Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Fotovoltaico, cosa deve contenere un buon piano dei costi?

9 luglio 2014

Voglio mettere il fotovoltaico sul tetto di casa. Cerco un’azienda in zona e chiedo un preventivo. Quanto mi costerà?
Un “piano dei costi”, in genere, non costa nulla. Ma, da inesperto quale sono, come posso sapere se un preventivo è buono, coerente ed affidabile?

Come per ogni tipo di lavoro che si commissiona ad esperti, la prima regola rimane sempre questa: chiedere diversi preventivi. Ma non basta chiederli. Bisognerà avere la capacità, e la voglia, di studiarseli, confrontarli ed analizzarli voce per voce. Solo così si può avere un’idea più realistica possibile di quello che c’è sul mercato, dei prezzi e dei prodotti. Solo così, anche da inesperto, si può fare una scelta “oculata” ed avere un buon rapporto qualità-prezzo.

Se la prima regola è ottenere e confrontare diversi preventivi. La seconda è quella di escludere subito i prezzi che si discostano troppo dalla media: prezzi troppo bassi nascondono quasi sicuramente insidie, problemi o costi nascosti.
Prezzi troppo alti, invece, saranno probabilmente sconvenienti per l’efficacia dell’investimento fotovoltaico. Mettere un impianto sul tetto di casa, infatti, significa fare un’investimento di medio-lungo termine: ad un esborso economico iniziale deve corrispondere un tempo “di rientro” dalle spese (qualche anno) ed un successivo periodo di effettiva convenienza.

piano dei costi per un impianto fotovoltaico

Cosa deve contenere un buon piano dei costi per il fotovoltaico?

Ecco la terzo regola per un buon piano economico dei costi: condizioni chiare, dettagliate e trasparenti.
Informazioni chiare: dalla modalità di pagamento, alle tempistiche di realizzazione dell’intero progetto “chiavi in mano”, fino alle specifiche contrattuali con il GSE per il ritiro dell’energia prodotta e immessa nella rete elettrica.

Non solo: anche le stime di produzione dell’impianto devono essere veritiere e soprattutto devono considerare tutti i fattori che potrebbero ostacolare la produzione di energia nel tempo. Ad esempio: ombreggiamenti temporanei su alcuni pannelli o l’orientamento non ottimale devono essere calcolati nelle stime di produzione. In ogni caso, il piano dei costi-benefici deve considerare stime “cautelative”.

Ecco un articolo di approfondimento per capire come valutare al meglio un preventivo per l’installazione di un impianto fotovoltaico: cosa valutare e cosa deve contenere: Preventivo per mettere il fotovoltaico, cosa deve contenere?

 

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.