Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio
Sei un installatore? Cerchi nuovi clienti? Scopri ora il nostro servizio

Bollette più leggere con i SEU

17 luglio 2015
  - Articolo scritto da  Miriam Perani

La soluzione per un risparmio effettivo sui costi della bolletta elettrica? Viene dai SEU, i Sistemi Efficienti di Utenza.

Cosa sono i SEU

I sistemi efficienti di utenza sono semplici sistemi di produzione e consumo di energia elettrica composti da un sistema di produzione di energia ed un’altro di consumo. In altre parole è un sistema semplice di autoproduzione/autoconsumo in cui produttore e utente possono esere la stessa persona o due soggetti differenti. Produttore e utente sono collegati tra loro e connessi alla rete elettrica. Secondo i dati resi disponibili da Smart Energy Tour, un evento su più date dedicato alle tematiche del risparmio energetico, sfruttando i sistemi SEU (senza alcun sistema di accumulo) permetterebbe di risparmiare dal 20 al 30% nelle bollette dell’elettricità. Ottimizzando l’autoconsumo ed utilizzando sistemi di accumulo si arriva tranquillamente al 90% di autoconsumo in alcuni periodi dell’anno.

Per approfondire cosa sono i SEU e quali sono i loro vantaggi leggi qui.

SEU e risparmio energetico

La tematica dei SEU è stata oggetto di una delle tappe dello Smart Energy Tour, un evento itinerante organizzato da Smart Energy Expo, la fiera dedicata all’efficienza energetica la cui prossima edizione si terrà a Verona dal 14 al 16 ottobre 2015.

seu e fotovoltaico sulle aziende

Secondo gli organizzatori dell’evento, l’utilizzo dei SEU rappresenta un’occasione di risparmio per le aziende e di business per gli operatori. La recente regolamentazione dei sistemi efficienti di utenza rappresenta un altro “passo normativo” importante verso la generazione distribuita e l’efficienza energetica.

Un esempio concreto di applicazione dei SEU è rappresentato dal Politecnico di Milano, una delle sedi dell’evento citato, che in uno degli edifici storici dell’ateneo ha installato un generatore in grado di alimentare il campus Leonardo sul fronte dell’energia elettrica, del riscaldamento e della climatizzazione. L’esempio del Politecnico è la prova dell’effettivo risparmio che è possibile raggiungere con il meccanismo di un SEU ben ottimizzato. Secondo i relatori intervenuti all’evento il risparmio economico ottenuto con il sistema di autoproduzione energetica può essere maggiore di quello rilevato fino ad oggi.

Il risparmio in bolletta deriva principalmente dall’autoconsumo. Autoconsumando la “propria” energia, infatti,  si pagano solo il 5 per cento degli oneri previsti. Il sistema è interessante anche e soprattutto per chi vuole produrre e vendere energia. Il ridotto pagamento degli oneri di sistema e di altri costi di trasmissione e distribuzione, per chi vende l’energia a terzi, si traduce in prezzi di vendita inferiori anche del 50% per l’utente finale, rispetto al prezzo del kwh in bolletta. Ecco perchè il meccanismo dei SEU per la vendita di energia è oggi un’interessante opportunità di business per gli operatore del settore elettrico e per le aziende che utilizzano energia.

Il riconoscimento, o meglio la “qualifica”, dei sistemi SEU deve passare attraverso la convalida del GSE, con modalità che sono già state definite per i SEU entrati in funzione fino al 31 dicembre scorso.

La data ultima per la presentazione delle richieste al GSE di “qualifica SEU” dei propri impianti è il prossimo 30 settembre (è stata recentemente prorogata).

SEU: opportunità per aziende ed operatori del fotovoltaico

Il meccanismo dei SEU ad oggi è ancora un meccanismo nuovo per le aziende, che si trovano ancora a fare i conti con una normativa in continua evoluzione.

Tuttavia l’applicazione su larga scala di questo tipo di sistemi rappresenterebbe una soluzione di risparmio (energetico e finanziario) non indifferente. Per questo si guarda ai SEU come ottime opportunità di business in grado di sostenere il settore del fotovoltaico per i prossimi anni.

“Tecnologie energetiche pulite, fotovoltaico, fonti rinnovabili: queste le leve per uno sviluppo sostenibile e consapevole. Il giornalismo ambientale e le nuove tecnologie sono ottimi strumenti di condivisione per tracciare nuove strade”

Alessandro Fuda – Copy Writer e SEO Developer appassionato di fonti rinnovabili, fotovoltaico, risparmio energetico, ambiente

Clicca per richiedere una consulenza o un preventivo


2 Commenti

  1. Alessandro, il 29 luglio 2015 ore 20:37

    Sono stato classificato dal GSE SEESEU-B che significa?

    • Alessandro F., il 30 luglio 2015 ore 10:56

      Letteralmente significa Sistema Esistente Equivalente a un SEU. In poche parole il tuo impianto è riconosciuto automaticamente come SEU (Sistema Efficiente di Utenza). Essere qualificato come SEU ti permette di pagare solo il 5% degli oneri (gli “oneri generali di sistema”) su tutta l’energia autoconsumata (per i piccoli impianti mi pare che è un piccolo importo forfetario).
      Tutti gli impianti esistenti in scambio sul posto sono qualificati in automatico come SEU.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.
Se non vuoi lasciare un commento, clicca qui per ricevere gli aggiornamenti dalla discussione.