i costi “di vendita”, cioè la quota da pagare all’operatore che vende l’energia agli utenti finali. Il costo dell’elettricità sul mercato elettrico, invece, è una piccola quota della bolletta elettrica. E’ il costo effettivo del kWh venduto sul mercato all’ingrosso dell’energia elettrica (o “borsa elettrica”). Quando si parla di “costo dell’energia elettrica” si fa riferimento a questo tipo di mercato: il mercato di riferimento dell’energia all’ingrosso è la “borsa elettrica”.   Di...

Leggi tutto »

Anche ENI ora investe sul Fotovoltaico, 250 mln solo in Italia

18 maggio 2016
Anche ENI ora investe sul Fotovoltaico, 250 mln solo in Italia
Claudio Descalzi, amministratore delegato ENI, ora vuole puntare sulle fonti rinnovabili con un mega piano di investimenti annunciato in una sua intervista al Corriere della Sera. Tra le prime dichiarazioni che fa c’è proprio quella di non voler “snaturare” il proprio “core-business” che rimane orientato per la maggiore al petrolio e al gas. Per il futuro non esclude, tuttavia, che la priorità possa diventare il mix “gas più rinnovabili” per iniziare a svincolarsi da carbone e petrolio. Ora anche il primo gruppo petrolifero italiano ENI, dunque, decide di puntare e di investire nel fotovoltaico e delle fonti rinnovabili, a riprova del fatto che ormai, al di là delle singole disquisizioni su trivelle, pozzi e shale gas, la transizione energetica è già in corso ed ormai inarrestabile. Speriamo solo che la multinazionale dell’energia fossile non arrechi troppi danni all’intero comparto. Il nuovo piano per le rinnovabili “made in ENI” prevederebbe...

Leggi tutto »