Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Buone prassi, 70 mila mq di tetto fotovoltaico a Bologna

21 settembre 2012

Da Bologna arriva notizia di un altro esempio di buone prassi energetiche.

Si tratta di fotovoltaico, per la precisione di un mega impianto fotovoltaico su tetto realizzato sulle coperture del Caab di Bologna, il più grande mercato ortofrutticolo all’ingrosso d’Italia. Il Caab è il principale centro di re-distribuzione italiano per quanto riguarda i prodotti ortofrutticoli (con oltre 400 milioni di fatturato e oltre 2 mila persone impiegate) ed ha come obiettivo , stando alle parole di Andrea Segrè, Presidente del Caab, l’autosudfficienza energetica e la totale sostenibilità energetica della struttura entro i prossimi anni: “la sostenibilità ambientale e la spinta verso la green economy sono considerati i due pilastri della politica di sviluppo del Caab”.

Tra il dire e il fare … c’è di mezzo ..un impianto fotovoltaico di 6 megawatt.

I dati dell’impianto fotovoltaico realizzato.

L’impianto fotovoltaico, entrato in esercizio il 24 agosto ed inaugurato il 18 settembre 2012, rientra nel regime incentivante del quarto conto energia, il cui termine era il 26 agosto. Accede quindi ad incentivi migliori degli attuali.

fotovoltaico al centro logistico ortofrutticolo bologna

Si tratta di uno tra i più grandi impianti fotovoltaici d’Italia realizzati su edificio. La sua potenza di picco è infatti di ben 6 megawatt, 6 mila Kw di picco, ed è in grado di produrre circa 6.600.000 Kwh di energia pulita l’anno. Questa cifra corrisponde al fabbisogno medio annuale di ben 2.000 famiglie.

L’impianto è costituito da 25 mila pannelli fotovoltaici per una superficie complessiva di ben 70 mila metri quadrati (come 10 campi da calcio). Insieme a tutte le altri componenti ed alla realizzazione effettiva, ha rappresentato un investimento di circa 15 milioni di euro.

Per quanto riguarda il taglio delle emissioni, l’impianto consentirà di risparmiare circa 3.500 tonnellatte di Co2  l’anno e 9,9 tonnellate di Ossidi di Azoto l’anno.

L’energia prodotta dal mega impianto fotovoltaico di 6 Mw non solo soddisferà in toto il fabbisogno energetico del centro logistico ortofrutticolo e delle aziende insediate, ma potrà anche essere usata per soddisfare il fabbisogno delle strutture circostanti (per esempio la Facoltà di Agraria) ed anche eventualmente per alimentare un gran numero di veicoli elettrici utilizzabili per la distribuzione all’interno della città. Il prossimo obiettivo del Caab è infatti quello di creare una vera e propria “City Logistic” eco-sostenibile.

Il progetto è stato realizzato da Unendo Energia, società che sviluppa e gestisce impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Da poco questa società produce “in proprio” energia pulita e vende direttamente alla rete l’energia prodotta dai propri impianti fotovoltaici.

Per questo progetto Unendo Energia ha ottenuto la concessione ventennale del tetto dell’edificio. La società elettrica mette a disposizione del Caab l’energia elettrica pulita prodotta dall’impianto, facendola pagare ad un prezzo ridotto fino al 20/30% rispetto a quello della classica bolletta elettrica.

L’intero impianto fotovoltaico è stato realizzato in tempi brevissimi: un mese e mezzo.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.