Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Fotovoltaico a quota 12% in Europa entro il 2030

24 giugno 2015
  - Articolo scritto da  Miriam Perani

Ancora previsioni di crescita per il settore del fotovoltaico in Europa. Secondo le ultime stime potrebbe infatti raggiungere il 12% della produzione elettrica europea nei prossimi 15 anni.

Le stime di crescita

In un rapporto pubblicato da Roland Berger Strategy Consultants, gli analisti ipotizzano uno scenario in crescita per il fotovoltaico in Europa, che potrebbe raggiungere i 147 GW complessivi nei prossimi quindici anni.

Oltre alla crescita complessiva il dato che emerge dalla ricerca degli analisti tedeschi è la possibilità di rispondere al fabbisogno dei singoli stati, che in Italia, Grecia e Germania potrebbe essere superato del 50% entro dieci anni.

Oltre all’aumento della produzione, nel rapporto vengono evidenziati anche dati interessanti in merito ai costi della produzione di energia elettrica da fotovoltaico. La ricerca mostra infatti come il prezzo dei moduli stia conoscendo una tendenza al ribasso, con un prezzo di 0,60 dollari/Wp raggiunti nel 2014.

il fotovoltaico è contagioso

In calo anche il prezzo complessivo di un impianto fotovoltaico, che dal 2010 al 2013 ha conosciuto un calo compreso tra il 15 ed il 23%, con una forbice di prezzo che varia dagli 1,29 ai 2 dollari/Wp. Secondo un altro studio, redatto da Deutsche Bank, il calo potrebbe raggiungere un ulteriore 40% entro il 2017.

Secondo gli analisti anche il calo del prezzo dei sistemi di accumulo potrebbe essere significativo e se rispetterà i 200 dollari/kWh stimati, potrebbe rendere sempre più convenienti gli impianti domestici con accumulo integrato, dando così ulteriore slancio all’autoconsumo.

Discorso parallelo per costo livellato dell’elettricità, che sta conoscendo un calo progressivo. Sempre secondo la ricerca citata, il prezzo sarebbe al momento compreso tra i 119 ed i 318 dollari/MWh per quanto riguarda gli impianti industriali, mentre avrebbe una fascia di prezzo più ampia (tra i 135 ed i 539 dollari/MWh) per il fotovoltaico residenziale. La conclusione a cui sono giunti gli analisti tedeschi è quindi che gli investimenti sugli impianti fotovoltaici saranno ancora più convenienti in futuro e consentiranno al mercato di raggiungere una stabilità maggiore, anche senza la presenza di incentivi statali.

Gli interventi necessari per il fotovoltaico

Se le stime espresse in precedenza si riveleranno fondate, sarà necessario potenziare alcuni aspetti della gestione dell’energia prodotta da fotovoltaico.

Innanzitutto si rende necessario lo sviluppo di sistemi di accumulo sempre più efficienti, per poter consentire di gestire la disparità tra domanda e offerta, mettendo quindi a disposizione l’energia prodotta secondo le richieste effettive.

In secondo luogo un’importante modifica dei sistemi di gestione dovrà essere effettuata dai gestori dell’energia elettrica, che dovranno essere in grado di rispondere alla domanda di energia con forniture continue e tariffe adeguate.

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.