Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Il Pakistan inaugura il suo primo (mega)impianto fotovoltaico

29 maggio 2014
  - Articolo scritto da  Luana Galanti

È stato inaugurato da qualche giorno dal primo ministro Nawaz Sharif il primo parco fotovoltaico del Pakistan: attualmente la potenza impiegata è di “soli” 100 MW, ma l’ambizioso progetto del mega parco solare del Paese asiatico prevede la messa in funzione, entro il 2016, di 400.000 moduli fotovoltaici, per una potenza complessiva di 1.000 MW.

Mille megawatt, un Gigawatt di potenza di picco, produce energia pulita per  il fabbisogno di oltre un milione di persone.

 

Il primo megaimpianto del Paese

Il Pakistan ha puntato sul fotovoltaico per superare i gravi problemi di approvvigionamento di energia elettrica che affliggono il Paese. La fornitura di energia elettrica è instabile e discontinua un po’ in tutto il Pakistan, con frequenti black out e il problema è ancora più accentuato nelle aree rurali. L’inaugurazione del parco fotovoltaico di Quaid-e-Azam contribuirà ad alleviare il problema, fornendo energia elettrica pulita e in grande quantità.

 

 

La costruzione del grande parco fotovoltaico sarà articolata in tre fasi:

  • nella prima fase, già conclusa, sono stati installati pannelli fotovoltaici per una potenza di 100 MW
  • nella seconda fase saranno aggiunti moduli per una potenza supplementare di 300 MW
  • nell’ultima fase, che si concluderà nel 2016, saranno installati moduli per 600 MW aggiuntivi di potenza.

solar park

Complessivamente, il primo parco solare del Pakistan sarà costituto da 400.000 moduli fotovoltaici, per un investimento economico che supera i 130 milioni di dollari. Per avere un’idea di quanto sia ambizioso il progetto basti pensare che il grande impianto solare californiano del Mojave, uno dei maggiori al mondo, produce meno della metà dell’energia che sarà generata quando l’installazione del parco fotovoltaico pakistano sarà conclusa.

 

L’obiettivo è rendere produttiva un’area arida e poco popolata

 

Il Quaid-e-Azam Solar Park sorge nella regione del Punjab, nel territorio della città di Bahawalpur, in un’area particolarmente arida. La scarsità di precipitazioni e la buona esposizione al sole sono due caratteristiche che rendono la regione particolarmente adatta per sfruttare l’energia solare. Secondo il capo del distretto amministrativo locale, la scelta di installare questa grande centrale fotovoltaica ha una grande valenza strategica per tutto il Paese, trattandosi di un investimento sostenibile e di cui i cittadini beneficeranno negli anni a venire.

 

Il progetto di sviluppo dell’area prevede, oltre alla realizzazione di uno degli impianti fotovoltaici più estesi e potenti della Terra, anche la costruzione di palazzi destinati ad ospitare uffici commerciali e di edifici a scopo residenziale. Entro i prossimi due anni l’area attorno al parco fotovoltaico sarà completamente rivoluzionata, trasformandosi in una delle zone più moderne e proiettate al futuro di tutto il Pakistan.

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.