Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

International Energy Agency, rinnovabili mature per affrontare il mondo

7 ottobre 2015

Le fonti rinnovabili sono pronte ad interpretare il proprio ruolo di protagoniste nel sistema energetico globale.
Fotovoltaico ed eolico on-shore. A che punto è il mercato mondiale? Anche se gran parte dei grossi investimenti in fotovoltaico ed eolico sono condizionati in parte dalle politiche di sostegno nei singoli paesi, gli incentivi elevati non sono più la condizione necessaria per investire in queste tecnologie. Soprattutto se si tratta di progetti al servizio diretto di utenze energivore che garantiscono alti livelli di autoconsumo. Questo accade ormai un po’ in tutti i mercati al Mondo.

A confermarlo è l’ultimo rapporto della “International Energy Agency” (IEA). Nel suo “Renewable Energy Medium-Term Market Report 2015”, l’Agenzia Internazionale dell’Energia evidenzia come i costi dell’eolico onshore siano diminuiti di circa il 30 per cento tra il 2010 ed il 2015. Il fotovoltaico, invece, costa circa un terzo rispetto a 5 anni fa. Per questo motivo, oggi, il solare nel mondo riesce a produrre energia elettrica pulita ad un costo medio che va dai 6 agli 8 centesimi di dollaro per kilowattora, prezzo competitivo e in linea con i prezzi di mercato del kwh “tradizionale” (si parla, ovviamente, di prezzi del kwh all’ingrosso).

fotovoltaico su capannone

Quali sono i mercati attualmente più interessanti per il fotovoltaico globale? Il rapporto dell’Agenzia internazionale evidenza tra i mercati oggi più dinamici legati al mondo delle rinnovabili quelli del Brasile, dell’Egitto, del Medio Oriente, del Sud Africa e degli Stati Uniti, per via delle politiche nazionali “agevolanti” o delle condizioni climatiche particolarmente favorevoli alla tecnologia. Non solo: anche migliori condizioni di finanziamento rispetto ad un tempo e più fiducia da parte degli investitori contribuiscono oggi ad accelerare la corsa mondiale alle rinnovabili.

 

Supportata anche dalle politiche nazionali di sostegno alle rinnovabili, l’energia da fonti pulite ha avuto un deciso incremento globale anche nel 2014 raggiungendo i 130 Gigawatt di nuova potenza installata nell’anno.  Le nuove installazioni del 2014 sono state per il 45 per cento installazioni di impianti da fonti rinnovabili.

Il costo di generazione del Kilowatt da fonte rinnovabile continua la sua discesa ed in diversi mercati globali il fotovoltaico e l’eolico onshore sono investimenti appetibili per molti stakeholder. Anche le marginalità dei produttori e dei differenti soggetti della filiera si sono ridotte rendendo i costi di realizzazione dei progetti ancora più accessibili rispetto a solo qualche anno fa.

Se da un lato le tecnologie da fonti rinnovabili riducono i costi di realizzazione, dall’altro la temporanea riduzione dei prezzi di petrolio e carbone rappresenta ancora una minaccia. La discesa dei costi delle fonti fossili mette in continuo pericolo il potenziale competitivo delle fonti rinnovabili nel mercato elettrico globale.

A rafforzare la capacità competitiva delle fonti rinnovabili rispetto alle fossili, oltre al costo di generazione del Kilowattora (seppur ancora in un precario equilibrio), è la sicurezza garantita dalla generazione pulita e la riduzione delle emissioni inquinanti. Sottovalutare questo aspetto, infatti, porta a sottostimare il costo effettivo dei danni derivanti dall’utilizzo delle fonti fossili e dalla produzione di Co2 sulla salute del Pianeta e dei suoi abitanti. Anche questo fattore è di fondamentale importanza per considerare il reale aspetto competitivo delle rinnovabili rispetto alle fonti fossili.

 

Scarica il rapporto completo della IEA.

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


2 Commenti

  1. Roberto, il 10 ottobre 2015 ore 15:27

    Ho appena acquistato un rustico abbastanza isolato in collina e con oltre 1h di terreno. Vorrei attrezzarmi con un impianto fotovoltaico che mi consenta di poter autonomamente ed a costi contenuti soddisfare le necessità di illuminazione, condizionatori. Non Conoscendo la materia e prevedendo comunque una spesa di impianto importante ho “paura” di sbagliare le scelte. Potete darmi qualche consiglio?
    Grazie

    • Alessandro F., il 12 ottobre 2015 ore 09:46

      cerca di stimare i consumi diurni e, per quanto possibile, massimizzarli.
      In base a questi consumi dimensiona l’impianto.
      Un impianto fotovoltaico produce 1.100 1.300 kwh/kwp/anno (al sud arriva anche a 1.500 kwh/kwp/anno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.